venerdì 30 settembre 2011

Il BUE ed il suo POPOLO


Animale maestoso, direi regale !

Degno rappresentante della possenza, della forza, della saggezza. E' tenuto in grande considerazione dal cinesi che attribuisco precise caratteristiche ai nati sotto questo segno.


LA PERSONALITA' DEL BUE
:
Il segno del Bue o del Bufalo simboleggia la prosperità raggiunta grazie alla forza d'animo e al duro lavoro.
Una persona nata in quest'anno sarà fidata, calma e metodica. Il soggetto è un lavoratore paziente e instancabile, che segue la routine e le convenzioni. Sebbene in generale abbia una mentalità equanime e sia un buon ascoltatore, è difficile fargli cambiare idea perché è ostinato e spesso ha forti pregiudizi.
Tuttavia, grazie al suo carattere costante e fidato, il nativo del Bue raggiungerà posizioni d'autorità e di responsabilità. Non si tirerà indietro, quando il dovere lo chiama. Per la verità deve stare attento a non esagerare.


Presso gli Egizi fu adorato come divinità ( APIS )


A lui Giosuè Carducci scrisse un'ode

T'amo pio bove; e mite un sentimento
Di vigore e di pace al cor m'infondi,
O che solenne come un monumento

Tu guardi i campi liberi e fecondi,
O che al giogo inchinandoti contento
L'agil opra de l'uom grave secondi:
Ei t'esorta e ti punge, e tu co 'l lento
Giro dè pazienti occhi rispondi.
E del grave occhio glauco entro l'austera
Dolcezza si rispecchia ampio e quieto
Il divino del pian silenzio verde.







Diverso dal BUE è il TORO



Qui il discorso cambia, lo si intuisce.


IL SEGNO ZODIACALE DEL TORO

Tutti i nati sotto il segno zodiacale del Toro hanno, di base, un legame istintivo e sensuale con tutto ciò che è bello e rientra nelle espressioni più spontanee della Natura: l' amore e il sesso, la creatività artistica, la buona tavola, la vitalità che può forse esser sopita ma giammai repressa, l' energia creativa intesa come forza e potenza espressiva incanalata e posta al servizio dei sentimenti.

I nati sotto il segno zodiacale del Toro hanno enormi potenziali intellettuali, sia speculativi che creativi. Li attivano dapprima con lentezza, quasi pigramente, poi sempre più velocemente, come un motore freddo che man mano va a regime. È questo il segreto che, inconsciamente o deliberatamente, consente loro di conseguire risultati sempre notevoli.

IL POPOLO BUE

In borsa il POPOLO BUE è la massa sprovveduta degli investitori, magari anche un poco paperoni, destinati al massacro finanziario.


In politica
è la massa plebea, quella che è facilmente acquistabile con quattro parole. Credulona e svogliata, assolutamente non dedita all'approfondimento,questa mandria coltiva essenzialmente l'indifferenza. Rumorosa soltanto nella ruminazione, attivita' questa per nulla pericolosa per il potere, la predetta mandria gode di alcuni benefici: in PRIMIS lo JUS LAMENTATIONIS che esplica con altisonanti affermazioni gentilmente concesse dal CACICCO di turno.

LADRI, MAGNONI, DELINQUENTI, GOVERNO LADRO; quante volte avrete sentito pronunciare queste gravi affermazioni ! E' l'esercizio inerme dello JUS LAMENTATIONIS previsto e ammesso da quel diritto non scritto che è democraticamente concesso in cambio della regola di non disturbare il manovratore.



QUANDO IL GIOCO SI FA DURO, I DURI COMINCIANO A GIOCARE.

L'avrete intuito : parlo del periodo pre-elettorale. Ehhhhh cari amici, lì la storia si fa complicata e la mandria del POPOLO BUE si agita.

NO PROBLEM
ragazzi, i cacicchi sanno cosa fare. Alle parole aggiungono qualche promessa: un posto di lavoro per un figlio, un trasferimento, una consulenza futura....... tanto il POPOLO BUE è di memoria corta e poi.....passata la festa gabbato lo santo.

Se poi qualcuno scalpita c'è la soluzione ad hoc : lo si mette magari anche in una lista farlocca così insieme al voto gli spilli anche l'impegno.

Poi stai a vedere che magari prende solo sei preferenze o neppure quella della moglie !

Sei POPOLO BUE....... fatica, lamentati, paga le tasse e basta !



Ma come la pensano gli altri ?

Sono andato in giro ad informarmi :
Popolo Bue

Il Blog di Antonio Baudino

Nella Sua lettera, che ho molto apprezzato per le parole di stima nei miei confronti, adombra una certa perplessità per il modo “crudo” e pessimistico con il quale, nei miei libri, affronto i vari problemi (religiosi, politici, di corruzione) che affliggono il nostro tempo. Manifesta, pure, una certa perplessità sul mio modo di considerare il 150° dell’Unità d’Italia ed i festeggiamenti del prossimo 2011…Vede, cara signora Marta, io, di natura, non sono un pessimista. Fossi pessimista mi sarei di già sparato un colpo! Il mondo è quello che è, dalla notte dei tempi. Da quando Caino uccise Abele. Le figure di Re Vittorio Emanuele II°, Cavour, Garibaldi, Mazzini vanno viste per quello che sono, comuni mortali con le loro debolezze, le loro ambizioni, i loro errori, i loro pregi. Pregi e difetti come tutte le persone di questo mondo. Poveri mortali come tutti noi. L’ultima guerra mi ha insegnato moltissimo. Il 10 giugno 1940, quando casa Savoia dichiarò guerra a mezzo mondo tramite l’amico Mussolini, avevo nove anni. Quando la guerra terminò ne avevo quasi quattordici. Alla liberazione, il 25 aprile del 1945, ho visto un fuggi, fuggi, quasi generale, dalla camicia nera alla camicia rossa, dal fez al bianco fiore della Democrazia Cristiana. Un continuo degrado, progressivo ed inarrestabile, di un nuovo regime, chiamato “democrazia”, cavalcato da buona parte delle stesse persone che avevano favorito il precedente regime fascista. “Pecunia non olet”, il denaro non ha odore. I partiti sono serviti a moltiplicare la democrazia. Le ideologie sono il mezzo per confondere le menti del Popolobue. L’onestà, la probità, la coerenza non fanno parte della politica. Sono un optional riservato al buon padre di famiglia. Il buon padre di famiglia non fa politica ma amministra le sue sostanze in favore dei figli suoi con amore, comprensione e giustizia. Non abbandona nessuno dei propri famigliari. Gli Italiani non sono mai stati considerati dai loro padri che li governano (nei comuni, provincie, regioni, deputati, governo in carica) come dei figli da trattare con giustizia, ma come “limoni” da spremere per ottenerne il voto e vivere agiatamente di politica. Vi sono pure coloro che fanno politica per hobby, non per denaro. Non ne ha bisogno.

La saluto con stima e simpatia.

da www.popolobue.it

Guardati dentro: SEI UN TORO o fai parte del POPOLO BUE ?

Ed ora AVANTI I CACASENTENZE !

Cade a Parma la GIUNTA : l'accusa è di MAGNA MAGNA



MEDITATE GENTE, MEDITATE !

Non è questione di colori politici, E' QUESTIONE DI UOMINI !

E se non è giusto fare di tutta l'erba un fascio.............

Quando vedete opere inutili o opere a metà...... chiedetevi: COME MAI ?

Quando ascoltate dichiarazioni eclatanti....... abnormi....... roboanti........chiedetevi : COSA C'E' DIETRO ?

Quando vedete politici a tutti i costi attaccati alle poltrone, chiedetevi : QUALE INTERESSE LI MUOVE ?





ANSA.it
Tangenti, si dimette Vignali sindaco di Parma

Rinuncia all'incarico due giorni dopo l'inchiesta che ha mandato in carcere quattro persone tra le quali l'assessore Bernini

PARMA - A fine giugno gli arresti per presunte tangenti sulla manutenzione del verde pubblico (11 persone in carcere e tra loro tre dirigenti comunali), all'inizio di questa settimana altre quattro persone in galera, una delle quali, Giovanni Paolo Bernini, faceva l'assessore alla Scuola. Anche in questo caso l'accusa è di tangenti, sugli appalti dei pasti ai bambini. Lui, Pietro Vignali, giovane sindaco di una Giunta civica sostenuta dal centrodestra, ha resistito al primo tornado, nonostante le richieste di dimissioni arrivare da sinistra e da una decina di manifestazioni di 'Indignati' e nonostante lo sfaldamento della sua maggioranza, ma non ha retto alla seconda. In serata, con una lettera "ai cari parmigiani" ha annunciato le dimissioni.




Affaritaliani.it
Malasanità in Puglia, 41 indagati. E i malati chiamano in causa Vendola

Trema la sanità pugliese di Vendola. 41 indagati per le irregolarità su nomine di dirigenti, concorsi e appalti negli ospedali. A capo dell'associazione a delinquere Alberto Tedesco, ex senatore del Pd. I malati chiamano in causa il leader di Sel. Hanno pagato la Tac-Pet, anche se era in convenzione...

Un meccanismo che avrebbe fruttato all’ex assessore appalti per le aziende di famiglia e "rilevanti pacchetti di voti".



La Procura della Repubblica di Bari ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a 41 persone indagate nell’ambito dell’inchiesta sullo scandalo della sanità in Puglia. L’indagine, condotta dai pm Desirè Digeronimo, Marcello Quercia e Francesco Bretone, ha quale principale indagato l’ex assessore regionale della Puglia alla Sanità Alberto Tedesco. A 20 indagati è contestata l'associazione per delinquere; altri reati contestati sono concussione, turbativa d’asta e abuso d’ufficio. Come riporta la Gazzetta del Mezzogiorno

I 20 indagati di associazione per delinquere finalizzata a commettere “reati contro la pubblica amministrazione, abuso d’ufficio, concussione e turbativa delle gare di appalto” avrebbero orientato “l'esercizio della funzione pubblica degli uffici delle Asl pugliesi”.

Ciò sarebbe avvenuto “inserendo ai vertici delle Asl direttori generali di propria fiducia, i quali, in accordo con i referenti politici, nominavano a loro volta, su indicazione dei referenti politici, come direttori amministrativi e sanitari (secondo livello) e come primari (terzo livello) persone legate a Tedesco e a Malcangi (ex segretario di Tedesco, ndr) in modo da costituire una rete che era in grado di controllare forniture e gare di appalto che venivano illecitamente pilotate verso imprese facenti capo ad imprenditori collegati da interessi familiari e economici con i referenti politici e che erano in grado di controllare rilevanti pacchetti di voti elettorali da dirottare verso Tedesco in occasione delle competizioni elettorali”.

Ai 41 indagati sono contestati, a vario titolo, oltre ai reati di associazione per delinquere finalizzata alla concussione, turbativa d’asta e abuso d’ufficio, anche la rivelazione del segreto d’ufficio, la truffa, la corruzione, falso materiale e ideologico e peculato.

Nell’elenco, accanto al nome del senatore Alberto Tedesco, all’epoca dei fatti assessore pugliese alla Sanità, figurano quelli dei vertici delle Asl pugliesi. In particolare Lea Cosentino, ex direttore generale della Asl di Bari, e i suoi colleghi della Bat, Rocco Canosa, e di Lecce, Guido Scoditti. Indagati anche gli allora direttori generali dell’Irccs 'De Bellis' di Castellana Grotte, Giuseppe Liantonio, e dell’Oncologico di Bari, Nicola Pansini, nonchè l’allora direttore amministrativo dell’Arpa Puglia, Marco De Nicolò. C'è anche, tra gli indagati, l’attuale capogruppo del Pd alla Regione Puglia, Antonio De Caro, il quale, secondo i pm, avrebbe tentato di ottenere un intervento di Tedesco per favorire un suo parente in un concorso pubblico. I fatti contestati si riferiscono al periodo compreso tra il 2005 e il 2009.

LE ACCUSE A TEDESCO - Secondo la procura di Bari, l’ex assessore sarebbe stato a capo di una organizzazione parallela che orientava le nomine dei manager e dei primari e che truccava gli appalti. In questa «cupola» c’erano il suo braccio destro Mario Malcangi, i suoi collaboratori Adolfo Schiraldi e Aldo Sigrisi, il genero Elio Rubino, gli ex manager sanitari Vincenzo Valente, Guido Scoditti e Rocco Canosa, dipendenti delle Asl e imprenditori. A Tedesco vengono anche contestati (in concorso con altri) tre episodi di concussione, uno di corruzione, quattro abusi d’uf ficio, due turbative d’asta, il concorso in rivelazione di segreto d’ufficio.

L’ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE - A febbraio il gip Giuseppe De Benedictis aveva concesso solo 9 delle 22 misure cautelari richieste dai pm della procura di Bari. In particolare, non aveva riconosciuto l’esistenza dei gravi indizi di colpevolezza per l’accusa di associazione a delinquere, così «salvando» 19 dei 24 indagati (oggi diventati 41). L’associazione è stata ripristinata dal Riesame, che ha finora disposto gli arresti domiciliari sia per Tedesco sia per il genero Elio Rubino, congelati perché entrambi hanno presentato ricorso in Cassazione. Se la Suprema Corte dovesse confermare il provvedimento a carico di Tedesco, per eseguirlo la procura dovrebbe chiedere un nuovo via libera al Senato: Palazzo Madama a luglio ha già detto «no» all’ar resto disposto sulla base dell’ordinanza di De Benedictis. Ora, comunque, la procura ha modificato l’impu - tazione di associazione per delinquere aggiungendo la violazione alla legge sul finanziamento ai partiti.

LE NOMINE - I magistrati ritengono che Tedesco pilotasse «le nomine dei dirigenti generali delle Asl pugliesi effettuate dalla giunta regionale verso persone di propria fiducia»: attraverso questi manager, secondo la procura, l’ex assessore poteva «controllare la nomina dei direttori amministrativi e sanitari in modo da dirottare le gare di appalto e le forniture verso imprenditori a lui legati da vincoli familiari (Rubino e Balestrazzi) o da interessi economici e elettorali (Columella e Petronella) intervenendo attivamente sui direttori generali e sui dirigenti amministrativi per destituire dal loro incarico persone che non obbedivano ai suoi ordini».

GLI APPALTI TRUCCATI
- Lunga la lista degli appalti che sarebbero stati truccati. Si parte dall’ormai famosa gara per lo smaltimento dei rifiuti sanitari della Asl di Bari, vinta dalla Viri di Altamura (grazie, secondo la procura, all’intervento di Tedesco). Ci sono poi la proroga dell’appalto per l’a rchiv io della Asl Bari e tre lotti dei lavori per il nuovo Oncologico di Bari, aggiudicati secondo i magistrati a ditte vicine all’ex assessore. A Lecce, secondo la procura, sarebbero stati truccati un appalto per le pulizie (vinto dall’Ati Cns-Biologica) e una fornitura per il poliambulatorio di Martano, nella Bat un contratto per l’assistenza tecnica e l’acquisto di ecografi.

I MANAGER «AMICI» - Tra gli indagati c’è mezzo management della sanità pugliese ai tempi di Tedesco. L’ex direttore generale della Asl Bari, Lea Cosentino, gli ex direttori generale e amministrativo della Asl Bat, Rocco Canosa e Felice De Pietro, l’ex direttore sanitario della Asl di Lecce, Franco Sanapo, l’ex direttore amministrativo del «De Bellis» di Castellana, Tommaso Stallone. Indagato (insieme a suo padre e a suo cugino) anche il capogruppo Pd alla Regione, Antonio Decaro: sono accusati di aver fatto ottenere al cugino, tramite Tedesco, le tracce di un concorso all’Arpa.

LA COSENTINO - Alla Cosentino viene contestato un solo episodio: il concorso per il primariato di oculistica all’ospedale di Terlizzi. La ex manager, insieme a Tedesco, a Malcangi, al medico Antonio Acquaviva e ad un dipendente avrebbe truccato la delibera contenente il contratto: l’accusa è concorso in abuso d’ufficio e falso ideologico e materiale.

MANCA LA PET-TAC: MALATI CONTRO VENDOLA- Saranno il governatore della Regione Puglia, Nichi Vendola, e il direttore generale della Asl di Lecce, Valdo Mellone, a dover spiegare, nell'udienza del prossimo 26 ottobre, a un giudice di pace del Tribunale del capoluogo salentino, Luigi Piro, come mai fino a poche settimane fa l'intera provincia non disponesse di una Pet-Tac (si tratta di uno strumento fondamentale nel trattamento e nella diagnosi dei tumori) pubblica o privata in convenzione. I due, infatti, sono stati citati come testi nell'ambito di un procedimento civile promosso contro la Regione Puglia da cinque persone affette da patologie tumorali, costrette a sborsare tra i 600 e i 1000 euro per sostenere l'esame presso uno studio privato. I cinque (in realtà uno di loro è purtroppo deceduto a causa della malattia e pertanto sono gli eredi a comparire in giudizio), assistiti dall'avvocato Massimo Todisco, responsabile anche dell'ufficio legale del Codacons, hanno chiesto un risarcimento danni pari ad alcune migliaia di euro per aver subito una violazione del diritto alla salute. Del resto era stata proprio la giunta Vendola, il 2 marzo 2006, a stabilire che in Puglia fossero necessari otto apparecchi Pet-Tac (cinque pubblici e tre privati) e a dimostrare, fornendo dati statistici estremamente accurati, che addirittura questo numero si sarebbe potuto rivelare insufficiente.

In sintesi la Regione nel 2006 aveva stabilito che vi fosse una Pet ogni 750mila abitanti. Un'esigenza disattesa nella provincia di Lecce dove, secondo i dati del 2010, gli abitanti sono oltre 810mila. Secondo quanto riportato nell'atto di citazione, la mancanza di una Pet-tac sul territorio, ha leso un diritto fondamentale alla salute, sancito anche dalla Carta costituzionale, specie se rapportato alla gravità della malattia delle cinque persone che hanno citato in giudizio l'ente regionale. Si tratta, infatti, di malati tumorali in uno stadio avanzato, per cui non era possibile sottoporsi alle lunghe liste d'attesa delle sedi dotate del prezioso strumento (Bari, Brindisi e San Giovanni Rotondo) o sottoporsi a lunghi e faticosi viaggi della speranza. L'unica possibilità rimaneva quella di eseguire l'esame a pagamento.

La Regione, costituitasi con la propria avvocatura, si è difesa sostenendo che non vi erano fondi per dare avvio al servizio. Una tesi non condivisa dall'avvocato Todisco, che ha evidenziato come per questo tipo di investimenti vi siano dei fondi dello Stato. Toccherà quindi al governatore e al direttore della Asl spiegare come mai, tra gennaio e marzo del 2011, i malati oncologici leccesi non abbiano potuto usufruire dell'indispensabile esame diagnostico. E non è un caso, forse, che proprio in questi giorni la Asl di Lecce abbia finalmente firmato, dopo mesi di polemiche e di attesa, la convenzione, valida fino alla fine del 2011, con lo studio radiologico Calabrese di Cavallino, l'unico in possesso del prezioso strumento in tutta la provincia.



LA REPUBBLICA.it 13 ore fa


Rifiuti, tangenti a Pomigliano
arrestati assessore e consiglierePresi dai carabinieri mentre intascavano una mazzetta da 5 mila euro da un imprenditore che si era aggiudicato l'appalto per la raccolta della frazione umida.

Soldi per sbloccare un pagamento arretrato di 30 mila euro dovuto all'azienda




L'assessore all'Ambiente del comune di Pomigliano d'Arco (Napoli), Salvatore Piccolo e il consigliere Pasquale Pignatiello, sono stati arrestati dai carabinieri il flagranza mentre intascavano una tangente di 5 mila euro da un imprenditore che lo scorso anno si era aggiudicato l'appalto per la raccolta della frazione umida dei rifiuti.

L'arresto è avvenuto nell'ufficio dell'imprenditore al cui interno i carabinieri avevano nascosto telecamere e hanno filmato la scena. Assessore e consigliere, della maggioranza di centrodestra, secondo le indagini avrebbero rallentato il pagamento del servizio e chiesto la tangente per sbloccare un arretrato di 30 mila euro.

Salvatore Piccolo, che è un poliziotto in aspettativa, e Pasquale Pignatiello sono stati bloccati in strada, appena scesi dalla sede dell'azienda.

In tasca i cinquemila euro, che sono stati sequestrati. In serata sono stati portati nella caserma dei carabinieri di Castello di Cisterna, interrogati dal pm Giuseppe Visone, della Procura di Nola. Gli investigatori definiscono "complessa" la vicenda e non escludono ulteriori sviluppi.

Un Consiglio Comunale come quello svoltosi ieri non lo avevo mai visto !




Il divieto alle riprese televisive in aula priva il POPOLO BUE, assente, dello spettacolo andato in onda a PALAZZO MARCONI



La GIUNTA COMUNALE



E' stata prassi costante, ancorchè deprecabile in ordine alla serietà comportamentale, che il Consiglio Comunale iniziasse un'ora dopo l'orario di convocazione ufficiale.

Ieri, vista l'importanza dei punti all'Odg, la conferenza dei capigruppo ha rotto la consuetudine.

All'insaputa anche di alcuni consiglieri comunali, evidentemente non avvertiti, la discussione è iniziata alle 12,19

Fra le interrogazioni presentate era viva l'attesa per le risposte del Sindaco Di Tommaso; specialmente per quanto attinente la vendita dei TERRENI DEL PDZ ANAGNINA 1 nonchè per l'avvenuta o meno registrazione al protocollo del DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO degli stessi disposto dal Tribunale di Velletri.

Erano ben 3 le INTERROGAZIONI URGENTI presentate dai Cons. Alessandro D'Orazio e Giuseppe Privitera sull'argomento.

Dopo la trattazione di alcune interrogazioni, ante ore 13,00 e sulle quali ovviamente non posso riferire, giunge alle 13,30 il fatidico scoccare dell'ora concessa dal REGOLAMENTO COMUNALE.



INIZIANO LE COMICHE !


Quando il Presidente del Consiglio Comunale eccepisce la scadenza del termine previsto per la trattazione delle interrogazioni, l'opposizione solleva l'obiezione che su argomenti di tale importanza si conceda una deroga temporale per portare a termine la trattazione almeno delle due interrogazioni rimanenti sui 

TERRENI PDZ ANAGNINA 1 .

Il tempo è tiranno - dice in sostanza il Presidente - e l'approvazione del RENDICONTO FINANZIARIO 2010 non può essere rimandato.
Tuttavia, previo consenso dell' intero Consiglio Comunale una deroga sarebbe possibile.

Sostanzialmente d'accordo si dichiara il capogruppo del PD Franco Posa.

Interviene il consigliere Alessandro Adotti; la sua proposta è per la discussione almeno delle rimanenti due interrogazione su 
PDZ ANAGNINA 1.


VINCENZO CONTE : AUTORETE O MOSSA TATTICA ?

" O TUTTO O NIENTE " è la proposta del capogruppo del PDL.

Ovvia la bocciatura del consesso alla proposta Adotti che raccoglie il consenso dei consiglieri Pacifici e Mario Gori ( PDL ) oltre, ovviamente, al proponente.

Io rimango sconcertato e rampogno in disparte il " Colonnello ".

In realtà non è peregrina la posizione. Quanto tempo ancora sarebbe stato concesso per queste due interrogazioni ? Mezz'ora....... forse un'ora !

" CHIEDEREMO LA CONVOCAZIONE DI UN CONSIGLIO STRAORDINARIO SULL' ARGOMENTO " mi rassicura Vincenzo Conte. Messa così è tutto un altro intendere.


DUNQUE NON POSSIAMO PERDERE TEMPO. MAIORA PREMUNT !

Mi sembra giusto ! Senonchè, appena si passa alla discussione del RENDICONTO FINANZIARIO 2010 arriva la sorpresa : c'è da montare un proiettore che consenta la visione delle slides preparate per la discussione sul tema.
Il Presidente Ciuffa propone di sospendere il Consiglio per 30 minuti.

Apriti cielo....... scoppia il finimondo !

Ma come, obietta l'opposizione, non c'è tempo per ANAGNINA 1 e poi si interrompe la seduta per approntare un proiettore ! Volano commenti caustici.


MENTRE FUMO UNA SIGARETTA VIENE ESPULSO MIRKO FIASCO DALL'AULA !

Quando c'è bagarre uno stacco ci sta bene, ma le urla mi richiamano nell'emiciclo.

" Oggi è morta la democrazia " sento gridare Mirko al termine, verrò a sapere, della contestazione per una lettera inviata al Prefetto di Roma dal Presidente Ciuffa all' insaputa del Consiglio Comunale. Nella lettera si rappresentano , passatemi il termine perchè non l'ho letta, " comportamenti strani " nello svolgimento del mandato da parte del Consigliere VINCENZO CONTE.

Ma quali sarebbero questi comportamenti strani e non consoni ? Forse quelli sui quali anche il consigliere D'Orazio vorrebbe essere edotto e sui quali URGENTEMENTE ha rivolto INTERROGAZIONE al SINDACO ?

Insomma, Mirko Fiasco viene espulso dall'aula e ,avendo dichiarato l'indisponibilità ad abbandonarla, viene chiamata all'uopo la FORZA PUBBLICA.



EHHHHHHHHH...... ci fossero state le riprese televisive !



MA IL CARTELLINO ROSSO CHI L'HA VISTO ?

Non mi sembra sia possibile, una volta estratto, far finta di nulla.

Ma insomma......... Mirko chiede scusa, il Presidente Ciuffa lo perdona.......

THE SHOW MUST GO !



giovedì 29 settembre 2011

Ancora una giornata con le banche sugli scudi.





FTSE MIB INDEX 29.09. 10:51 14.880,29 +0,94%


INTESA SANPAOLO 29.09. 10:43 1,198 +3,54%

UNICREDIT 29.09. 10:43 0,7945 +3,18%

UBI BANCA 29.09. 10:42 2,822 +2,17%

MEDIOBANCA 29.09. 10:43 6,035 +1,00%

BANCA MPS 29.09. 10:49 0,419 +1,48%

BANCO POPOLARE 29.09. 10:49 1,227 +2,25%

BANCO POPOLARE 29.09. 10:49 1,227 +2,25%

Cosa può fermare questo recupero che fissa in area 16.500 il primo target ?

Semplice : il fallimento di Angela Merkel !

Se è infatti dato per scontato un voto positivo al BUNDESTAG sulle nuove norme che regoleranno il FONDO SALVA STATI, occorrerà vedere come voterà la MAGGIORANZA che appoggia la MERKEL nel Parlamento tedesco.

Angela ci ha messo del suo. Nella conferenza stampa rilasciata ieri ha dichiarato : " Faremo di tutto per evitare il default della Grecia, ma questo non è escluso " .

E' di gente simile che abbiamo bisogno in EUROPA ?

Deficit di gestione. Se ne parlerà oggi in Consiglio Comunale ?



E dire che nel 2010 sono stati assunti 15 dipendenti alla STS !

15 dipendenti ex-GAIA esperti nella gestione del verde. Ora attendiamo l'esperto nella gestione dell'acqua !




Intanto gli allori messi a difesa dell'ex-plancia del DUCEnnio sono pressochè tutti secchi !

http://www.youreporter.it/video_Frascati-_Stadio_8_Settembre_la_morte_degli_allori

mercoledì 28 settembre 2011

PARE NON CI SIA TRIPPA PER I RIBASSISTI. E' sempre TORO TORO TORO




ZULU MOSCA : Alle ore 14,28 l'EUROPA inverte la marcia e sale.

FTSE100 5305.73 +11.68 +0.22 14:28:50 0.00
DAX 5684.38 +55.94 +0.99 14:28:50 0.00
AEX 282.92 +0.88 +0.31 14:28:46 0.00
CAC40 3047.29 +23.91 +0.79 14:28:46 0.00
SMI 5607.24 +42.62 +0.77 14:28:47 0.00
RTS 1374.51 -2.43 -0.18

Fibonacci dice, per il FTSE MIB INDEX primo target 16.500 secondo target 18.000


Banche ancora in positivo. Rotazione sugli energetici.

ENEL 28.09. 12:36 3,31 +2,16%

ENEL GREEN POWER 28.09. 12:36 1,733 +0,76%

ENI 28.09. 12:36 13,24 +0,46%

Vediamo se dura o se, come stamattina, qualche presa di beneficio dei pingui rialzi frenerà il listino.

Aggiornamento ZULU MOSCA 18,17

FTSE100 5229.68 -64.37 -1.22 18:17:21 0.00
DAX 5585.71 -42.73 -0.76 18:17:21 0.00
AEX 278.26 -3.78 -1.34 18:17:15 0.00
CAC40 2993.32 -30.06 -0.99 18:17:15 0.00
SMI 5537.25 -27.37 -0.49 18:17:20 0.00
RTS 1371.30 -5.64 -0.41


A 10 minuti dalla chiusura frazionali riduzioni per le banche, giù ENI e SAIPEM, bene l'ENEL


Aggiornamento ore 18,50 ZULU ROMA



UNICREDIT 28.09. 17:40 0,77 -0,19%
INTESA SANPAOLO 28.09. 17:40 1,157 -0,09%
BANCA MPS 28.09. 17:40 0,4129 +0,76%

SAIPEM 28.09. 17:40 27,36 -3,15%
ENI 28.09. 17:40 13,07 -0,83%

ENEL GREEN POWER 28.09. 17:40 1,749 +1,69%
ENEL 28.09. 17:40 3,258 +0,56%


DJIA 11188.38 -2.31 -0.02 20:54:40 0.00
SP500 1172.08 -3.30 -0.28 20:54:30 0.00
NASD_COMP 2537.14 -9.69 -0.38 20:54:40 0.00
NASD100 2254.97 +1.42 +0.06

L'EURO RIMANE SOSTENUTO CONTRO IL DOLLARO EUR/USD 1.36105 1.36115 mentre continua ad apprezzarsi lo YEN, ovvero la moneta di un paese con debito/PIL al 200% e grossi problemi d'economia.

Gli occhi sono ora puntati sul BUNDESTAG dove domani dovrà confermarle la fiducia in ordine agli intenti sulla Grecia. Ecco da dove deriva il nervosismo odierno.

Per inciso oggi ho dato un'occhiata alla semestrale di UNICREDIT : MEZZI PROPRI 64,726 miliardi di euro, CAPITALIZZAZIONE 14,5 miliardi !

UN FANTASMA TIENE BANCO A FRASCATI: IL DECRETO DI SEQUESTRO DEI TERRENI DEL PDZ ANAGNINA 1




A POCHE ORE DAL CONSIGLIO COMUNALE delle ore 12,00 del 29 settembre LE VOCI E LE ILLAZIONI SI ACCAVALLANO


Nonostante siano passati oltre 2 mesi dalla notifica del decreto, rimasto sepolto nei cassetti di qualche scrivania di PALAZZO MARCONI, il documento è ancora misterioso nei contenuti.

La copia è stata richiesta e ricevuta da parecchi consiglieri del consesso tuscolano, se non da tutti, ma nessuno ne parla alla cittadinanza.


IL POPOLO BUE NON DEVE SAPERE

Si badi bene, " L'INGUATTO " è di una gravità assoluta perchè potrebbe aver pregiudicato i diritti della comunità in ordine ai termini di un eventuale ricorso contro il sequestro.

In pratica, si dice, il magistrato avrebbe cifrato in minimo 18 milioni il valore dell'area ceduta a 8 milioni di euro; mancano 10 milioni all'appello e il POPOLO BUE non può esercitare alcuna azione.



NESSUNO NE SAPEVA NULLA

E' falso !

Come da me evidenziato, attingendo all'ALBO PRETORIO , con DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n° 80 del 1/7/2011 il SINDACO DI TOMMASO e gli Assessori MASTROSANTI, PAOLETTI, TAVANI, ZANGRILLI, in presenza del SEGRETARIO GENERALE Senzio BARONE espressero il gradimento per il legale individuato quale difensore dalla sig.ra Liliana GALLI RESPONSABILE DEL SERVIZIO PATRIMONIO E DEMANIO, raggiunta da un DECRETO DI PERQUISIZIONE E SEQUESTRO emesso dalla PROCURA della REPUBBLICA presso il TRIBUNALE DI VELLETRI.

Dunque dal 1° luglio la responsabilità de " L'INGUATTO " diventa corale e non delimitata al DIRETTORE GENERALE Antonio DI PAOLO che, a detta del Consigliere Alessandro D'ORAZIO, avrebbe materialmente ricevuto il documento in data 16 giugno 2011 alle ore 10,15.


I MISTERI GLORIOSI DI PALAZZO MARCONI

Come avviene nei casi in cui la trasparenza difetta, le illazioni circolano liberamente senza ritegno per l'assurdo.

C'è chi parla di determinazioni false, ideologicamente false, in quanto create a posteriori per sanare atti pregressi.

C'è chi parla di errori marchiani contenuti nelle stesse.

Addirittura, ripeto senza curarsi del benchè minimo ritegno per l'assurdo, c'è chi dice ci sia una determinazione datata 22 gennaio 2010 con allegato un documento creato inoppugnabilmente in data 28 gennaio 2010.

Altri parlano di violazione dell' art. 8 della L.R. 1/86 ( io non la conosco e sono andato a spulciarla) secondo la quale " l'alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico deve avvenire con le procedure di asta pubblica se divenuti edificabili ".

C'è poi chi giura sul famoso " ERRORE DI SBAGLIO " di ben 961.453,16 euro ( pinzellacchere) peraltro evidenziato sempre dal Consigliere D'ORAZIO nella sua INTERROGAZIONE URGENTE al SIDACO DI TOMMASO.

Qui l'assurdità, o se gradite la colpevole faciloneria amministrativa, non consisterebbe nell' errore di per se che può anche accadere, ma nel fatto che nessuno dei politici interessati ( ASSESSORE AL PATRIMONIO e SINDACO ) abbiano perlomeno gettato un'occhiata su una dismissione di patrimonio così importante.

Tralascio le voci assurde riguardanti la stipula dell'atto senza le necessarie procure...... conferite a posteriori e tutte le altre voci che girano su questo DECRETO FANTASMA !

TUTTO QUESTO ACCADE NELL'ASSOLUTO SILENZIO DELLA STAMPA LOCALE !

Io vi dico che, pur in presenza di una GIUNTA DI TOMMASO che ha lasciato tutto al caso, tutte queste dicerie mi sembrano troppo !

Nell'attesa di ascoltare domani cosa risponderà il SINDACO DI TOMMASO, parto quindi per VELLETRI per cercare di attingere verità direttamente alla fonte !

IN NOME DEL POPOLO BUE

L' ASSESSORE MASTROSANTI ha 630.000 euroidee confuse.



L'unica cosa certa in questo GRAN BALLO DELLA MUNNEZZA sono i 630.000 euro che l'ex-assessore CIUCCOLI dichiarò disponibili e già nelle casse comunali per l'estensione della RACCOLTA DIFFERENZIATA all'intero territorio di Frascati. PUNTO.

Sono ormai 2 anni e 3 mesi circa che la GIUNTA DI TOMMASO ha occupato PALAZZO MARCONI con il consenso di sprovveduti cittadini frascatani, ma sulla MUNNEZZA ancora non si vede la fine del tunnel e TUTTO E' LASCIATO AL CASO.

E dire che sul problema aveva lavorato anche l'ASSESSORE MASCHERUCCI con l'ausilio degli ESPERTI del COMMISSARIATO CONSORZIO GAIA !

"Nell’interesse comune confidiamo nella collaborazione dei cittadini nell’individuazione delle eventuali trasgressioni".

Chiude così il virgolettato attribuito all'ASSESSORE MASTROSANTI che leggo su IL TUSCOLO e IL MAMILIO.

Scusi ASSESSORE, ma che vuol dire ? Si accontenta che io le dica che ho visto PINCO PALLO gettare nei cassonetti questo e quello, poggiando magari un divano a latere degli stessi, O vuole anche una foto ?

Vuole magari un filmato o preferisce un'intervista al malcapitato ?

Sulla residenzialità come ci dovremo comportare ? Le basta il numero di targa dell'auto comunicato a voce o vuole " LE PROVE " ?

Tuttavia, nel caso brancolasse ancora nel buio a pochi chilometri da MARINO, io una mano gliela voglio dare: PER UN MIGLIOR SERVIZIO SI CONSULTI CON MARCO

Il Cons. Carboni chiede una COMMISSIONE d'INDAGINE sulla ZTL. La paura del DANNO ERARIALE fa 90

Di corsa prima del Consiglio del 29 Settembre. Ma il DANNO è già fatto !

martedì 27 settembre 2011

Ancora TORO ! E le BANCHE ancora in grande spolvero in apertura.



Così l'EUROPA alle ore 11,29 ZULU MOSCA


FTSE100 5192.47 +103.10 +2.03 11:29:11 0.00
DAX 5516.59 +171.03 +3.20 11:29:11 0.00
AEX 275.38 +5.55 +2.06 11:29:01 0.00
CAC40 2944.33 +84.99 +2.97 11:29:00 0.00
SMI 5511.29 +110.28 +2.04 11:29:10 0.00
RTS 1346.94 +20.88 +1.57 11:29:01

Milano 27.09. 09:37 14.427,18 +2,18%

BCA POP MILANO 27.09. 09:23 1,477 +3,21%
INTESA SANPAOLO 27.09. 09:30 1,145 +4,57%
UNICREDIT 27.09. 09:30 0,7455 +3,25%

Durerà? Io credo di si per diversi motivi.

1° - Quasi tutte le banche quotano abbondantemente sotto i mezzi propri
2° - se dovranno ricapitalizzare, a questi prezzi potranno chiedere poco per ogni NAV
3° - mani forti potrebbero, anzi, sicuremente stanno raccogliendo.
4° - a giorni sarà festa grande: Trichet andrà a casa !
5° - La Grecia è data per spacciata. Anche una dichiarazione di default è già nei prezzi.
6° - sento odor di sangue dei ribassisti.
7° - Draghi, è pressochè certo, abbasserà i tassi. Trichet non può farlo......dopo che li ha aumentati tre mesi fa. Sarebbe come dire........ sono un BISCHERO !

Aggiornamento :

FTSE100 5194.00 +104.63 +2.06 11:59:56 0.00
DAX 5514.26 +168.70 +3.16 11:59:56 0.00
AEX 274.98 +5.15 +1.91 11:59:46 0.00
CAC40 2940.89 +81.55 +2.85 11:59:46 0.00
SMI 5508.90 +107.89 +2.00 11:59:56 0.00
RTS 1345.65 +19.59 +1.48


Aggiornamento ZULU ROMA 10,55

FTSE100 5184.78 +95.41 +1.87 12:55:23 0.00
DAX 5492.49 +146.93 +2.75 12:55:24 0.00
AEX 274.88 +5.05 +1.87 12:55:16 0.00
CAC40 2939.55 +80.21 +2.81 12:55:16 0.00
SMI 5505.26 +104.25 +1.93 12:55:23 0.00
RTS 1345.18 +19.12 +1.44

Aggiornamento ore ZULU ROMA 13,56

FTSE100 5244.23 +154.86 +3.04 15:56:39 0.00
DAX 5573.38 +227.82 +4.26 15:56:42 0.00
AEX 279.01 +9.18 +3.40 15:56:16 0.00
CAC40 2978.80 +119.46 +4.18 15:56:31 0.00
SMI 5536.68 +135.67 +2.51 15:56:41 0.00
RTS 1362.63 +36.57 +2.76

Il mondo alle ore 18,09 ora ZULU Mosca


DJIA 11277.69 +233.83 +2.12 18:09:28 0.00
SP500 1187.07 +24.12 +2.07 18:09:15 0.00
NASD_COMP 2559.70 +43.01 +1.71 18:09:28 0.00
NASD100 2264.88 +30.60 +1.37 18:09:28 0.00
FTSE100 5259.66 +170.29 +3.35 18:09:28 0.00
DAX 5587.14 +241.58 +4.52 18:09:29 0.00
AEX 279.46 +9.63 +3.57 18:09:15 0.00
CAC40 2983.35 +124.01 +4.34 18:09:15 0.00
SMI 5553.98 +152.97 +2.83 18:09:23 0.00
RTS 1374.38 +48.32 +3.64 18:09:16


All'arrivo salvo arrotondamenti in chiusura:

BCA POP MILANO 1,602 +11,95% 17:24
SAIPEM 28,17 +7,97% 17:24
ENEL 3,232 +7,02% 17:24
UBI BANCA 2,808 +6,69% 17:24
UNICREDIT 0,7675 +6,30% 17:24

www.presidiomontecitorio.it


Con fatica, con difficoltà, con una "chiavetta" che lentamente ti collega al web, con un pannello solare che consente quel poco d'energia necessaria alle ricariche DEL CELLULARE E DEL COMPUTER............ GAETANO FERRIERI riesce a parlare AL MONDO.

I LEGIONARI del PRESIDIO diffondono il suo invito a riappropriarsi di una democrazia scippataci dal MALAFFARE POLITICO.

E questo messaggio viaggia sul WEB, oltrechè nelle parole e nei reperti video-fotografici dei tanti turisti che si fermano al gazebo.

E' UN'ONDA MEDIATICA IMPONENTE cifrata dagli osservatori in 20.000.000 di accessi.

Sul blog del Presidio trovi gli articoli e, fra i commenti sotto i DIARI delle giornate, trovi i videofilmati con le interviste a Gaetano, con le riprese degli eventi. Visionali,copia le stringhe e diffondili fra i tuoi amici di facebook, inviali ai tuoi amici tramite e-mail.

TUTTO INIZIA DA INTERNET !

lunedì 26 settembre 2011

TORO TORO TORO !


Borsa Milano, rally improvviso: +2%

Milano - Le borse europee avviano la giornata di contrattazioni in ribasso, ma dopo una mezzora dall'inizio della sessione, recuperano terreno. Il qiadro di fondo rimanere caratterizzato da un'elevata volatilità. Il Ftse Mib balza all'improvviso più del 2%, avvicinandosi a quota 14.000 punti, dopo aver ceduto nei primi minuti della seduta fino a -1,5%. Il riscatto della Borsa di Milano si spiega con i buy sulle banche, tanto che si verificano anche sospensioni al rialzo: Unicredit +2,28%, Ubi Banca +2,42%, Intesa SanPaolo vola con +3,56%. In calo gli industriali e gli energetici. da WallStreetItalia.it


E mentre si parla di solidità delle banche mondiali........

B.Profilo: Tier 1 al 30/6 al 23,9% (24,7% al 30/6/2010)

BANCA MPS 26.09. 10:11 0,3971 +3,55%
INTESA SANPAOLO 26.09. 10:13 1,072 +6,03%
MEDIOBANCA 26.09. 10:12 5,71 +2,51%
UNICREDIT 26.09. 10:13 0,705 +3,83%

I mercati europei alle 10,12

FTSE100 5032.72 -34.09 -0.67 12:14:52 0.00
DAX 5257.70 +61.14 +1.18 12:14:54 0.00
AEX 265.26 +0.54 +0.20 12:14:45 0.00
CAC40 2824.67 +14.56 +0.52 12:14:45 0.00
SMI 5355.28 +56.45 +1.07 12:14:52


Aggiornamento delle ore 10,25:

26.09. 10:25 13.985,06 +2,34%

Aggiornamento delle ore 12.20

26.09. 12:19 14.110,33 +3,26%


A pochi minuti dalla chiusura :

INTESA SANPAOLO 26.09. 17:21 1,094 +8,21%

MEDIOLANUM 26.09. 17:18 2,59 +4,86%

UNICREDIT 26.09. 17:21 0,7135 +5,08%

GENERALI ASS 26.09. 17:21 11,39 +4,98%

BANCA MPS 26.09. 17:24 0,3997 +4,22%

Domanda: ricoperture o sbarco dei Fondi Cinesi ?

VILLA SCIARRA A FRASCATI : SICUREZZA A DOPPIA MANDATA !

LA GIUNTA DI TOMMASO FRA IL COMICO ED IL RIDICOLO.



Con ben due ASSESSORI per l'area EDUCAZIONAL-CULTURALE la GIUNTA DI TOMMASO non riesce a tenere chiuso un CANCELLO !

E questo dopo aver speso qualcosa come 130/160.000 euro per la MESSA IN SICUREZZA BUFFA del complesso !

DOMANDA : è lecito chiedersi a beneficio di chi è stata posta in essere questa spesa ?

RISPOSTA
: a beneficio della ditta che ha eseguito i lavori sicuramente.

E POI ?


P.S. Non prenotate vacanze per GIUGNO 2012. Si tornerà a votare per un nuovo sindaco !


http://angelocristofanelli.blogspot.com/2011/08/non-prenotate-vacanze-per-giugno-2012.html




Le testimonianze nel tempo


http://www.youreporter.it/video_Frascati_-_Villa_Sciarra_oltre_al_danno_la_beffa

http://www.youreporter.it/video_Frascati_telegrafa_al_Presidio_gli_sprechi_a_Frascati

http://www.youreporter.it/video_Frascati_-_VILLA_SCIARRA_E_SEMPRE_FREE_ENTRY_1

http://www.youreporter.it/video_Frascati_le_spese_inutili_delle_Giunte_Sinistre_1

http://www.youreporter.it/video_Frascati_-_Villa_Sciarra_e_stasera_c_era_un_festino_1

http://www.youreporter.it/video_Frascati_Villa_Sciarra_MESSA_IN_SICUREZZA_a_FREGATURA_1

domenica 25 settembre 2011

Colazione da Tiffany ? No. Colazione al BAR FERRIERI.... ma è di Raffaele.....non di Gaetano !

LECCORNIE SICILIANE A GOGO', MA PER GAETANO E' TUTTO VERBOTEN !



Di fronte all'ingresso di PALAZZO CHIGI, sempre su Piazza Colonna, stamattina siamo stati gentilmente ospitati da Raffaele.

Caffè' napoletano, con macchina del caffè DOC, e tante leccornie siciliane per noi.

Caffè amaro per Gaetano !

http://www.youreporter.it/video_Colazione_al_BAR_FERRIERI_ma_non_e_di_Gaetano

25 SETTEMBRE 2011 : quota 114 per Gaetano Ferrieri



Cresce il consenso e INTERNET è l'arma vincente.

Il circo mediatico controllato dalla CASTA ti ignora ?

E noi con lavoro certosino e fatica il circo mediatico ce lo facciamo in casa !

Nell'attesa che il POPOLO BUE si desti, NOI andiamo nelle case del POPOLO BUE.

Oggi al PRESIDIO di Piazza Montecitorio è stata giornata di organizzazione e cura per il nuovo APPUNTAMENTO del 12 OTTOBRE.

Molte le voci, molti i suggerimenti, molte le iniziative in corso.

E che l'interesse monti ne sono prova sia la crescente presenza delle persone di ogni età, sia il crescente flusso delle visite mediatiche. Dalle 300 visitazioni giornaliere dei filmati attinenti il PRESIDIO si è passati alle 800 , quindi alle 1.000 e ancora alle 1.300

E' l'opera paziente dei LEGIONARI del PRESIDIO verso i pigri e gli OSCURATI dalla CASTA.


VIENI ANCHE TU FRA I LEGIONARI DEL PRESIDIO



www.presidiomontecitorio.it

VINCENZO CONTE e il suo MANIFESTO POLITICO o se preferite i suoi DIECI COMANDAMENTI

GIUNTA DI TOMMASO ALLE CORDE ? ELEZIONI COMUNALI ALLE PORTE? VINCENZO CONTE SI PREPARA ALLA BATTAGLIA DI GIUGNO 2012







ASTRA 8 e PDZ ANAGNINA 1 ovvero QUELLO CHE GOVERNANDO NON S'HA DA FARE

La mia proposta politica è molto semplice ed è già scritta.

Io mi muovo da due anni in questa direzione (ero convinto che si fosse capito) e quello che stò facendo insieme a chi crede in questo progetto stà dando i suoi frutti ( le inchieste sono lo strumento legittimo che lo Stato ci fornisce per dimostrare che chi stà governando non lo sta facendo secondo le regole e questo accade in tutta Italia- vedi Ponza- , non capisco perchè a Frascati debba essere considerato uno strumento anomalo .

Ma veniamo al progetto politico nel concreto:


Primo non fare esattamente quello che questi personaggi politici della attuale maggioranza PD, sbagliando, hanno fatto per dieci anni.

Secondo coinvolgere nella politica tutte le persone volenterose che da essa non vogliano trarne guadagni in denaro, case in cooperative, acquisizioni di beni mobili e immobili anche di natura consortile.

Terzo
attrarre nei processi decisionali coloro che desiderino il reale miglioramento delle condizioni di vivibilità del territorio, in tutte le sue accezioni: sociali ,artigianali, commerciali e imprenditoriali.

Quarto pensare alla Frascati del 2020/2030 coinvolgendo nella politica i giovani che l'abiteranno e pensando alle loro necessità abitative e di lavoro.

Quinto non fare patti scellerati che sottendano interessi inconfessabili condivisi con l'attuale maggioranza.

Sesto guardare alla reale situazione vitivinicola del territorio frascatano, salvaguardandolo e promuovendolo come risorsa primaria unitamente a quella turistica.

Settimo accogliere anche coloro che non si riconoscono più in questa maggioranza, purchè convinti che nella direzione precedente non ci si è adoperati per il benessere dei Frascatani; perchè è da loro che verrà la differenza di voti che potrà far vincere il centro-destra-alternativo a Frascati.

Ottavo promuovere l'efficacia e la funzionalità dei servizi collettivi, da quello fognario a quello dello smaltimento dei rifiuti urbani, da quello idrico, alla viabilità, dall'abbattimento delle barriere architettoniche, ai trasporti, sino alle energie rinnovabili.

Nono
pensare concretamente all'accoglienza per i più deboli, gli anziani indigenti ed i meno fortunati.

Decimo
promuovere le eccellenze del territorio nel campo delle arti, delle scienze e della solidarietà.


Questo è il manifesto elettorale di Vincenzo Conte e non da oggi.


Per essere ancor più chiari, il fatto che i Consiglieri comunali Privitera e D'Orazio stiano conducendo una battaglia giusta contro questa Amministrazione, non li esclude da futuri accordi politici, al pari di Alessandro Adotti che non ha partecipato a nessuna di queste attività tendenti a far emergere il malgoverno della giunta POSA, prima, e Di Tommaso dopo.

Io non chiudo le porte in faccia a nessuno, per vincere servono i voti di chi si vuol riconoscere in un disegno politico leale e coerente.

Il mio l'ho lanciato.

VINCENZO CONTE

In difesa di CAESAR

NESSUNO E' INDENNE DA ERRORI, MA QUESTO E' UN BUON TIMONIERE

Come tutti i professori non è indenne da una certa aria di superiorità. Ma non è il carattere di una persona il metro di giudizio corretto per sentenziare sulle attitudini professionali o politiche.

Giulio Tremonti, in effetti, ha compiuto cose inaudite a sentire i detrattori.

Ha innanzi tutto sottratto le casse pubbliche al saccheggio dei vari minist0006 di turno, abilissimi nella spesa quand'anche inutile o addirittura delittuosa attribuendosi, a mio parere con merito, il titolo di CAESAR.

Tralasciando, al momento, l'aver conseguito o meno la PATENTE di CAPACITA' e DEMOCRATICITA', la cui attribuzione è esclusivo patrimonio dalla SINISTRA CON LE MANI PULITE , CAESAR è oggi sulla graticola per l'assenza nella votazione sulla presenza o meno di FUMUS PERSECUTIONIS da parte della magistratura sull'On. MILANESE.

Ora io non conosco le carte di questa storia; mi limiterò a quello che ho appreso dai giornali o dalle televisioni.

Io vorrei capire come sia possibile che un ex-ufficiale della GUARDIA di FINANZA da 3.000/ 4.000 euro al mese, forse meno,(Laurea in giurisprudenza, Laurea in scienza della sicurezza economico-finanziaria, Master in diritto tributario internazionale; Avvocato, Professore ordinario di diritto tributario - Proclamato il22/04/2008) possa permettersi di pagare un appartamento, da tempo non abitato, 8.500 euro al mese; girare in Bentley o in Porsche o in Ferrari peraltro, leggo sempre sulla stampa, mai da lui pagate direttamente.

Sono i misteri della CASTA e delle dichiarazioni dei redditi non pubbliche !

Giulio CAESAR non era presente a Montecitorio al momento della votazione; era in volo per il G20, non andava ad un festino. Presa di distanze dal suo ex-sottosegretario ? E se anche fosse, dove sarebbe lo scandalo ?


I TAGLI LINEARI

Questa è la vera GRANDE COLPA imputata , a destra e a sinistra, al DIVO GIULIO.

La pubblica accusa è sempre la stessa : i MINISTRI SPENDACCIONI coi soldi di PANTALONE, risparmiosi coi soldi propri.

Tanto è vero che quando si è trattato di annacquare l'ultima manovra finanziaria hanno fatto di tutto per rimanere esenti dai tagli di prebende.

Avete sentito critiche a sinistra sullo specifico argomento ?

Bei tempi quando c'erano MINISTRI RISPARMIOSI come SCAIOLA che una casa riusciva a pagarla meno della metà del suo valore !

In realtà i tagli lineari sono l'esaltazione della capacità di gestione ministeriale; l'industriarsi al taglio degli sprechi all'interno del proprio dicastero dovrebbe essere una best-pratice che ogni ministro dovrebbe avere nel suo pedegree.

Certo, ci vuole poi un fondo d'intervento necessario per sopperire ed integrare quei segmenti economici che effettivamente, dopo il dimagrimento, meritino interventi aggiuntivi al budget assegnato. Io credo che ci sia questa disponibilità nel bilancio TREMONTIANO.


SINISTRA ALL'ATTACCO

Il ritornello è ormai stantio : IL GOVERNO DEVE DIMETTERSI, BERLUSCONI SE NE DEVE ANDARE.

Scusate, ma questo è compito degli elettori ! Di grazia poi, ma se questo governo se ne va chi ci mettiamo al suo posto ?

E se questo non vuol essere un'assoluzione per i tanti errori del PREMIER o per tanti atteggiamenti improponibili, dove troviamo le alternative?

Possono i PADRI NOBILI DEL DEBITO SOVRANO anelare a quel posto ?

Potrebbero anelarvi VELTRONI L'AFRICANO e RUTELLI, i Dioscuri distruttori dell' AGRO ROMANO ?

O potrebbe anelarvi DI PIETRO che, sulle orme di BOSSI e del suo TROTA, ha subito prenotato un posto in Regione per il suo PESCE SAN ( Di) PIETRO ?

In tanto divenire si dimena il COGNATO DEL TULLIANI , ancora teso a costruire una identità esterna sempre più incredibile visto il passato.

E sono in tanti ad interrogarsi su quanto potrebbe accadere se, anzichè sul patrimonio immobiliare del partito, dovesse mettere le mani sul patrimonio dello stato in odor di dismissione.


STATE CALMI SE POTETE.

In tutto questo baillamme politico e finanziario, con una BCE che lascia trapelare il default della GRECIA ( un PIL pari ad una media Regione italiana ) dopo averci pompato dentro centinaia di miliardi di euro e che lascia altresì intuire un sempre troppo in ritardo abbattimento dei tassi ( li ha aumentati appena tre mesi fa !), io vedo un lumino all'orizzonte.

Ho ascoltato ieri Angelino Alfano e m'è parso attendibile, innovatore e determinato.

Dall'altra parte il nuovo non manca : Rosy Bindi e Nichi Vendola magari col PESCE SAN PIETRO sottosegretario.

FORZA POPOLO BUE, ANCHE STAVOLTA " SPERIAMO CHE CE LA CAVIAMO" !

venerdì 23 settembre 2011

IRISBUS : una storia tutta politico-italiana. Una STORIA BUFFA !


Mercoledi 21 settembre c'erano anche i dipendenti della IRISBUS a Piazza Montecitorio. La IRISBUS è un'azienda di proprietà del GRUPPO FIAT; produce autobus. Mi dicono sia l'unica in Italia che li produce. Come ascolterete nei filmati, come avrete letto sulla stampa o ascoltato nelle televisioni, dall'oggi al domani la FIAT decide di mollarla. Non ci sono ordini, non c'è produzione da mettere in cantiere.

Ecco perchè erano qui,le maestranze aziendali e i Sindaci dell'interland interessato.

Dipendenti della IRISBUS ospiti del gazebo PRESIDIO MONTECITORIO


Cerco di capire; intervisto qualche Sindaco, parlo con gli operai : " Quanto fattura l'IRIBUS ?". " Non saprei " mi risponde un Sindaco, " Non lo so" mi rispondono due o tre operai.

http://www.youreporter.it/video_Presidio_Montecitorio_IRISBUS_una_storia_BUFFA


" L'Italia rischia una multa dalla UE - mi dice uno dei sindaci - per ben 1,5 miliardi di euro a causa del parco obsoleto ed inquinante del trasporto pubblico ".

http://www.youreporter.it/video_Presidio_Montecitorio_Il_Sindaco_di_Flumeri_su_IRISBUS


" Siamo in perdita da diversi anni " riesco a sapere da un dipendente.

LA STORIA DI IRISBUS

L'Irisbus è un'azienda europea che produce autobus e filobus. La sua sede principale è a Lione, in Francia, poiché fino al 2000 l'azienda era di proprietà italo-francese, controllata in modo paritetico da Fiat-Iveco e Renault Véhicules Industriels. Attualmente l'azienda era controllata al 100% da Iveco, e quindi dal Gruppo Fiat Industrial. Poi accade che.........

Scrive IL MESSAGGERO sull'argomento :

La Fiat chiude lo stabilimento dell'Irisbus
Mille posti di lavoro a rischio


Chiude lo stabilimento Irisbus di Valle Ufita, in provincia di Avellino. Lo ha stabilito la Fiat dopo la rinuncia del Gruppo De Risio all'acquisto della fabbrica di autobus che impiega oltre mille persone. Il gruppo dell'imprenditore molisano aveva annunciato ieri l'intento di rinunciare all'acquisto.

«Di fronte all'impossibilità di portare a termine l'unica soluzione individuata, che consentiva l'avvio di una nuova iniziativa imprenditoriale ed industriale per assicurare continuità al sito - spiega Irisbus Italia, società dell'Iveco, che fa capo alla Fiat - l'azienda sarà costretta, suo malgrado, ad avviare le procedure consentite dalla legge per cessare le attività dello stabilimento». Irisbus Italia «si rammarica del fatto che le strumentalizzazioni sviluppatesi su questa vicenda non abbiano nemmeno consentito la verifica della nuova soluzione industriale delineata, che avrebbe garantito prospettive di occupazione e di reddito».

La società ricorda poi di avere subito «molto duramente gli effetti della grave crisi che ha colpito il mercato degli autobus urbani in Italia, le cui immatricolazioni si sono drammaticamente ridotte. Ciò ha determinato una progressiva e costante contrazione dei volumi produttivi dello stabilimento, che sono passati dai 717 veicoli del 2006 ai soli 145 autobus, di cui meno di 100 urbani, dei primi sei mesi del 2011. Due mesi di approfondimenti ed incontri, anche mediante l'istituzione di tavoli tecnici ad hoc, hanno confermato - conclude Irisbus Italia - che la situazione attuale delle gare e le previsioni per il medio periodo continuano ad evidenziare un trend di forte contrazione della domanda, peraltro fortemente condizionata, nell'attuale congiuntura, dalla scarsità di fondi pubblici, che non consente di mantenere un'offerta competitiva e di proseguire l'attività industriale dello stabilimento di Valle Ufita».


Sempre sull'argomento si scatena l'opposizione.

PD E BERSANI: LA DECISIONE DEVE ESSERE REVOCATA - «La decisione della Fiat di chiudere lo stabilimento Irisbus della Valle Ufita è un atto gravissimo in un territorio già teribilmente colpito dalla crisi che lo attanaglia tutto il Mezzogiorno». Così il senatore Enzo De Luca e la presidente del gruppo del Partito Democratico a Palazzo Madama Anna Finocchiaro, ai quali si aggiungono tutti i parlamentari campani, Teresa Armato, Alfonso Andria, Annamaria Carloni, Maria Fortunata Incostante, in merito all'annuncio del Lingotto di cessare le attività nella fabbrica della società dell'Iveco in provincia di Avellino. «Questa decisione va assolutamente revocata» sottolineano i senatori Pd, cui fa eco il segretario Bersani alla Camera: «Se Fiat non ha più intenzione di investire, si cerchi un attore industriale vero, che sappia cosa sono gli autobus perché è assurdo ed inaccettabile chiudere un’azienda come quella in Valle Ufita».

Mentre leggo queste dichiarazioni penso : Investire per cosa se il prodotto non si vende ? Ma c'è qualcuno che ragioni in termini industriali ? Ma c'è qualcuno che parli di numeri, neri o rossi che siano ? Ma è vero o no che pagheremo una multa di 1,5 miliardi di euro...... il controvalore di 6.000 autobus ?

Eccola la CASTA : SINDACI, PARLAMENTARI, GOVERNO, OPPOSIZIONE...... dichiarazioni di principio, come sempre, scollate dalla realtà, dai numeri e dalla pelle degli operai. LORSIGNORI pensano sempre che altro non siano che POPOLO BUE !

giovedì 22 settembre 2011

CLAMOROSO A PIAZZA MONTECITORIO : fioccano i licenziamenti !

SULLA PIAZZA PIOMBA COME UN FULMINE A CIEL SERENO LA DRAMMATICA NOTIZIA DI OLTRE 900 LETTERE DI LICENZIAMENTO !




CLICCARE SULLA FOTO PER AVERE L'INGRANDIMENTO

21 Settembre 2011 : Gaetano Ferrieri a QUOTA 110



Ieri il PRIMO D DAY al grido di " DI QUI NON CE NE ANDREMO "

La giornata è cominciata fra i timori di infiltrazioni e possibilità d'incidenti creati ad arte. Non è successo nulla di tutto ciò; il servizio d'ordine è stato attento ed efficiente. Nessun facinoroso, nessun incappucciato, tutti solari i volti dei partecipanti.

http://www.youreporter.it/video_Presidio_Montecitorio_-_21_settembre_2011_si_parte


La presenza non è stata massiccia come auspicato.

Mediamente, a seconda delle ore, dalle 200 alle 700 persone hanno sostato nella piazza, con un turn-over stimato fra le 1500/2000 persone.

I LEGIONARI sono partiti dal Piemonte, dalla Lombardia, dalla Toscana, dalla Romagna, dalle Marche,dal Veneto, dalle Puglie, dalla Calabria e dalle Isole; il POPOLO BUE dell' URBE e del suo interland è rimasto a casa, forse a ruminare sull'ultima finanziaria o più probabilmente a piangersi addosso.

LA STORIA DI STEFANIA

E' una storia bella quella di questa ragazza che viene da LANGHIRANO e che, nonostante le molte difficoltà che ogni giorno incontra nella vita, non ha esitato ad investire il 12% del suo reddito mensile per essere presente, qui fra i LEGIONARI d' ITALIA.

La sua è una storia come quella di tanti altri oggi presenti, in alcuni casi con alle spalle situazioni ancor più drammatiche.

Ascoltate l'intervista.

http://www.youreporter.it/video_Presidio_Monteciorio_la_storia_di_Stefania



Molti gli interventi, molte le interviste nel corso della giornata.

LA VOCE DEL POPOLO s'è levata alta in questa piazza che ha visto anche la presenza e le lamentele della Polizia e dei dipendenti della IRISBUS.




La rabbia verso la CASTA, verso la sua inefficienza, le sue ruberie ed i suoi privilegi si tagliava con il coltello. Ma tutto è stato civilmente rappresentato.








I DUBBI DI GAETANO

Continua l'oscuramento mediatico nazionale. Si, è vero, esce qualche articolo su qualche giornale, qualche intervista gira sulle reti televisive.

Cinque minuti su RAI 3; qualche minuto di filmato su LA VERSIONE DI BANFI; troppo poco, dice Gaetano, ormai al 110mo giorno di sciopero della fame.

Vanno forte invece le visite su internet. Sono 20 milioni nel mondo gli accessi ai filmati e agli articoli su PRESIDIO MONTECITORIO.it; vanno forte gli ascolti sulle RADIO private locali ma come facciamo a raggiungere quei 13 milioni d'italiani che hanno bisogno dei sussidi pubblici per " tirare avanti ".
Di questo dovremo parlare domenica prossima al PRESIDIO.



QUANTO DURERA' GAETANO ?

Giunto al 110° giorno di sciopero della fame Gaetano è debole ma determinato.

La sua determinazione è la nostra forza, la nostra presenza ed il nostro affetto è la forza della sua determinazione.

Il caldo estivo, che allo Zenit picchia forte sull' INCUDINE DELLA CASTA, fiaccherebbe chiunque; ma ora arriva l'inverno, i temporali ed il freddo. La CASTA lo sa e attende la resa.

Ma non ci sarà resa: sono pronte le staffette della fame, altri LEGIONARI sono pronti al cambio.




Certo, sarà tutto più difficile in quel fortino in faccia al PALAZZO; gli ombrelli da pioggia si sostituiranno alle sediole da spiaggia, il freddo e l'umidità saranno nemici più possenti del sole.

Ma quel PRESIDIO, che qualcuno ha definito UNO SFREGIO ALLA BELLEZZA DEL LUOGO e che forse lo sarà pure, altro non è che l'esternazione dello sfregio interno al PALAZZO, altro non è che il cancro di cui noi paghiamo le pene.





" DA QUI NON CE NE ANDREMO SE NON DOPO AVER MANDATO A CASA LA CASTA."

Questa affermazione è stata gridata 1000 volte. E alla fine qualcuno s'è smosso.

Fra i parlamentari che s'avventurano per quella piazza, " passando rasenti al muro come i topi e le pantegane " qualcuno ha trovato il coraggio per avvicinarsi al PRESIDIO.

Sia chiaro, tutti parlamentari appartenenti all'opposizione; tutti sicuri di potersi difendere dietro il dito di " NOI NON SIAMO AL GOVERNO ".

E' venuto BARBATO, è venuto il V-presidente della Camera BUTTIGLIONE con nutrita scorta di giannizzeri, poi il senatore VITA e l'ex on. Giulietto Chiesa.

Sono andato a scovarli personalmente uno per uno.

E qui è successo il casino. Si, ho provocato proprio un bel casino !

Anche su questo dovremo riflettere domenica.

Se un parlamentare acconsente a rispondere alle nostre domande, non possiamo sommergerlo di richieste convulse! A domanda posta consentire di rispondere.

E questo a prescindere dalla sacrosanta rabbia che, come ho detto, si tagliava con il coltello.

Nei filmati in corso di rilascio quello che è accaduto.


P.S. : tutti gli articoli, i filmati e le video-interviste sulla manifestazione potrete trovarli su www.presidiomontecitorio.it man mano che verranno scaricati.

Tutti i filmati e le video interviste saranno ANCHE disponibili e liberamente fruibili su WWW.YOUREPORTER.IT digitando la chiave di ricerca PRESIDIO MONTECITORIO .

Sempre su WWW.YOUREPORTER.IT , cliccando sulla sigla TheDoctor che compare in basso a destra del filmato è disponibile la sequenza temporale di tutti i filmati prodotti.

martedì 20 settembre 2011

Prossima Manovra : 100 miliardi l'anno, per tre anni," finalizzati " alla riduzione del debito pubblico.

Chi pensa di abbattere il DEBITO SOVRANO con la crescita mente sapendo di mentire.

Non se ne esce solo con la crescita. Con la crescita si può solo abbattere il rapporto percentuale Debito/Pil, ma il Molok continuerà ad ighiottire 80/90 miliardi l'anno di servizio del debito. E poi, con questa classe politica incapace e dedita alla conservazione dei propri privileggi come si fa a fidarsi ?

Ne ho parlato con un altro PREMIO NOBEL !

Cosa ne pensa di affidare alla ripresa la salvezza dell'Italia ?

Guardi, ci vorrebbe una ripresa al 4/5% annuo, per diversi anni, per accumulare " tesoretti " capaci di abbattere adeguatamente lo stock di DEBITO PUBBLICO accumulato dagli anni 80. E' ipotizzabile ?

Dunque ?

La soluzione passa per un mix d'interventi, rigorosamente correlati. Pareggio di bilancio, lotta all'evasione, eliminazione degli sprechi, ma soprattutto cambiamento radicale della classe politica.

Inserire costituzionalmente la previsione di pareggio di bilancio non è un errore ?

In via teorica sicuramente. Con il pensionamento delle teorie Keynesiane l'economia delle nazioni che vi accedono si priva di un valido strumento di regolazione dei cicli economici. Ma considerando il quadro politico italiano è l'unica medicina. Tenga presente che Keynes postulava l'intervento dello STATO nei momenti di crisi. Intervento che andava riassorbito nelle fasi di vacche grasse. Negli ultimi 30 anni la classe politica italiana ha comprato il consenso popolare con il DEBITO PUBBLICO, tralasciando il dettato del riassorbimento delle risorse impiegate.

Si sono arricchiti in tanti !

Certamente. Gli scandali e il malcostume di questi anni sono sotto gli occhi di tutti. La politica è diventata l'arte del consenso per poter poi mungere il bottino pubblico. E' usuale la creazione di strutture politiche inutili, ben remunerate e spesso deleterie oltrechè inutili;c'è poi il " pizzo " sugli appalti di opere pubbliche, anche di piccolo valore. Insomma, tutti si sono attrezzati a seconda delle dimensioni. Miliardi e milioni di euro per i grossi brasseurs d'affaires, qualche migliaio di euro per i nani politici. Tutto questo ha gonfiato il nostro DEBITO. Ospedali terminati da anni ed inutilizzati, edifici carcerari lasciati alle ortiche, strade che terminano con un ponte sospeso nel vuoto, macchinari sanitari che giacciono ancora imballati nei sottoscala ospedalieri; badi bene, questo è avvenuto spesso in settori che avrebbero necessitato di quelle spese. Il che è doppiamente grave.


L'ultima manovra è stata un balletto, non trova ?


Certamente. A parte i codicilli che poi vanificano le disposizioni favorendo questa o quell'altra lobby, il grave è stato il balletto dei provvedimenti, presentati, ritirati, poi modificati a seconda dei sondaggi o del fracasso delle varie consorterie. Ognuno in fondo tira al salvataggio della propria PAGNOTTA. Ma così non si va a dama.


Però la UE ha detto che va bene, che è soddisfatta !

Sfatiamo un mito : il Consiglio UE non è l'ACCADEMIA dei LINCEI o il MIT. L'ultimo rapporto dell'OCSE, dico OCSE non le segreterie dei partiti o dei vari governi, parlava di una 2011 eurobrillante con una crescita dall'1,5% al 3% a seconda dei paesi. Passano 9 mesi e siamo all'inizio di una recessione occidentale, con stati e banche che rischiano il default. Daltronde 3 mesi fa il presidente della BCE non aveva aumentato i tassi perchè l'economia era in ripresa e vigorosa ? Guarda, gli unici economisti che ci azzeccano sono quelli che fanno le previsioni sull'anno prima. Lei ricorderà che Guido Carli, allora Ministro del Tesoro nel 7° governo Andreotti, chiese consiglio a otto Premi Nobel dell'economia sulla soluzione della crisi dell'89. Ebbe otto visioni, otto soluzioni diverse !

Torniamo ai giorni nostri. Come giudica la manovra 5.0 ?

Non risolve i problemi, è un pannicello caldo. Per questo dico che dovranno a breve rimetterci le mani.

Proviamo a disegnarne una ?

Basiamola sul buonsenso.

C'è sfiducia sul futuro, quindi RESTORE HOPE !
- Manteniamo la flessibilità del lavoro che è un additivo, ma rendiamolo utilizzabile in senso industriale. Ovvero più utile e quindi più oneroso. Solo così si eliminano i furbetti della flessibilità e si restituisce certezza ai lavoratori.

- rivediamo molti contratti di lavoro. RESTORE RESPONSIBILITY. Faccio un esempio su mille possibili. Ricordi la scuola dei tuoi tempi, chi ne era il preside ? Il BIDELLO ! Era il responsabile operativo del complesso scolastico. Oggi è un assistito scolastico e spendiamo soldi per i lavori che prima erano competenza dei bidelli.

- RESTORE REALITY: oggi occorrono mestieri e la scuola offre laureati di dubbia qualita'. Spesso non sanno scrivere, spesso non sanno parlare. Il Parlamento ci dà ampi esempi in tal senso.
Il lavoro c'è, ma gli italiani lo disdegnano se non di un certo rango. Ecco, dobbiamo dire ai giovani di togliersi la cacca dal culo e saper scegliere fra la laurea discoccupante ed il lavoro vero. E' la cultura degli anni 70 che deve andare in pensione; quella di un paese avanzato che può far a meno del lavoro intermedio, manuale. E dire che la nostra manifattura ha valore mondiale.
Occorre ficcarsi bene nella zucca che una nazione è come il corpo umano: cervello, mani, ma anche piedi. Da noi le mani e i piedi non vogliono più lavorare.



D'accordo. Ma oggi i problemi sono altri. Il debito pubblico come lo tiriamo giù ?


Ma questo non è un problema se lo si vuole davvero risolvere. Guarda, partiamo da quelli che tu chiami i nostri pozzi petroliferi : l'evasione fiscale.

Premesso che L'EVASORE FISCALE E' UN CRIMINALE , premesso che il suo alibi consiste spesso nello spreco di risorse e nelle ruberie della classe politica, occorre agire su due versanti.

SMONTARE L'ALIBI: questo si ottiene mandando a casa l'intera classe politica attuale, senza se e senza ma. Buttiamo pure il bambino con l'acqua sporca se serve a salvare il paese. Stai tranquillo....... secondo me il bambino non c'è !
Occorre quindi unadraconiana riduzione del costo dei partiti e delle istituzioni.
Chi non se la sente, chi non ci sta.....vada a lavorare e lasci stare la politica.

Occorre di conseguenza laPubblicazione dei redditi nella casa comunale, con tanto di nome e cognome : questo per attivare quella necessaria sorveglianza dei cittadini. Qualcuno si appellerà alla privacy; si, la privacy sui nomi dei criminali !
Altri parleranno di STATO DI POLIZIA, ma è sempre meglio dell'attuale STATO DI CRIMINALI.
Alle istituzioni preposte il compito di accertare quei segmenti più complessi che si realizzano nella sfera commerciale.

Il DEBITO PUBBLICO lo si può abbattere solo in un modo: andando a prendere le risorse lì dove sono ovvero nel segmento IMMOBILIARE.


Quindi siamo alla PATRIMONIALE !

Certamente, non se ne scappa. Se il 60% della ricchezza nazionale è nelle mani del 10% degli individui, a loro compete contribuire al 60% del flusso fiscale.
Quindi, da subito, una patrimoniale sugli immobili che faccia salva la prima casa ed una casa per ogni figlio. Guarda che 100 miliardi di euro si ottengono agendo con una aliquota dello 1% su un patrimonio immobiliare di 10.000 miliardi. Si, capisco che può sembrare un rompicapo, ma 10.000 miliardi di euro corrispondono a 50 milioni di unità ( terreni, abitazioni,negozi,studi professionali, capannoni 1%ndustriali, appartamenti sfitti, garage ecc. ) prezzati 200.000 euro cadauno.

Cosa costa oggi 200.000 euro nell'immobiliare ? Poco o nulla !


Così però pagano sempre i soliti. Non ci sarebbe, in alternativa, il PATRIMONIO PUBBLICO ?

No, pagherebbero i TITOLARI della PROPRIETA' evasori e non. In pratica chi è stato responsabile dell'elezione di questa classe politica negli ultimi 30 anni. Quelli della creazione del DEBITO PUBBLICO ABNORME per intenderci. Non s'è detto RESTORE RESPONSIBILITY ?.

Il patrimonio pubblico ? Si, ma non sarà determinante. A parte che potrebbe essere l'ENNESIMA occasione offerta ai soliti noti per " pizzare ", 400/500 MILIARDI DI EURO non è che si vendano dall'oggi al domani. Invece con 100 miliardi l'anno per tre anni, con il pareggio di bilancio costituzionalmente previsto ( da approvarsi entro un mese non a babbo morto ), con qualche dismissione pubblica si potrebbe agevolmente giungere a 1.500 miliardi di DEBITO SOVRANO.


Cosi però non si toglie benzina ai consumi e quindi alla ripresa ?

In parte minima, perchè si va a prendere dove c'è la ricchezza. L'aumento dell'IVA è togliere benzina ad occhi chiusi. Così non si preserva il ceto medio e i meno abbienti, così si ammazza il cavallo.....Grecia docet !


Classe politica: come la sostituiamo ? LARGO AI GIOVANI dunque ?

Non è detto. I giovani potrebbero essere più affamati dei loro maestri. Questo è un passaggio da non sottovalutare. I giovani sono stati educati da cattivi maestri politici.
La gente deve svegliarsi. Non bastano le chiacchiere di capaci affabulatori; occorre informazione, occorre uscire da antiche logiche di schieramento, occorre scegliere con gli occhi apertiu e le orecchie tese. Oggi l'informazione non manca.


Però nella manovra c'è la galera per gli evasori ?

Non scherziamo ! Le galere sono già piene...... dove li mettiamo gli evasori ?

E poi.... 3.000.000 di evasione..... ma deve essere almeno il 30% del fatturato. Quanti in Italia fatturano 10 milioni di euro ? forse il mio idraulico, il mio barbiere e l'elettricista. Dai..... non facciamoci ancora prendere per i fondelli !


Cosa accadrà dunque?

Accadrà che fallirà la GRECIA, perchè sta scritto nella realtà, ed il giorno successivo in Italia dovranno adottare una MANOVRA OBBLIGATA con tanti saluti alla BCE e alla MERKEL che ogni giorno di più somiglia a BADOGLIO: non ne vince una ma è " ottimista ". Si, come BADOGLIO:, non ne ha vinta una ma almeno l'8 settembre se l'è colta con il Re.


Se poi volete sapere come finirà, vi consiglio un ottimo libro :

BERLINGUER E IL PROFESSORE

E' vecchio di trent'anni, ma credetemi...... è attualissimo !

domenica 18 settembre 2011

Vincenzo Conte non conferma e non smentisce........sogghigna



Conte non conferma nè smentisce la voce proveniente da fonte solitamente bene informata.


UN PRIMARIO STUDIO LEGALE ROMANO STA GIA' CIFRANDO IL DANNO.

Quanto costerà agli IMPRUDENTI votare al buio in favore della SUSSISTENZA DI INCOMPATIBILITA' in consiglio comunale del capogruppo del PDL ?

Dopo le risposte pervenute dalla PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI e dalla PREFETTURA , ma soprattutto dopo lo SCARICO di una dipendente comunale, che sicuramente ha agito su sollecitazione politica, crederanno alle assicurazioni che quelle stesse persone forniranno loro a piene mani ?

Una struttura che ultimamente non ne azzecca una è ancora credibile ?

LA STORIA RACCONTA CHE QUANDO IL CAPITANO E' FUORI DI TESTA LA NAVE E' DESTINATA A FINIRE SUGGLI SCOGLI !

PER RINFRESCARVI LA MEMORIA
http://angelocristofanelli.blogspot.com/2011/09/altra-bombazzaaaa-della-serie-settembre.html


Le dichiarazioni di Vincenzo Conte in video intervista

http://www.youreporter.it/video_VINCENZO_CONTE_ALL_ATTACCO

Mi scrive una gentile signora. Si lamenta del degrado. Non ha compreso che in periferia c'è la SERIE B




Buongiorno sig. Cristofanelli,

la ringrazio per le e mail che mi manda!! Le vorrei far presente il problema della viabilità e della sicurezza su via Enrico Fermi:

marciapedi pieni di erbacce e non praticabili, le ricordo che da Frascati scendono molte persone straniere che si recano all' Enea ecc...che immagine trovano dell'Italia!!!!

E poi quella specie di aiuola all'inizio di via Enrico Fermi all'incrocio delle scuole I.T Enrico Fermi e la scuola Filippine che dimostra l'immagine del degrado con secchioni della raccolta differenziata molto sporchi e buchi sull'asfalto!!!


Le foto sono foto del 23/5/2011

E poi la via di cui non ricordo il nome davanti all'I. T. E. Fermi che è priva di illuminazione, piu' volte segnalato al comune!!!!

Grazie per la collaborazione

Emanuela Bianchi





Gentile signora,

come Le testimoniano le due foto, quella di cui mi parla è una zona che conosco bene.

Sono anni che sottolineo, evidenzio, segnalo, filmo e fotografo ovunque ciò di cui Lei mi parla.

Fosse solo quella strada priva d'illuminazione ! Ci metterei la firma.

Fox clamans in deserto o se preferisce non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire!

Di fronte a queste miserie, tuttavia, abbiamo un Museo che nessuno visita, tante mostre e CIRCENSES a iosa. La GIUNTA DI TOMMASO gentile signora, prosecutrice delle EMOZIONI della GIUNTA POSA, ha un concetto della cultura tutto particolare. Basta farlo capire agli ospiti stranieri che frequentano i nostri centri scientifici: la città si divide in CENTRO e PERIFERIA ovvero in SERIE A e SERIE B.

Lei parla di rotonde,aiuole. Ce ne sono tante a Frascati, ma se toglie la rotonda dinanzi all'ospedale e quella davanti l'Hotel Flora, con annesse aiuole spartitraffico, il resto è desolazione piena.

Però il Consiglio Comunale vota un GIARDINO SENSORIALE ....qui, a Frascati ancora immersa nel verde nonostante le colate di cemento degli ultimi 12 anni.

Cosa vuole Le dica oltre ? Se non si ha visione d'insieme, se non si arriva a considerare una città come un corpo umano che deve trovare armonia nell'insieme, e non solo in qualcuna delle membra che lo compongono........ ci si riduce alle mostre, al cemento ed ai CIRCENSES !





Lei,comunque, non smetta di vigilare e segnalare: io sarò implacabile nella presa....... come un mastino.







Frascati: rotonda di via di Cisternole con " addobbo floreale sensoriale"


LE ROTONDE DEGLI ALTRI



PERIFERIA DI ANZIO, città dalla VERA CULTURA TURISTICA

Seguiranno filmati della serie SPECIALE ROTONDE.