venerdì 4 novembre 2011

Terreni Anagnina 1: " NOI SIAMO PARTE LESA ! "

Piacevole incontro martedi mattina e " amabile " conversazione con il



SINDACO DI TOMMASO






Abbiamo parlato di tante cose, compreso quel mio viziaccio di evidenziare tutte le carenze amministrative riscontrate a Frascati. Io lo faccio per amore della mia città, che vorrei vedere amministrata meglio. Lui dice che lo faccio perchè non l'amo e dovrei di questo vergognarmi. Consensienti, ovviamente, i presenti: il Presidente del Consiglio Comunale Pietro Ciuffa ed il Delegato alla sicurezza, consigliere Franco D'Uffizi. La città è sporca, piena di cicche in terra, ma evidentemente quei filmati che produco li ho girati negli studios. Tutti quei sacchetti d'immondizia che la sera adornano le nostre strade al centro, frutto di una errata impostazione del servizio di raccolta, e che obbligano i mai troppo lodati dipendenti del GAIA ad un crudele servizio di raccatto che i dipendenti della MULTISERVIZI di MARINO neppure immaginano.....tutto inventato, tutto costruito sul set dei miei studios.



E la finanza allegra? La Mostra Modigliani....... 130.000 euro ? Non so leggere, non ci arrivo a capire. Ecco su questo, sul fatto che non ci capisco abbiamo trovato l'intesa.

Sarà evidentemente così anche per la ZTL ( 230.000 euro ), per la messa in sicurezza farlocca di VILLA SCIARRA ( 160.000 euro ), per le case comunali con la muffa ai muri e con le bacinelle in camera da letto. Sarà così anche per l'aumento di capitale della STS, ritenuto urgente dai revisori ma che ancora non si vede. Tutte cose che non capisco come possano sussistere.

E sarà così anche per la PROMOZIONE CASTELLI ROMANI, della cui liquidazione si sono perse le tracce; non si sono invece perse le tracce dell' AFFARE RES NOVA ( 1.200.000/1.300.000 euro ) sul quale, fra un accesso al Comune ed una perquisizione domiciliare, dovrebbe essere in corso una indagine della PROCURA.


Si, probabilmente non ci capisco ma non sono scemo !


Per cui se vendi terreni edificabili per 250.000 metri cubi a 8.000.000 di euro scarsi , ovvero a 32 euro a metro cubo ......... non ci arrivo, ma qualcosa che non va dovrebbe esserci ! E visto che siamo almeno in cinque a pensarla così ( io, i consiglieri Conte, D'Orazio, Privitera e la PROCURA di VELLETRI ) ................... !




Sui Terreni PDZ ANAGNINA 1 " NOI SIAMO PARTE LESA "

Ha detto proprio così il nostro Sindaco quando ho parlato del

DECRETO DI SEQUESTRO INGUATTATO !

Perchè se ricevi un documento di quella portata e lo protocolli dopo 90 giorni,ovvero lo sottrai all cittadinanza per tre mesi............come lo si può chiamare ?



Ecco, confesso che qui proprio non ci ho capito nulla. NOI chi ? Chi sarebbero I LESI ?

La cittadinanza sicuramente, ma non è che quel NOI volesse dire l'AMMINISTRAZIONE ?




Così ho cercato di riordinare le idee.

OGGI NOI SIAMO PARTE LESA


No, non può essere l'AMMINISTRAZIONE , che già nei primi Consigli Comunali del 2010 fu allertata e ammonita dai consiglieri Conte, D'Orazio, Privitera a non procedere oltre in quell'alienazione e rimase silente. NON SI DICHIARO' LESA ma seguitò scelleratamente la sua marcia !


E non può essere l'AMMINISTRAZIONE e LA GIUNTA DI TOMMASO che in quel fatidico 11 maggio 2010 assistette impassibile all'arringa del Consigliere Vincenzo Conte che di seguito vi documento con il filmato assemblato nei miei studios :


http://www.youtube.com/watch?v=QJDRuSIGUUk
Case Comunali, terreni comunali sulla Via Anagnina....21 ettari '" svenduti " a nemmeno 8 milioni euro. Edificabilità per 270.000 metri cubi venduti a 30 euro a metro cubo....nemmeno ! Ma quanto valgono? Sentite un breve intervento del consigliere Vincenzo Conte.


MA C'E' UNA COSA ANCORA CHE NON SONO ARRIVATO A CAPIRE


Se NOI siamo parte lesa..... chi è che la parte che


CI HA LESO ?


Della serie: " continuano ad incartarsi "


6 commenti:

  1. A mio avviso ci sono tutti presupposti di un'azione legale da parte dei cittadini. Chi sarà il Consigliere Cmunale che prenderà l'iniziativa?

    RispondiElimina
  2. Hai capito, il Sindaco!!! caro Angelo ti convoca per "rimproverarti" e lo fa pure davanti a testimoni.....te li raccomando quei figuri.....Amico mio, sai cosa penso? che a te, così come a me e a molti altri cittadini STA VERAMENTE A CUORE IL DESTINO DELLA NOSTRA FRASCATI.......loro a Palazzo Marconi non fanno altro che negare l'evidenza, vale a dire il PESSIMO GOVERNO DELLA GIUNTA DI TOMMASO, che tu - a giusta ragione - chiami BIDENNIO.......
    Caro Stefano (si fa per dire, farei meglio a chiamarlo sindaco e a prendere le distanze dandogli del lei)spero - anzi ne sono certa -legga questo blog, LE PARLO DA PERSONA CHE L'HA SUPPORTATA E HA CREDUTO IN LEI: SI è RIVELATO UNA TOTALE DELUSIONE

    RispondiElimina
  3. Vincent Rules17.11.11

    Per eliminare voci incontrollate si segnala che all'Agenzia del Territorio – Servizio Pubblicità Immobiliare Roma 1 (la ex Conservatoria dei Registri Immobiliari) l'atto in questione è stato trascritto in data 29/1/2010 e dalla trascrizione risulta quale cedente il Comune di Frascati e nuovo proprietario il Comune di Roma. Lo stesso risulta ad oggi dalle visure catastali: proprietario è il Comune di Roma. Quindi, diversamente da quanto apparso sul quotidiano "Il Tempo" di sabato 4 giugno il compratore non è cambiato e nessun piano «è andato all'aria». Attuale proprietario del terreno è il Comune di Roma e non, come si potrebbe intendere dal suddetto articolo, le 22 cooperative cui il Comune di Roma intende successivamente cedere le aree. In ogni caso la Procura di Velletri sta valutando la vicenda in tutti i suoi aspetti e l'Amministrazione comunale esprime fiducia nell'operato della stessa confermando disponibilità e collaborazione per ogni necessario chiarimento.

    RispondiElimina
  4. Angelo17.11.11

    Che dire....visto che il proprietario risulta il Comune di Roma...... perchè non pubblicare anche il MANDATO DI PAGAMENTO col quale si è disposto l'esborso del conquibus? Perchè mica lo avrà acquistato gratis !

    RispondiElimina
  5. Vincent Rules25.11.11

    Assolutamente no. il pagamento è stato effettuato dalla cooperativa di costruttori cui il Comune di Roma ha affidato la realizzazione del PdZ, in vece del Comune stesso. Diciamo che se un bene viene ceduto in maniera "regolare" e nel rispetto dei termini di legge ad un prezzo condiviso tra le parti, se dopo anni si insinua che il prezzo non sia congruo (ma è una questione di opinioni) il problema è di chi ha contrattato quel prezzo e lo ha giudicato congruo cedendo il bene, non di chi lo ha acquistato. Per cui, piuttosto che ergermi a difensore degli interessi della comunità (cosa peraltro nobilissima quando disinteressata ed animata da spirito di responsabilità civica), mi concentrerei sulla valutazione delle competenze della propria amministrazione comunale.

    RispondiElimina
  6. Angelo26.11.11

    Caro sig. Vincent Rules, le competenze della nostra amministrazione le conosciamo bene. A giudicare dagli avvisi d'indagine della magistratura.....debbono essere elevatissime ! Pensi che su una CAUSA PALESEMENTE PERSA.....addirittura hanno aggiunto un avvocato a difesa. TANTO PAGA SEMPRE PANTALONE !

    RispondiElimina