domenica 30 settembre 2012

CATENA UMANA INTORNO AL PARLAMENTO ITALIANO



CITTADINI ANONIMI HANNO CHIAMATO. IL GREGGE ATTENDE GLI ORDINI SINDACALI E DI PARTITO

Evidentemente politici e sindacalasti, ovvero LA CASTA che ha condotto l'ITALIA sul baratro, sono ritenuti più attendibili. Certamente i fatti parlano a loro favore. Chiaramente le LORO ricette di RINNOVAMENTO e le CURE che ci suggeriscono sono il meglio che si possa pretendere.


Sono IL MEGLIO per LORO e per il LORO EGOCENTRISMO. Ecco perchè BUOI e PECORE attendono pazienti nelle stalle e negli ovili il LORO comando. Sanno che oggi, come in passato, sarà il comando migliore. Nonostante l'evidenza,  fiduciosi attendono che questo comando da bocciolo divenga un alberello FIORITO !

 NULLA CI GARANTISCE CHE CHI OGGI CI CHIAMA SIA MIGLIORE DELLA CASTA,  MA QUALE E' L'ALTERNATIVA !


Suvvia, smettetela di fare le tre scimmiette per poi lamentarvi ed imprecare !

Per chi ha gli attributi ed un briciolo di buonsenso

è giunta l'ora di darsi una smossa !


                                             http://www.youtube.com/watch?v=t5PVV0ocGn8


Catena umana 4- Occupazione ad oltranza altro che fino a lunedi !


Catena umana 5 - Noi con le FORZE dell'ORDINE contro i LADRI di REGIME



Catena umana intorno al Parlamento 3- Un popolo esasperato... e MONTI vede la luce !


Qui RADIO FRASCATI LIBERA - Dallo spazio le intercettazioni su GROTTE PORTELLA


Frascati 30 settembre 2012, 123° giorno dell'oscurantismo bolscevico dell'informazione libera.


COSA NE SAPETE DI GROTTE PORTELLA E DEI PATTI TERRITORIALI ?
E DELLE VARIANTI IN CONTINUA VARIAZIONE ?

Se n'è parlato in uno dei tanti consigli comunali che vedono la presenza di cinque o sei concittadini...... quando va bene. Poi ci si lamenta delle devastazioni del territorio e del magna magna della politica !



FRASCATI - L'ASSESSORE ZANGRILLI SU UNA VARIANTE URBANISTICA A GROTTE PORTELLA

FRASCATI - Ancora l'assessore Zangrilli sulle varianti di  GROTTE PORTELLA

FRASCATI - VINCENZO CONTE NON VEDE CHIAREZZA SULLE VARIANTI DI GROTTE PORTELLA


 FRASCATI - SU GROTTE PORTELLA IL CONS. D'ORAZIO METTE I PUNTINI SULLE ì
http://www.youtube.com/watch?v=TR70xt_8Ab0
FRASCATI - ANCORA D'ORAZIO SULLE VARIANTI DI DESTINAZIONE, CIMITERO E MERCATINI
http://www.youtube.com/watch?v=pttphjFipVs


Continua prossimamente.




















sabato 29 settembre 2012

IL QUIZZONE di FINE SETTIMANA


HA DETTO PROPRIO COSI' IN CONSIGLIO COMUNALE L'OTTIMO CONSIGLIERE MATTEO FILIPPONI


A cosa si riferisce MATTEO ? Come si fa ad aumentare i numeri se tre consiglieri si autosospendono dalla maggioranza ?

venerdì 28 settembre 2012

ILCRUISE LANCIATO DAL MESSERE CENTRA LA SALA MACCHINE DELLA GIUNTA DI TOMMASO


AL BREAK DELLE 15,30 IL VASCELLO BOLSCEVICO ERA INCLINATO DI 20° A SINISTRA


UN FURTO !  

Come diversamente definire l'aver privato la cittadinanza dei vari interventi in aula di MESSER PEDUTO ?


Andiamo per gradi. Dopo le interrogazioni si passa al secondo punto all'OdG : l'assestamento del bilancio di previsione. La litania dell' OPPOSIZIONE  è la solita : snocciola le varie giaculatorie fatte di focalizzazione sui numeri che non convincono. 2.500 euro per acquistare 200 libri che non si sa a chi destinati, 50.000 euro di spese in più alla rotonda del SS Sacramento, 500.000 euro distratti dalla messa in sicurezza delle scuole e chi più ne ha ne metta.
 
FRASCATI - CONSIGLIO COMUNALE 28 9 2012 - Il j'accuse del consigliere Carboni

Alza i toni anche il consigliere ALESSANDRO ADOTTI solitamente pacato ! L'opposizione ascolta. Io leggo la preoccupazione nei volti dei consiglieri CASAGRANDE e GULISANO. Sono assenti i consiglieri PRIVITERA, impegnato in un esame di fine corso specialistico ed il consigliere MARZIALE, all'estero per lavoro. Assente anche il capogruppo del PD FRANCO POSA !

Tutto scorre secondo gli usuali canoni; qualche scaramuccia, qualche sottolineatura sull'irraggiungiblità di quel 2 per mille di aliquota IMU che è stata tanto strombazzata da un manifesto si dice a firma del Sindaco, qualche risposta dell'assessore MASTROSANTI.
Accade poi che un consigliere chiami in causa l'intervista rilasciata a IL MAMILIO dal consigliere PEDUTO. Più che un'intervista è in effetti un out-out : o il 2 per mille sull'IMU o non voto il bilancio. E' a questo punto che IL MESSERE chiede la parola per fatto personale. Tutti si guardano stupiti : non è stata proferita nessuna offesa ....... che cos'è questo fatto personale ?

PARTE IL MISSILE DEL MESSERE



Programma elettorale del SINDACO DI TOMMASO alla mano, MESSER PEDUTO annuncia la sua autosospensione dalla MAGGIORANZA insieme ai consiglieri PAOLETTI E CAGGIANO. E via le motivazioni ovvero le inadempienze della GIUNTA DI TOMMASO e , soprattutto, il convincimento fortissimo che non si sia fatto tutto il possibile per arrivare al reperimento di risorse occorrenti al raggiungimento dell'aliquota IMU del 2 per mille.




Hanno pagato i costruttori la prima rata dell' IMU sui tanti appartamenti e ville terminate ed invendute che si contano a centinaia sul nostro territorio ?

Gli oneri di urbanizzazione sono stati tutti incassati ?
E sui condoni edilizi si sono applicati i valori correnti o quelli del 1985 ?



Elencare tutti gli appunti mossi, tutte le occasioni perse " dei quali signor Sindaco abbiamo discusso con Lei e con gli assessori dopo l'approvazione del bilancio avvenuta il 28 giugno 2012 " è impossibile. Ma il MESSERE ha garantito che a fine lavori rilascerà una video intervista per spiegare tutto alla cittadinanza.




Con questa precisazione,contenuta nel secondo intervento, il cons. Peduto risponde al precedente duro attacco portato dall'ASSESSORE MASTROSANTI che aveva dichiarato: " C'è chi siede da 20 anni in questo consiglio comunale " e " abbiamo approvato il bilancio il 28 giugno 2012 con il voto dei consiglieri PEDUTO, PAOLETTI e CAGGIANO " ; dippiù " i risvegli tardivi di un frequantatore degli uffici " ma anche " non esistono verifiche politiche ma solo verifiche di cosa s'è fatto e cosa non s'è fatto ".




Ma non finisce qui. Scusate la tempistica forse scoordinata ( ci sarebbero volute le riprese audio video ! ), ma non è solo MASTROSANTI a suonare la musica. Il consigliere D'UFFIZI stigmatizza : " c'è qualcuno che da 15 anni scompiglia gli accordi. Anche io vorrei fare l'assessore ai lavori pubblici ! Perchè PEDUTO ha fatto le sue considerazioni in aula e non in maggioranza ? E' vero, non abbiamo realizzato il programma, ma se ne poteva discutere."


Sembra tutto precipiti quando interviene il consigliere MARIO GORI : " abbiamo visto la caduta delle ideologie, ora la crisi dei partiti. Voglio collaborare con PEDUTO. Nel programma c'era la rivisitazione del PRG, c'erano da individuare nuove aree per l'edilizia popolare. Sediamoci intorno ad un tavolo nell'interesse dei cittadini. Sindaco c'è bisogno di una nuova maggioranza " ! Posa è assente e quindi GORI :" Due padri nobili del PD oggi dicono che non si può andare avanti "


E' la volta del consigliere, ex assessore, PAOLETTI : " ho sentito commenti ipocriti. Si vogliono spendere soldi senza consultare nessuno." E ancora ...... " Verificate i lavori ed i pagamenti per la rotonda del SS SACRAMENTO. Quei 50.000 euro di spese in più non sono necessarie ". E sul suo abbandono della carica di assessore " avevo troppe deleghe, lo avevo detto; ho fatto la scelta di dimettermi. " E ancora " Non vedo in MARIO GORI lo SCILIPOTI di turno. Il taglio dei 500.000 euro sulla messa in sicurezza dei plessi scolastici non lo condivido. Occorre più attenzione sulla STS. Vedere 10 nuovi automezzi nuovi non mi sembra opportuno "




In tutto questo baillamme il Sindaco si dichiara sereno. E' già stato avversario di PEDUTO alle primarie per la candidatura a sindaco. Nonostante le critiche da sinistra e da destra è sicuro di aver bene operato. " Quando sono arrivato c'erano 29 assistenti domiciliari; ora sono 119 !" Ringrazia tutti...... collaboratori, consiglieri, il Presidente Ciuffa, gli uffici. E' tranquillo, si voterà nel 2014 ma sembra tanto una partenza.




Sono le 15,30 e finisce il primo tempo. Chiedo al MESSERE di dare corso alla videointervista per spiegare il senso della sua autosospensione alla cittadinanza, ma PEDUTO si smarca.

 " Sono stato diffidato dal concedere interviste. Rischio d'essere espulso dal partito ".


Mha..... chi lo capisce sto PD ! Non espellono un RINVIATO A GIUDIZIO e ti buttano fuori per una intervista ! Per inciso..... il MESSERE ha votato favorevolmente all'approvazione del bilancio.

FRASCATI - Intervista fugata a MESSER PEDUTO



Era il 25 luglio....... solo 65 giorni fa! 


16,30 INIZIA IL SECONDO TEMPO !



Alla conta manca il numero legale. Il Consiglio è chiuso. S'è discusso solo il secondo punto all'ordine del giorno ma MAJORA PREMUNT.


E' INIZIATO IL MERCATO DEI PENNACCHI !



giovedì 27 settembre 2012

FRASCATI - IN COMMISSIONE BILANCIO PER L'IMU AL 2 PER MILLE SIAMO ANCORA IN ALTO MARE


" NUMERI VIRTUALI ". E' COSI' CHE LI HA DEFINITI IL CONSIGLIERE VINCENZO CONTE


L'attesa era grande. Si trattava di capire se la tanto sbandierata IMU al 2 per mille sulla prima casa, per la quale il Sindaco DI TOMMASO aveva affisso manifesti a gogò e sulla quale MESSER PEDUTO ha lanciato l'out-out, è realtà o ennesima utopia. I numeri presentati oggi in Commissione bilancio dall'assessore MASTROSANTI non hanno convinto. Ma c'è tempo fino al 30 ottobre !


" NUMERI VIRTUALI " li ha definiti il consigliere VINCENZO CONTE. In effetti fra le minori spese è stato appostato un risparmio di spesa di 2.109.000 euro risultato della differenza fra il presunto versamento al MEF, calcolato dallo stesso ministero nelle previsioni di incasso inviate al Comune di FRASCATI, e l'importo rivisitato.  Altrettanto " VIRTUALI " i minori incassi sui valori presunti per IMU su 1a  e seconda casa pari a complessi 1.400.000 euro circa. E dire che, visto il versamento IMU direttamente alla TESORERIA comunale, sarebbe bastato chiamare il tesoriere e farsi dire il saldo puntuale del conto. Questo non è stato fatto o , perlomeno non è stato comunicato ai commissari. 

 C'è poi da evidenziare lo sforzo per coprire il DISAVANZO CORRENTE dell'esercizio 2009 pari a 2.400.000 euro che ha pesato e pesa per circa 800.000 euro l'anno negli esercizi 2010 - 2011 - 2012 e che dovrà essere ripianato entro il 2012.  Servono ancora circa 183.000 euro !

Non mancano tuttavia le certezze. Una di queste dice che la CORTE DEI CONTI tiene sotto stretto monitoraggio l'amministrazione frascatana.

Un'altra dice che.............................................




DEBITI FUORI BILANCIO !  Ma tu chiamale se vuoi ........... EMOZIONI


Il SINDACO DI TOMMASO lo aveva detto nella campagna elettorale: " un'altra GRANDE STAGIONE per Frascati ".
Ha mantenuto la parola !




Intanto il Consigliere Conte avverte : ma come fate a votare questo bilancio ?

FRASCATI - Vincenzo Conte sul bilancio in votazione- IMU al 2%° è ancora una chimera
http://www.youtube.com/watch?v=HMXoRRzeRSE&list=UUmH9ZIeOtGPHp40iwTLEtaA&index=1&feature=plcp


FRASCATI - RISCHIO CONTENZIOSO : Vincenzo Conte sul bilancio in votazione
http://www.youtube.com/watch?v=riepKvd73N4&list=UUmH9ZIeOtGPHp40iwTLEtaA&index=2&feature=plcp



Vincenzo Conte , Il Mamilio, Mario Gori, Corte dei Conti,TERRENI di ANAGNINA1
http://www.youtube.com/watch?v=P-fgERWhFkI&list=UUmH9ZIeOtGPHp40iwTLEtaA&index=1&feature=plcp


 

La latitanza bolscevica è fatto comune nei CASTELLI ROMANI


IL GRUPPO DI MAGGIORANZA DI ROCCA DI PAPA NON SI PRESENTA IN COMMISSIONE PER DISCUTERE TEMI IMPORTANTI PER LA CITTADINANZA






Il consigliere comunale di Rocca di Papa Emanuele Crestini è stato l’unico presente all’assemblea della Commissione di Pianificazione e Assetto del territorio che si è svolta lo scorso 25 settembre nella sede comunale. Si è trovato solo all’incontro che avrebbe dovuto deliberare su tematiche importanti per la cittadinanza. Si discuteva infatti del regolamento per disciplinare i Piani di utilizzazione Aziendale (PUA) di cui oggi il comune è ancora carente, dei modi e dei tempi per la vendita di aree “standard” urbanistiche e infine della proroga dei termini relativi alla convenzione tra comune e il consorzio del “Giardino degli ulivi”. Dei membri della commissione che non si sono presentati nessuna traccia. Pizziconi Simone e Serafini Giorgio, appartenenti al gruppo di maggioranza, non solo non hanno motivato la loro assenza ma neppure si sono prodigati per avvertire per tempo. “Si comprende da questi comportamenti la mancanza di sensibilità del sindaco di Rocca di Papa verso le problematiche di cui si sarebbe dovuto discutere nell’assemblea e che erano importanti per la cittadinanza – afferma Crestini – Pasquale Boccia infatti avrebbe dovuto sollecitare i due rappresentanti della commissione ad essere presenti e non lo ha fatto. In un momento così delicato per la politica nazionale e locale – continua Crestini – in cui i rappresentanti istituzionali devono riguadagnarsi la fiducia dei loro elettori, non riesco a comprendere il gruppo di maggioranza di Rocca di Papa che viene meno agli obblighi di governo della città”. In tutti i comuni la commissione urbanistica rappresenta uno dei più importanti strumenti amministrativi attraverso cui gestire, salvaguardare e valorizzare il territorio. In genere è convocata con scadenza regolare e riceve un grande consenso da parte dei suoi rappresentanti. “Il sindaco Pasquale Boccia che dice di essere un politico “navigato”, si comporta in realtà come se fosse alle prime armi – dichiara il consigliere Crestini – ho apprezzato la presenza in commissione del primo cittadino accompagnato dall’assessore Marika Sciamplicotti, ma devo constatare la sua mancanza di autorevolezza nella gestione dei problemi della città”.

DICONO CHE L'ITALIA SIA UN PAESE DEMOCRATICO. SI VEDE !


I TRUFFATORI CON RAGGIRO A PIEDE LIBERO ......... SALLUSTI IN GALERA !
LE SENTENZE NON SI DISCUTONO....... CERTE SI BUTTANO DIRETTAMENTE NEL CESSO !




Ora nulla sarà più come prima !



mercoledì 26 settembre 2012

ECCO COSA MI HA CHIESTO IL MAGISTRATO E QUELLO CHE HO RISPOSTO


DOPO IL  MIO ARRESTO, CHE AVVERRA' NEL CORSO DEL PROSSIMO CONSIGLIO COMUNALE, PUBBLICO IL VERBALE DELL'INTERROGATORIO



M : Lei è accusato di turbativa pubblica  e resistenza alle forze dell'ordine. Si riconosce colpevole ?

A : ma neanche per sogno signor PM ! Io stavo soltanto filmando il lavori del Consiglio Comunale per informarne la cittadinanza.

M : ma Lei ha resistito alla forza pubblica. Perche ?

A : signor PM volevano sequestrarmi senza motivo la mia macchina fotografica. Ero in un luogo pubblico, riprendevo una seduta pubblica per legge, c'erano degli uomini pubblici. Che reato è ?

M : ma questo è vietato, Lei lo sa.

A: vietato da cosa ? Da un PAPELLO IMMORALMENTE OSCURANTISTA ? Da un PAPELLO BOLSCEVICO ?

M : scusi, ma perchè Lei quel REGOLAMENTO lo definisce OSCURANTISTA e BOLSCEVICO ?

A : signor PM, ma anche un bambino capisce che si sta negando la VERITA' al POPOLO. E non era questo tipico del BOLSCEVISMO ?

M : si, ma Lei parla di OMERTA' !

A :  certo ! Scusi, vedo alle sue spalle un dizionario GARZANTI. Legga come viene definita l'OMERTA' a pagina 1474.
" Solidarietà, silenzio su mancanze altrui  per salvaguardare propri interessi, per timore di conseguenze negative."

M : Si vedo, non fa una piega. Mi faccia capire, ma cosa si dice in quell'aula ?

A : Ohooooooo Vostro Onore ........ se ne sentono di tutti i colori ! Per lo meno nelle sedute pubbliche.

M: perchè ........ ci sono sedute che non sono pubbliche ?

A : certo. Quando ricorrono nomi, cognomi, fatti. Che poi , mi consenta, ci sono anche abusi. Quando una storia è finita sui giornali, in televisione ....... ma di quale segreto parliamo ? Vede ... lei mi sta interrogando e c'è il pubblico che vede e sente.

M : ma allora perchè le segretano se è come Lei dice ?

A : a me lo chiede ? Però, a ben vedere un motivo c'è. Se lo sapessero gli elettori quello che si dice in quell'aula......... sa LEI quante carriere politiche finirebbero ? !!  E poi c'è LEI signor PM !
M : io ? E cosa c'entro io ?

A : cosa c'entra LEI ? Ma scusi, appreso di un ipotetico reato LEI potrebbe o no procedere d'ufficio ? Se lei sapesse di certi intrecci inconfessabili, di certe compartecipazioni .......... eheeeeee ?



M : certamente che potrei indagare. Ma scusi........ non le basta fare la cronaca ?

A : e no dottore ! Vede, la cronaca è fredda, non ha l'enfasi della voce. Potrei sbagliare un termine, un concetto ........ poi davvero dovrei tornare qui da LEI. E poi dovrei massacrarmi per riportare 8/9 ore di cronaca. Guardi io lo faccio gratis, mica sono pagato !Con la ripresa video invece nulla sfugge. I toni, le pause, la valenza dell'oratore, il linguaggio del corpo. E' di questo che hanno timore signor PM, della loro nuda verità !

M : già, ma vedo che LEI riporta le voci di questi consigli. 

A :  le voci, non le immagini ! O almeno, a volte anche le immagini. E' per questo che hanno fatto il PAPELLUM AD MAGGIORANZAM BOLSCEVICAM. Ma ha visto la faccia del PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELLA REGIONE LAZIO mentre la POLVERINI parlava ? E le pare nulla ! Pensi a che punto siamo giunti : si riprendono i lavori di un drammatico Consiglio Regionale, si riprendono i processi alla MAFIA e  non lo si può fare a FRASCATI !

M : ma lo sa che Lei mi incuriosisce ! Quasi quasi me lo vengo a vedere un Consiglio Comunale a Frascati. Quando c'è il prossimo ?

A : il 28 settembre signor PM. E si parlerà di bilancio ....... di numeri.

M : Il 28 seetembre ? Il giorno del suo arresto ! Un'ultima domanda. Ma su tutti questi fatti frascatani cos'ha da dirmi ancora ?

A : dirLe ? Io non Le dico nulla. Io ho solo qualche quintale di carte che ovviamente non ho portato. Ma se vuole ...........

M : guardi, non le faccio perdere altro tempo. Vada, vada e ....... mi tenga informato. E comunque ci vediamo il 28 settembre a Frascati. Vengo ad arrestarla di persona !

A :  ALLORA SONO LIBERO ?

M :  guardi....... sono altri i messeri che andiamo cercando. Vada, vada e..... buon lavoro !

POPOLO BUE E' GIUNTA LA TUA ORA ! SAPRAI FAR VALERE IL TUO VALORE ?


REGIONE LAZIO PRIMA.
A GIRO LE ELEZIONI POLITICHE.
IL MESSERE INTANTO SCALPITA A FRASCATI !



Accade di solito ogni 4/5 anni. Il POPOLO BUE, dismesso il giogo, per qualche ora abbandona i campi e le are per recarsi al voto. E' il suo momento di gloria. Bello e infiocchettato, con la promessa di buon fieno in abbondanza o di una stalla migliore, si recherà a votare. Spesso il padrone l'accompagna, tenendo ben serrata nelle mani la cavezza ideologica.

INTANTO A FRASCATI.......

Sembra che anche qui in collina l'evento possa all'improvviso manifestarsi. Lo si intuisce da certe " elargizioni clientelari " magari al coperto di un mercato o nella villa di periferia dove i buoi venivano condotti. Lo si intuisce dalle " liste " in preparazione per la festa.


Già, perchè, secondo rito, circa 300 giovin torelli che magari mai hanno visto l'arena dove dovrebbero siedere saranno invitati alla festa. Il loro ruolo non consiste stavolta nell'essere finanziariamente spennati, ma nel portare voti !

POPOLO BUE

SAPRAI FARTI VALERE IN QUESTI SACRI RITI ?


martedì 25 settembre 2012

UNO SCATTO D'ORGOGLIO. RENATA POLVERINI MANDA A CASA " GLI INDEGNI "


LA SORA RENATA INIZIA MALE E FINISCE PEGGIO. COSI' LA VEDE UN ISCRITTO AL PDL DA FRASCATI 





I prodromi s'erano visti nel 2009, al momento della  formazione della lista del PDL per le locali votazioni amministrative. Il bis giunse alle elezioni regionali del 2010. Quando le beghe interne arrivano a non farti iscrivere al campionato vuol dire che le metastasi sono già in circolo.

Io mi sono sempre chiesto perchè un candidato ad una carica elettiva, anche minima, si sobbarchi di tante spese. Cene, manifesti, volantini, affitto di sale cinematografiche, sale convegni e quant'altro. Ora le due risposte le abbiamo.

La prima ce la danno congiuntamente il Presidente della Corte dei Conti, Giampaolino, e l'on. Antonio Di Pietro.

Dice il primo che la corruzione è dilagante; il secondo afferma che la tangente sia passata dal 5% al 10% degli " affari ".

La seconda ce l'ha data Ju BATMAN.


Oggi sappiamo che a tutto ciò si aggiunge anche la TASSA LEGALE delle prebende regionali. Li spenderei anch'io 600.000.000/1.000.000.000 di lire se con un paio d'anni, fra riffe e arraffe, rientrassi dell'investimento e per altri tre anni portassi pingui dosi di fieno in cascina  !

1.500.000.000 di lire s'è incassatto, più o meno in due anni e mezzo, fra riffe e arraffe MESSER FIORITO !

E se è tutto regolare forse non lo sapremo mai, visto che dal gennaio 2008 aspettiamo l'esito ( in primo grado ) dell'altro grande scandalo dei  RIMBORSI D'ORO ALLA PROVINCIA DI ROMA all'epoca di ENRICO GASBARRA PRESIDENT !


Alla fine qualcuno penserà che è tutto un  FACITE AMMUINA. Tu sgraffigni, io mi costituisco parte civile...... poi va tutto in prescrizione. Tranquilli, non cambia nulla. Dopo lo sdegno iniziale dell' AMMUINA, cariche e fasce blu per la miss o il mister !

Dicevo che ha iniziato male la SORA RENATA, con quell'affaraccio della lista non ammessa; per inciso ....... che fine hanno fatto quei prodi maneggiatori ? Bhoooooo !

Ha proseguito peggio, chiamando come ASSESSORI ESTERNI gli AUTOTROMBATI-INSIDER !  Poaretti, dovevano recuperare per tutte quelle energie invano profuse. E così arrivano i VITALIZZI D'ORO; dopo appena un anno e mezzo la pensione è assicurata.


MA CHE SUCCEDEVA A FRASCATI NEL MENTRE ?

No, decisamente non si andava bene all'interno del PDL a FRASCATI ! E così l'ASSESSORE REGIONALE , nonchè coordinatore regionale del partito, decise ( consigliato da qualche esperto di politichetta ) di COMMISSARIARE la piazza.

Cosa ti aspetti da un commissario  oculatamente scelto da un ottimo COORDINATORE ? Che prenda in mano la cosa e risolva i problemi. Infatti ....... non s'è mai visto, o almeno gli iscritti non l'hanno mai visto! Però un segno di vita lo dette : " VEDETEVELA DA SOLI " mandò a dire IL GATTO SILVESTRO DA ALBANO dopo aver incassato il minimo storico del partito su quella piazza.  E questo la dice lunga sulla qualità del TOP MANAGEMENT ! Io, al momento, aspetto ancora la tessera del 2012, pagata 40.000 lire e mai ricevuta. Quando si dice.... IL PARTITO !

ALLA PISANA intanto ...........

Bhè ...... accadeva di tutto ! Fra ostriche e champagne, fra 2.400.000.000 lire di manifesti, 38.000.000 di lire per due settimane di vacanze al mare ristoratrici, c'era da tappare i buchi lasciati dal buon MARRAZZO ! C'era anche da protestare per i tagli del GOVERNO, non del cattivo TREMONTI, ma dell'ottimo MONTI ( facciamo economia anche sui cognomi !).

Parte i codazzo dei SINDACI TAGLIATI verso la PISANA come, altrove, verso le sedi regionali italiane dove regnano i COMPAGNI DI MERENDE DELLA CONFRATERNITA.



Il tutto fra un pranzo nella foresta locale e qualche partecipazione societaria di FIORELLINI DE PAESE di seconda e terza categoria. 

Ed è qui che entra in scena il leggendario POPOLO BUE !
Addiziona qui, addiziona là ......... la SORA RENATA, nonostante gli INDEGNI PJONI, dimezza mi sembra il deficit sanitario. 

Il resto è cronaca di queste ore. Una parte degli INDEGNI PJONI si violenta. Rinunciando, fra riffe e arraffe, a 30/50 milioni di lirozze al mese si dimette. Un' occasione d'oro per la SORA RENATA che, senza OPPOSIZIONE, avrebbe avuto mano libera per quel rinnovamento a chiacchiere sempre sbandierato!

Avrebbe potuto portare al voto quanto segue, ma non solo :

ALL INCLUSIVE retribuzione consiglieri: 6.000.000 al mese

SCHEDA TELEFONICA :  100.000 lire al mese

Via tutte le AUTO BLU meno quella presidenziale

COMMISSIONI : aggratise visto che sono riunioni durante il lavoro già retribuito

ANAGRAFE PATRIMONIALE ELETTI : perchè no ?

Ora, visto che tutto ciò non è stato fatto, abbia il coraggio-dovere la Presidente uscente perlomeno di svuotare la fossa biologica !

IL POPOLO BUE VUOLE SAPERE COSA ACCADEVA IN QUEL CASINO ! 


FRASCATI - IL QUIZZONE VIGNAROLO


ALTRO QUIZZONE ALTRO PREMIO




Chi è il politico barcaiolo e novello agricoltore il cui commercialista è revisore dei conti di una società frascatana nella quale
l' amministratore unico è il genero di un amico di ..........

La difficoltà del quesito necessita di un premio rinforzato

Aperitivo per 5 al BAR ROMA a FRASCATI !

REGOLAMENTO
SI PUO' RISPONDERE INVIANDO LA SOLUZIONE IN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO SE SI E' REGISTRATI SUL BLOG


SI PUO' INVIARE LA RISPOSTA VIA MAIL A



SI PUO' INVIARE LA SOLUZIONE SU FACEBOOK DOVE QUESTO ARTICOLO
VERRA' PUBBLICATO











lunedì 24 settembre 2012

REGIONE LAZIO - I CONSIGLIERI DEL PD SI DIMETTONO. IL PALLINO RESTA ALLA SORA RENATA.


NON E' CHIARO SE SIANO DIMISSIONI IRREVOCABILI. ORA LA SORA RENATA HA MANO LIBERA.



Dunque il dado sembrerebbe tratto. Dico sembrerebbe perchè non è chiaro se si tratti di dimissioni irrevocabili, se i primi non eletti subentreranno o meno. Ora il pallino è nelle mani della SORA RENATA e dell' UDC. Si dimetteranno, non si dimetteranno ? Bhe, prima di prendere decisioni ci sarebbe ancora qualcosa da fare.

Ci sarebbe da ridare dignità a quel consesso sputtanato come non mai. Perchè se con MARRAZZO si trattò di uno scandalo morale o meno a secondo dei punti di vista, stavolta si tratta di altro. E su quest'altro  il POPOLO BUE di destra, di centro e di sinistra è unanime.

Si facciano quindi i tagli che occorrono: stipendi ( 6.000.000 di lire al mese bastano e avanzano), fondi ai gruppi e per la politica ( 100.000 lire al mese a cranio vanno bene ). Via ogni rimborso, 100.000 lire al mese di scheda telefonica, Commissioni gratis ( è il loro lavoro ), via le auto blu ; quella per la PRESIDENZA della REGIONE è più che sufficiente. Insomma, si dia esecuzione al REFERENDUM POPOLARE che abolì il finanziamento pubblico ai partiti.

Senza opposizione è un giochino approvare queste cose.

Dopo di ciò, dopo questa nobile deliberazione, opportunità vorrebbe che si vada tutti a casa e si restituisca la parola agli elettori.  Sono certo che vi farebbero un monumento !



E OGGI ANCHE PANNELLA PARLA DI
" POPOLO BUE "

domenica 23 settembre 2012

Ma guardate cosa mi tocca leggere su FACEBOOK !



FINCHE' NEI PARTITI ESISTERA' GENTE SIMILE ! 
" I NOSTRI CANDIDATI FIRMINO UN CODICE ETICO"
........ TANTO NON VALE NULLA !







Enrico Gasbarra


Davanti a una così gigantesca disfatta politica e morale della coalizione che da tre anni governa il Lazio la risposta del centro destra e della presidente Polverini è stata quella di arroccarsi in un bunker. Nonostante le responsabilità siano ben individuate, tutti devono riflettere e tutti sono chiamati al cambiamento. Noi dobbiamo dimostrarlo subito.

C'è bisogno di un elettroshock, c’è bisogno ricollegare questa istituzione con il suo popolo. C'è bisogno di un nuovo grande progetto di ricostruzione, di rigenerare la politica e di dare al Lazio subito un nuovo governo regionale capace di risolvere i drammatici problemi dei cittadini. Il PD metterà in campo tutte le azioni più concrete per tornare immediatamente al voto, dando sostegno, anche con i Circoli, alla mozione di sfiducia presentata dagli eletti in Consiglio regionale affinché diventi una mozione popolare di sfiducia e di scioglimento dell'Assemblea.

Sicuro dello spirito di servizio a cui tutti si sentono chiamati chiedo ai consiglieri regionali del Pd la disponibilità a mettere in atto tutti i gesti e le azioni più concrete per raggiungere l'obiettivo del voto. La particolare fase politica impone ai partiti da una parte e agli eletti dall'altra un'azione straordinaria dentro il Consiglio regionale e fuori, nei territori. Sono certo che tutto il partito e tutti gli eletti sapranno raccogliere il grido di cambiamento che i cittadini invocano e tutti insieme lavoreremo per tornare al voto.


Angelo Cristofanelli Art 5 del codixe etico del PD : i RINVIATI A GIUDIZIO vanno espulsi dal partito. PUNTO
ENRICO GASBARRA li mette CAPOLISTA ! NICOLA ZINGARETTI li manda di rappresentanza con la fascia della PROVINCIA. E questo sarebbe il RINNOVAMENTO ?

Angelo Cristofanelli  "C'è bisogno di un nuovo grande progetto di ricostruzione, di rigenerare la politica e di dare al Lazio subito un nuovo governo regionale capace di risolvere i drammatici problemi dei cittadini " GASBARRA VERGOGNATI !

CANCELLA QUEL POST E DIMETTITI ..... CI FAI MIGLIORE FIGURA !





IL RUMOROSO SILENZIO DEL COLLE. E TANTI ORMAI SI CHIEDONO " MA GIORGIO CHE DICE ? "




L'avanzata dei "forchettoni". 

Da "la Repubblica"


Uso a contar anche le virgole sui decreti ...... il COLLE tace !


CASO LAZIO

Trenta milioni in due anni  Ecco le cinque delibere scandalo
Il sacco inizia nella primavera 2010. La Polverini fa salire da uno a 5 milioni il fondo per i gruppi. È Maurizio Stracuzzi, capo del trattamento  dei consiglieri, a chiedere di allargare la dote di 8,5 milioni

di CARLO BONINI e CORRADO ZUNINO

ROMA - Cinque delibere del presidente dell'Assemblea regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, documentano che l'assalto alla diligenza che, in due anni e mezzo, ha consegnato 30 milioni di euro di denaro pubblico all'inesauribile appetito dei consiglieri della Pisana sotto le due voci  "corretto funzionamento dei gruppi" e "rapporto tra elettore ed eletto", ha una paternità politica (la governatrice Renata Polverini, il suo assessore al bilancio Stefano Cetica e, appunto, Abbruzzese), una mano tecnica e una complicità silenziosa (con la lodevole eccezione dei  radicali) di chi "chiedeva e riceveva" senza fare troppe domande.

Arrivano i "forchettoni"

Racconta Franco Fiorito a verbale che "il denaro arrivava a pioggia". Che "non controllava nessuno". Che la decisione di aprire ciclicamente la cuccagna era affare "nella sola discrezionalità di Abruzzese", suo compagno di partito. Nelle sue parole, sembra esserci una parte di verità. Ma solo una parte. La storia di questo sacco ha infatti una suo incipit: le elezioni regionali della primavera del 2010.

La Polverini è il nuovo  Governatore e la variopinta maggioranza di centro-destra che transuma alla Regione ha come primo assillo quello di mettere mano alla cassa per 
rabboccare le tasche dei nuovi consiglieri prosciugate dalla campagna elettorale. La vecchia giunta Marrazzo ha infatti stanziato in bilancio per  quell'anno "solo" 1 milione di euro destinato al "funzionamento dei gruppi". Non fosse altro perché il Paese sta entrando nella peggiore recessione della storia repubblicana. Troppo poco per l'appetito della nuova maggioranza. Al punto che, il 14 settembre, il nuovo presidente dell'Assemblea Abbruzzese quella cifra la quintuplica, facendo lievitare quel capitolo di bilancio, da 1 a 5,4 milioni di euro.

Non è esattamente un atto da contabile. È un atto politico, che, come tale, ha l'avallo 
della Polverini e del suo potentissimo assessore al bilancio, Cetica. Ma che non merita più di una striminzita paginetta di giustificazioni. 

Nella delibera numero 90, si legge infatti che "l'integrazione del "contributo" ai gruppi si rende necessaria dal cambio di legislatura, dai  sostanziali cambiamenti nel numero dei gruppi e nella loro consistenza".

L'atto è firmato da Abruzzese e da Nazareno Cecinelli, segretario generale della Pisana, un tipo con la licenza liceale presa ai salesiani di Caserta, nato in provincia di Latina e cresciuto politicamente nella  Destra, all'ombra del padre-padrone di quelle plaghe, Claudio Fazzone, ex poliziotto di Fondi diventato signore delle tessere e dei voti.

La "torta" lievita

La coppia Abbruzzese-Cecinelli è di nuovo al lavoro nel 2011.

In gennaio, la Giunta decide di confermare in bilancio la previsione di spesa per 
il "funzionamento dei gruppi" già rimpinguata tre mesi prima. Dunque, 5 milioni e mezzo. Ma, neppure due mesi dopo, il 5 aprile, l'auto-elargizione deve apparire del tutto insufficiente.

E, per tre volte, di lì a novembre, vengono dunque nuovamente messe la mani nella cassa. 

Tecnicamente si chiamano "variazioni di bilancio al capitolo 5". Di fatto, è un giochino contabile di vasi comunicanti, che vede svuotarsi altre voci del bilancio regionale a vantaggio del costo di "auto-sostentamento" della politica.

Il 5 aprile, dunque, i 5,5 milioni iniziali vengono "integrati" con altri 3 (delibera 33). Il 19 luglio (delibera 86), di altri 3 ancora. L'8 novembre (delibera 72), di 2,5. Per una tombola finale di 14 milioni.




"Chiedete a Stracuzzi"

Le motivazioni dei tre provvedimenti sono fotocopia. Segnalano "una richiesta di fabbisogno", senza dettagliarne le ragioni. Spiegano che la sollecitazione ad allargare i cordoni della borsa di ben 8 milioni e mezzo arriva niente di meno che da tale "Signor Stracuzzi Maurizio, Responsabile della Funzione Strumentale del trattamento dei consiglieri". È lui, si legge nelle delibere, che non solo suona la campana che avvisa della "riserva" nel portafoglio della politica, ma, addirittura, ne quantifica "il fabbisogno". Che è un po' come dire che un cda di una  Banca fa un aumento di capitale su segnalazione dell'addetto allo sportello per i correntisti. Ma tant'è. Nessuno obietta. Tantomeno al momento di rendicontare il bilancio di quell'anno.

Ascoltato due giorni fa dai militari del Nucleo Valutario, Abbruzzese, con disarmante candore, spiega infatti che in quel lavoro sul bilancio non c'è nulla di illegittimo.

"Sia nel 2010, che nel 2011 - dice - la proposta di "variazione" è stata prima approvata dalla commissione bilancio della Regione (di cui, guarda caso, Fiorito era  presidente ndr.) sia dall'Organismo di controllo, il Co. re. co. co, sia dal Consiglio in fase di voto di approvazione del rendiconto consuntivo  del bilancio con legge regionale".

Semplice, insomma. Prima ci si auto-certifica un "fabbisogno aggiuntivo". Quindi lo si accolla in testa a un  funzionario (il signor Stracuzzi Maurizio) e alla fine lo si legittima con il voto dell'aula.


"Ho preso, ma ora restituisco"

Una volta distribuita da Abbruzzese, la cuccagna diventa affare "privato" di ogni gruppo. Nel Pdl - come racconta lui stesso a verbale - lo stile della casa lo detta Fiorito. La "stecca para" ritagliata dal contributo ai gruppi prevede 100 mila euro netti l'anno a consigliere.

Ma per lui è triplicata. Tocca i 300 mila netti. Perché - si giustifica - "sono consigliere, capogruppo e presidente di commissione".

 Per una busta paga che si muove così sui 35 mila netti al mese, con picchi che superano i 40. Attraverso il suo avvocato Carlo Taormina, dice ora Fiorito che parte di quei soldi - 400 mila euro, secondo il calcolo che ne ha fatto - è pronto a restituirli. A farli confluire su un conto che la Procura o la Guardia di Finanza gli indicheranno. Non è al contrario dato sapere cosa faranno gli altri consiglieri del Pdl.


"Richiedo e ricevo"

Per quel che Fiorito ha riferito a verbale, la quota dei consiglieri Pdl da 100 mila netti annui "veniva versata con cadenze di 25 mila euro a  trimestre. Anche se poi qualcuno li finiva prima". Mentre la quota di 4.190 euro (da ieri dimezzata) alla voce "mantenimento del rapporto tra elettore ed eletto" veniva elargita mensilmente. Portando così la retribuzione media di un consigliere Pdl intorno ai 20, 25 mila euro netti al mese (senza contare i rimborsi chilometrici di chi alla Pisana arrivava in auto propria, come la Nobili, che faceva Roma-Rieti in Porsche). Per molti, non c'era neppure l'obbligo di giustificare una parte di quell'importo che pure ricevevano quale "anticipo" di spese ancora da sostenere. Era sufficiente un'autodichiarazione su un qualunque foglio: "Richiedo e ricevo per attività svolte sul territorio".

11.598 euro non possono bastare


Certo, nella notte della Pisana, non tutti i gatti sono stati necessariamente neri. Perché pur godendo della stessa manna, qualcuno, come il Pd Sel, ha quantomeno stabilito regole di trasparenza sull'accesso ai rendiconti delle spese.


Tranquillo il capogruppo PD Esterino Montino. 


 I Verdi hanno rinunciato al rimborso chilometrico. radicali di Emma Bonino non hanno giustamente smesso mai di strillare.

Certo, la Polverini non deve averli mai sentiti in questi anni. A maggior  ragione quando impose l'emendamento che riconosceva ai 14 assessori un vitalizio che assicurerà all'uomo a lei più vicino, Cetica, una vita libera da angustie quando lascerà la Regione. Anche se - è notizia che la governatrice ha voluto ieri rendere pubblica - lei, che "campa del solo 
stipendio da consigliere e Presidente della giunta", pare non arrivi a fine mese.

"Ho il conto sempre in rosso", ha spiegato compiaciuta. Con gli  11.598 euro netti che prende ogni 27 in busta (cui vanno aggiunti i 100 mila annui da consigliere e i 4 mila 190 mensili per il rapporto "eletto- lettore") evidentemente non ce la si fa. 

MENTRE TUTTO CIò ACCADEVA .......... IL POPOLO BUE PAGAVA ADDIZIONALI E IMU , QUALCUNO SI SUICIDAVA E TANTI FACEVANO LA FAME !

TUTTI AL MURO !

sabato 22 settembre 2012

FRASCATI - IL QUIZZONE : primo quesito


CHE CI AZZECCA UN PASSAGGIO A RASO CHE FINISCE ADDOSSO ALLA ROCCIA ?


REGOLAMENTO


SI PUO' RISPONDERE  INVIANDO LA SOLUZIONE IN COMMENTO A QUESTO ARTICOLO SE SI E' REGISTRATI SUL BLOG

SI PUO' INVIARE LA RISPOSTA VIA MAIL A


SI PUO' INVIARE LA SOLUZIONE SU FACEBOOK DOVE QUESTO ARTICOLO
VERRA' PUBBLICATO


IL VINCITORE AVRA' DIRITTO AD UNA COLAZIONE, CAFFE' O CAPPUCCINO E BRIOCHE,
PRESSO IL BAR ROMA A FRASCATI

FRASCATI - A Cocciano quasi TORA TORA TORA in Via Palmiro Togliatti


LA PROSSIMA SETTIMANA ANCORA
'A TELEVISIONE SUL LUOGO




Dopo 5 mesi d'incuria, dopo due filmati-denuncia de 'A TELEVISIONE a Via PALMIRO TOGLIATTI possiamo quasi dire TORA TORA TORA. Già " quasi ", perchè ora occorrerà sistemare definitivamente il marciapiede. Ci vorranno altri 5 mesi ? Una cosa è certa : con cadenza settimanale 'A TELEVISIONE tornerà sul posto ! Sorge però un sospetto. Non sarà che qui si è intervenuti visto l' illustre nome del titolare della via ?

Già, perchè il Sindaco non lo sa, ma a via FONTANA VECCHIA l'incuria è maggiore ! Come non approfittare di questa situazione per risegnalarlo !?!?



FRASCATI - Cocciano : a VIA IL MIGLIORE quasi TORA TORA TORA