giovedì 31 marzo 2016

ATTELLAPS, ERROTSA, PISCIOLINI e la CAMBIALE RIPRESENTATA ALL' INCASSO


DOPO IL DELUDENTE CONSIGLIO COMUNALE GIRANO STRANE VOCI A
ITACSARF


Non c'è stata alcuna relazione del Sindaco al Consoglio comunale sull' ultima udienza del Processo ASTRA 8

Sulla questione del CPIA poi, dopo l'evidente mancanza di una programmazione di lungo respiro di questa e della precedente amministrazione guidata da GATTOPARDO 3, si è deciso per un tavolo della concertazione con i dirigenti delle scuole interessate. Lasciatemelo dire, e magari qualcuno contesterà, ........

a me me pare natru rinvio in Commissione !

Come ascolterete dalle riprese dei lavori proprio sull' argomento, l'assessore Morelli ha stigmatizzato la presenza di tanto pubblico. Meglio ovviamente le vellutate e discrete stanze dei 
TAVOLI DI CONCERTAZIONE o delle COMMISSIONI
per parlare di cose delicate !

Ma, assente la politica all'odierna interessantissima conferenza di

SERGIO RIZZO

una gola profonda ha tenuto capannello .


PISCIOLINI SE NE VA E TORNA LA CAMBIALE ALL' INCASSO

Sembrerebbe che il Sindaco ATTELLAPS proprio non riesca a fare a meno di un/una BADANTE e che, consapevole di ciò, un noto personaggio politico sia stato visto stamattina mettere nuovamente all' incasso presso una banca locale la cambiale precedentemente richiamata.

Forse per questo oggi a Palazzo c'era movimento.

Tutti alla ricerca dei canti natalizi ...... perchè la " CAMBIALE " potrebbe calare dal cielo ....... addirittura da una ASTRONAVE e il TU SCENDI DALLE STELLE
sarebbe il più appropriato canto di benvenuta !

TANTO PAGA SEMPRE PANTALONE !

lunedì 28 marzo 2016

CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 MARZO 2016 : CHE SORPRESE RISERVERA' ?


18 PUNTI ALL' ORDINE DEL GIORNO.
Dichiarazioni del Sindaco al primo punto



C'è grande attesa per il Consiglio Comunale novello che si aprirà con le dichiarazioni del Sindaco sul Processo ASTRA 8, evento sul quale è stata addirittura silenziata la  
GRANDE STAMPA LOCALE
volendo essere il Sindaco in prima persona a rendere edotta la cittadinanza sullo svolgimento dell' udienza. Un " affare " da 1 miliardo di euro hanno scritto i giornali nazionali, che vede il nostro Comune interessato per un importo variante fra i

44 e gli 88 milioni di euro

Somme che potrebbero, ovviamente, risolvere più di qualche problema alla città; ad iniziare dal manto stradale di Via Vittorio Veneto, il cui stato pietoso all' ingresso della città difficilmente combacia con la grandiosità della PORTAEREI MARCONI che, al momento, rimane l'opera che più caratterizza questa Giunta. 

Attesa anche per  la sorte del BADANTE del Sindaco sul quale non si mancherà di fare chiarezza visto l'esoso ed inutile costo.


Restano tuttavia ampie perplessità su quel numero abnorme di punti all' ODG , che difficilmente troveranno evasione nell' assise, e che testimoniano la mole di problematiche irrisolte a ITACSARF. Nell' attesa fioccano le illazioni sul numero di paginette che MESSER PEDUTO porterà seco per utilizzare all' occasione.

I contenuti sono noti : " Il PDverdino è soddisfatto e confidente nell' operato del sindaco e della Giunta, ma ravvisando la necessità di un approfondimento del problema  propone il rinvio nell' apposita COMMISSIONE per un ulteriore insabbiamento ".

Così van le cose a ITACSARF e non meravigliatevi se le prossime convocazioni dei Consigli Comunali avverranno a mezzo di due manifesti. Lo spazio è finito ..... 
nce cape più gniente !



P.S. - in caso di reticenza del sindaco sul PROCESSO ASTRA 8 ......... 'A TELEVISIONE provvederà alla ricostruzione del dibattimento " direttamente sul campo " .  

ESTOTE PARATI ! 





domenica 27 marzo 2016

LE SCUOLE DI ITACSARF SI RIVOLGONO A PILATO


BRILLANTE INTERVENTO AL RIGUARDO DI ALEX PILATO


La storia è purtroppo nota e ahimè di uno squallore amministrativo unico. La GRANDE STAMPA LOCALE ha pubblicato la nota nel più asettico dei modi; solo una temeraria rettifica di META-MAGAZINE avverte che non si parla della ex - Buazzelli, ma della ex Nazario Sauro. Debbo pensare che se questa nota mi perviene un motivo ci sarà.  


Molto si e' detto e molto speriamo si fara' per la scuola pubblica di Frascati. Occorre però precisare che non si intende togliere aule a nessuno e, soprattutto, non si vuole e non si  deve strumentalizzare la vicenda con letture politiche o intravedendo secondi fini.
Si parla tanto di ottimizzazione delle risorse , di economicita' e di convivenza civile e invece di trovare soluzioni si cerca di creare inutile allarmismo. E' da domandarsi in primis a chi giovi crearlo e perche'. Senza nulla togliere al Cpia della sua valenza formativa, non si può non tenere conto dei numeri e soprattutto del fatto che, nel caso della Scuola primaria e secondaria  di primo grado, si stia parlando di istruzione obbligatoria. Si e' chiesto al Comune di svolgere un ruolo di mediazione super partes ed e' stato risposto  che dovessero essere i due dirigenti scolastici  a mettersi d'accordo: quale tipo di accordo ci può' essere se il Ds di Velletri a casa propria ha il Cpia di pomeriggio e a Frascati vuole mantenere la mattina con un esiguo numero di frequentanti?  Ci si domanda allora se i locali siano considerati dal CPIA acquisiti per  "uso capione", ignorando sia il fatto che il Cpia sia struttura di competenza provinciale, che la scuola sia appunto dell'obbligo e che si dovrebbe forse rispettare la libertà di scelta di un genitore per l'indirizzo scolastico del proprio figlio. Perché allora opporsi ad una organizzazione semplice quale potrebbe essere  l'uso  esclusivo di mattina alla scuola e nel pomeriggio al cpia (come avviene nella maggior parte dei casi e come avveniva in passato anche a Frascati  )?

Una convivenza  corretta senza sopraffazioni  e senza reciproche accuse come purtroppo è avvenuto negli ultimi anni, visto che  parliamo di istituzioni educative, non potrebbe essere  la soluzione auspicabile? E rappresenterebbe di sicuro un importante esempio per i  nostri futuri cittadini .
Il corpo docente dell' Ist.Comprensivo di Frascati



Se viene chiesta una mediazione, debbo ritenere che la si chieda per evitare, a torto o a ragione, 
sopraffazioni  e  reciproche accuse

E chi è stato deputato a gestire queste cose dal 
SENATOre ROMANO

se non Alessandro PILATO ?

Era un'occasione per dirimere un problema, per rispondere ad una vocazione : anche stavolta se ne è lavate le mani.

Qualcuno disse " Avevamo bisogno di un Sindaco, non di un sindaco a Progetto ". La necessità è ancora attuale. 

venerdì 25 marzo 2016

ISIS - C'E' QUALCOSA CHE NON MI QUADRA


ALLA FINE CONTANO I FATTI

Dopo la strage di Bruxelles le analisi si sprecano. Eminenti politologi, esperti di strategie politiche e militari, psicologi, cardinali e immam, giornalisti neppure a parlarne....... è una vera esondazione di chiacchiere già ascoltate in passato e che ci ripresenteranno al prossimo attentato.

Di nuovo c'è la pochezza dell' intelligence belga e l' assoluta inadeguatezza di certi suoi magistrati che ben figurerebbero nell' organico della giustizia  italiana.


Ieri sul web girava questa foto. A mio avviso è pienamente rappresentativa della realtà.

COSA DICONO I FATTI

Nel Medio Oriente è in corso un reset dei confini disegnati alla fine della prima guerra mondiale che, agli occhi di quella grande umanità sprovveduta e che neppure si cura d'informarsi, viene contrabbandata come ripristino del CALIFFATO , ovvero di quella forma di governo che vede  al vertice di tutto un successore del Profeta. Quale è il contesto in cui tutto ciò avviene ?

Abbiamo una EUROPA debolissima, mal concepita da politicanti asserviti ai poteri economici. Basta osservarli, se non bastassero i loro fallimenti conclamati, per capirne la pochezza, a cominciare da quel Presidente della Commissione Europea, vero centro del potere, per decenni suddito delle multinazionali e delle loro manovre evasive. La rappresentanza estera di questa entità è conferita ad una signora dal nome altisonante :

Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza

L'altezza di questa signora l'abbiamo misurata dalle lacrime. Priva di un esercito proprio, di un sistema d'intelligence proprio non ha potuto far altro che sfoderare l'arma segreta per la nostra sicurezza :

le lacrime di forneriana memoria.


Non  basta !  In Europa, negli stati che la compongono, c'è un gran malessere per come le cose non vanno. Dall' introduzione della moneta unica la condizione della maggior parte dei 515 milioni di anime che la compongono è andata sempre più peggiorando.

Se togliamo i parlamentari europei e quelli nazionali con tutti i quaquaraquà che girano loro intorno, se togliamo i grandi capitalisti, se togliamo i residenti in GERMANIA, per tutti i restanti " europei " il presente ed il futuro sono neri. Per alcuni nerissimi. Disoccupazione e povertà sono state il dono di  QUESTA EUROPA a trazione sciaguratamente germanica.

Se questo è, oggettivamente, il quadrante nel quale i fatti si svolgono un eventuale aspirante conquistatore su cosa dovrebbe far convergere le sue forze ?


LA PROFONDA DISTONIA 

Fra il dire ed il fare i conti non tornano. Se 300/400 milioni di europei sono incazzati verso le oligarchie che li opprimono, uno stratega dove andrebbe a colpire........ fra gli oppressi o fra gli oppressori ?

I fatti parlano ancora più chiaro. Per vili motivi di potere e di  bottega i franzesi destabilizzarono la Libia; per vili motivi di bottega gli USA hanno destabilizzato la Siria e non solo quella. Non che Gheddafi fosse uno stinco di santo. Non che ASSAD sia un benefattore del suo popolo, ma sotto i loro talloni quello che vediamo oggi non era mai accaduto. Questo a testimoniare che delle masse a questi signori non è che interessi molto. 

Resta tuttavia da capire se masse così use alla sottomissione da ben 1.600 anni possano nel giro di qualche decennio " convertirsi " ai nostri usi e alla liberalità di  costumi per loro inauduti.

Lo stesso  Mustafa Kemal Atatürk volendo laicizzare la Turchia alla fine del primo conflitto mondiale dovette usare una terribile forza di repressione; ma alla sua morte lasciò una nazione radicalmente rinnovata . Viene quindi spontaneo chiedersi : perchè spargere terrore fra le masse che si vogliono conquistare e sottomettere quando queste potrebbero acclamare il CALIFFO che le salva dai tecnocrati magnoni, incapaci e corrotti ? 

Pensate al grande successo che in Italia ebbe un altro Profeta : Antonio DI PIETRO !

Ma la distonia fra finalità e strategie non è soltanto quella apparente ad una riflessione non emotiva.
Gira che ti rigira,  si viene a sapere che le Monarchie Saudite, ufficialmente belligeranti contro l' ISIS, sotto sotto lo finanziano.
Ma allora con chi stanno ?


ATTENTI AI PASSI FALSI 

Dopo aver destabilizzato il bacino mediterraneo, americani, franzesi ed inglesi chiedono all' Italia di inviare un contingente di 5.000 uomini sul terreno. MA SIAMO SCEMI ? Certo, a chiacchiere ora assicurano tutta la copertura possibile  in termini di bombing ( quanto jè piace bombardare ! ), intelligence, satelliti, droni e quant'altro. Il problema sapete qual'è ? Che una volta messi gli scarponi sul terreno questa  " copertura " potrebbe avere un costo, del tipo :

 approvate il TTIP o cavatevela da soli !

Quanto poi ai convertiti al Jihadismo dell' ultima ora lasciamo stare. In tempi di battaglie occidentali per i diritti, vedere donne occidentali  che vanno volontariamente a far da schiave o disadattati venditori e consumatori di droghe che vanno a farsi esplodere, e magari ci ripensano, è la riconferma di un celebre proverbio :

LA MAMMA DEGLI IMBECILLI E' SEMPRE INCINTA


mercoledì 23 marzo 2016

PENSILINE E MANIFESTI SULLA PORTAEREI MARCONI A ITACSARF


NON ACCENNA A SCEMARE LA POLEMICA. L'ASSESSORA CAPPELLO CHIARAMENTE INADEGUATA.


E' bastata la presenza di un imprenditore, uno uso a far di conto alla fine della giornata, per mettere in fuorigioco l' intera Giunta Indiana e la silente maggioranza.

E le polemiche sulla regalia che è alla base dell'assegnazione per ben 8 anni del diritto a disporre delle plance da 

PENSILINE BARBARE

piazzate sulla Portaerei Marconi a ITACSARF, non  accennano a scemare.


ELABORAZIONE DEL CONTO ECONOMICO SECONDO LE DICHIARAZIONI IN AULA CONSILIARE DEL M5S

COSTI : 10.000 EURO
RICAVI : 12 PLANCE X 300 EURO MENSILI : 3.600 €
INCASSO ANNUALE : 43.200 € X 8 ANNI = 345.600 €

TOMMOLA ù CARTELLONE !





Sull'argomento il silenzio della maggioranza è stato imbarazzante.
Nonostante  i 1.500 presenti, fra candidati in lista e firmatari anti-scritta; nonostante la chiamata nominativa delle figurine fatta dal consigliere Fiasco il silenzio è stato di tomba.



E dire che di siluri all' Assessora e al Dirigente n'era stato lanciato più d'uno !





Non ci crederete, ma dalla platea di maggioranza l'unica voce a difesa è venuta dal MESSERE  con la celebre affermazione 
  e mica c'è il dovere di rispondere "
propedeutica alla dimostrazione del teorema

Abbiamo vinto le elezioni e  VI RISPONDIAMO SU QUELLO CHE CAZZO CI PARRA' !



Vi chiederete a questo punto quale siano state le reazioni all' intervento dell' AVVOCATO MESSERE sia in aula che nelle strade di ITACSARF.


Ma questa è un'altra storia. Ve la racconterò prossimamente.


martedì 22 marzo 2016

Dalla 416a FIERA DI GROTTAFERRATA RIDICULESS ITACSARFIANE a gogò


ORMAI IL SINDACO ATTELLAPS E' SOLO UN IMPENNACCHIATO


Le funzioni di rappresentanza per il Sindaco di ITACSARF sono ormai stabilmente svolte dalla matricola del Nuovo Centro Destra.



Assente anche il costoso BADANTE da 110.000 € annui la cui funzione risulta sempre più riconducibile ad una marchetta politica, visto che a ITACSARF non funziona nulla.



La cosa strana è che di questa costosa figura, ma anche di tutto l'ambaradan della " comunicazione ", non se ne veda traccia nel Comune vicino di Grottaferrata che, tutto sommato, per estensione territoriale e numero di abitanti è pressochè equivalente.






E fu così che, vista la mala parata, il Senatore

ONURB  ERROTSA

maturò la decisione fatidica !


Ora una nuova impresa sfidante attende il nostro eroe !

RIUSCIRA' NELL' IMPRESA ?


https://www.youtube.com/watch?v=dahfZTqrDII

lunedì 21 marzo 2016

416a FIERA NAZIONALE DI GROTTAFERRATA




COMUNICATO STAMPA

Grande affluenza per la seconda giornata della 
416^ FIERA NAZIONALE DI GROTTAFERRATA

File agli ingressi e Sala Convegni gremita fin dalla mattina. Il famoso scrittore Marcello Veneziani incontra i visitatori e il Sindaco FONTANA propone la sua Cittadinanza Onoraria. In serata, la Corale Polifonica di Grottaferrata esegue un concerto d'eccezione.
La seconda giornata della 416^ Fiera Nazionale di Grottaferrata registra un eccellente riscontro di pubblico. Lunghe file in strada per visitare l'esposizione, complice anche il bel tempo primaverile, ideale per visitare la cittadina criptense.
E grande partecipazione ha caratterizzato fin dalla prima mattina il convegno “La Carta dei Percorsi pedonali e storico-naturalistici e ciclabili nel Comune di Grottaferrata”, un lavoro iniziato dall'Amministrazione di Grottaferrata e proseguito grazie al Comitato Tutela Ambiente Grottaferrata (COTAG). Alla presenza del Sindaco, Dott. Giampiero FONTANA, e dell'Assessore agli Eventi, Michela PALOZZI, sono state illustrate le aree che potrebbero diventare nel tempo un un vero e proprio polo di attrazione turistica, sia nazionale che internazionale.
E nel pomeriggio la cultura è diventata protagonista a tutti gli effetti della Fiera, con la partecipazione del famoso scrittore Marcello VENEZIANI, invitato dall'Associazione La Tua Grottaferrata, in occasione della manifestazione Ti Leggo un Libro. L'autore ha tenuto un lungo discorso che ha affrontato trasversalmente temi come l'etica e l'impegno civico e politico, intesi non in senso ideologico ma, al contrario, come occasione di riflessione sul nostro tempo e sulle scelte da affrontare per restituire pieno valore al termine di “Comunità”. Numerosi gli interventi del pubblico, anche da parte di giovanissimi, che hanno posto interrogativi sull'incertezza e sulla complessità della nostra epoca. E a sorpresa, il Sindaco FONTANA ha proposto la Cittadinanza Onoraria a Marcello VENEZIANI, idea che ha entusiasmato il pubblico in sala e che è stata particolarmente apprezzata dal filosofo.
La kermesse ha chiuso la seconda giornata in grande stile, con il “Concerto in Fiera” eseguito dalla “Corale Polifonica di Grottaferrata”. Alla presenza del Vice Sindaco,Francesca Maria PASSINI, dell'Assessore agli Eventi, Michela PALOZZI, delle Consigliere comunali Moira MASI e Roberta COVIZZI, nonché del Sindaco, la Corale ha dedicato alla delegazione di Vandoeuvre-lès-Nancy una superba serie di brani ispirata al musical teatrale “Il Fantasma dell'Opera”. Il Direttore artistico, Massimo DI BIAGIO, ha poi saputo spaziare dalla musica tradizionale italiana a opere come West Side Story, per una commistione premiata non solo dagli applausi ma anche dalla richiesta di un apprezzato Bis.
Ricordiamo che il fitto calendario di eventi non si esaurisce qui: sono infatti attesi perdomani ospiti di rilievo internazionale. Si comincia con il campione dello sport Valerio ASPROMONTEMedaglia d’Oro di Fioretto a squadre alle Olimpiadi di Londra 2012, che alle 10:00 incontrerà il pubblico nella Sala Congressi.
Alle 11:30, la Fiera ospiterà Ismaele LA VARDERA, giornalista d’inchiesta noto non solo per la collaborazione con la trasmissione televisiva LE IENE ma anche per essere stato premiato con l’Oscar della Legalità. I visitatori potranno assistere alla presentazione del libro “Le piccole cose fanno la differenza”, in occasione della “Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” che si celebra proprio il 21 marzo.
Infine, nel pomeriggio si alterneranno sul palco i relatori del convegno “Sedotti e Abbandonati”, promosso dal Consigliere comunale Roberta COVIZZI in collaborazione con l'Associazione Grottaferratafido. Saranno presenti il Dott. Gaetano SAPORITO di ASL ROMA6, la Dott.ssa Ilaria INNOCENTI della LAV e il Dott. Stefano CECCHI, responsabile di un canile sanitario.
Ufficio Stampa Comune Grottaferrata


sabato 19 marzo 2016

FRASCATI e LA GRANDE GUERRA - DIARI DAL FRONTE


C'E' UNA GRANDE GUERRA CHE NESSUN LIBRO DI STORIA CI HA MAI RACCONTATO




Nell'antichità il Condottiero guidava i suoi eserciti in battaglia.
Poi le guerre ebbero una mutazione. I Re iniziarono ad osservarle dall'alto di un colle; oggi si monitorano coi satelliti, magari stando in un continente diverso da dove si combatte. 

I libri di storia e gli storici ce le raccontano ruspando fra i documenti dell'epoca, frugando fra i burocratici resoconti militari e nelle raccolte custodite negli archivi di stato.

Il convegno tenutosi a Frascati, per meritevole attività della 

OFFICINA X FRASCATI

nella ricorrenza dell' Unità d' Italia, ci ha invece raccontato un'altra 

GRANDE GUERRA

Quella pervenutaci dagli scritti dei topi di trincea. Gente strappata alle proprie terre, generalmente analfabeta e ignorante della geografia, spedita su un  fronte sconosciuto ai più come carne da cannone per gli interessi dei soliti, allora come ora, poteri forti.

Fra questi topi di trincea anche dei frascatani i cui nipoti, magari per caso  come spiega il Prof. Del Boca , hanno rinvenuto gli scritti. Ed invece di bruciarli, come spesso accadeva, hanno capito d'avere fra le mani un pezzo di storia vera da conservare.

Con grande piacere ho visto molti giovani in sala, condotti da una professoressa  che non conosco ed alla quale ho manifestato il mio plauso.


FRASCATI e la GRANDE GUERRA 1 - Lettere dal fronte
http://www.youreporter.it/video_FRASCATI_e_la_GRANDE_GUERRA_1_-_Lettere_dal_fronte


FRASCATI e la GRANDE GUERRA 2 - L'introduzione di Adotti
http://www.youreporter.it/video_FRASCATI_e_la_GRANDE_GUERRA_2_-_L_introduzione_di_Adotti


FRASCATI e la GRANDE GUERRA 3 - Del Boca la vede così
https://www.youtube.com/watch?v=SeYGqs_OkIs


FRASCATI e la GRANDE GUERRA 4 - Del Boca e la guerra infame
https://www.youtube.com/watch?v=-4RhG0qsWro


FRASCATI e la GRANDE GUERRA 5 -  Lettera di Camillo il 17/9/1915
https://www.youtube.com/watch?v=HxVq1Vsi3Ck




FRASCATI e la GRANDE GUERRA 6 - Lettera del 1917
https://www.youtube.com/watch?v=XN9I5rqjSDw




FRASCATI e la GRANDE GUERRA 7 - Dal diario di Luciano De Simoni
https://www.youtube.com/watch?v=dGLGTRIGlUs


FRASCATI e la GRANDE GUERRA 8 -  Luciano De Simoni scrive....
http://www.youreporter.it/video_FRASCATI_e_la_GRANDE_GUERRA_8_-_Luciano_De_Simoni_scrive


FRASCATI e la GRANDE GUERRA 9 - Salvatore Santangeli cadde sul Col di Lana
https://www.youtube.com/watch?v=rm5UxIcqVBA




FRASCATI e la GRANDE GUERRA 10 -  Il GIARDINO della VITTORIA
https://www.youtube.com/watch?v=_cVi9whM2rw


FRASCATI e la GRANDE GUERRA 11 - Del Boca e il Gen. DIAZ
https://www.youtube.com/watch?v=Zg1mJDJrVPo





LA PLAY LIST DELL' EVENTO

https://www.youtube.com/playlist?list=PLo29MWLoGs6TO8oOqK1tXunIdHl8vzOFy






COI SOLDI DE NOANTRI LA MERKEL SI PAGA LA " PRIMA SCELTA "


LA NECESSITA' DI PARARSI IL KULONE


6 miliardi di euro in tre anni !

E' questo il conto che  ANCHE NOI dovremo sostenere
per un problema che è diventato tale solo quando ha messo in forse il kulone politico della cancelliera.

Ora gli agenti di  EUROPOLICE vaglieranno le richieste
di asilo politico e setacceranno per la cancelliera le migliori
" prime scelte siriane " !

Alla Turchia il compito di blindare, con 40 battelli della sua  Guardia Coste, oltre 2.600 chilometri di spiagge ( sob ! ).

Questo l' accordo raggiunto dai 
GITANTI DI BRUXELLES
nel corso delle varie escursioni a nostre spese in Europa.


venerdì 18 marzo 2016

Le IDI di SILVIO o un nuovo CUGINO del COGNATO DEL TULLIANI ?


LA STORIA SI RIPETERA' IN FARSA ?


Continuano le comiche a Roma

Il centro destra schiera l'attacco a 5 punte



La sinistra la difesa a 4 figurine

GNAZZIO BATTITORE LIBERO



Ma se studiassero le vicende politiche di ITACSARF......


ECCO PERCHE' NON POSSIAMO FIDARCI DI QUESTA giustizia


TROPPE " PIPPE " ANCORA IN SERVIZIO EFFETTIVO


Dal 2012 al 2013 sono stati 22.300  coloro che sono stati risucchiati nel " SISTEMA GIUSTIZIA " e poi prosciolti.



Cosentino è in galera da 850 giorni " in attesa di giudizio " .
Forse ora che Denis sostiene il Governo del LABBRO di FIRENZE
riuscirà a sfangarla ?

Fatte queste premesse il teorema è facilmente dimostrabile.
Alla composizione del fascicolo istruttorio concorrono un Pubblico Ministero e un GUP che si avvalgano dell' opera di CARABINIERI, GUARDIA di  FINANZA
e quant'altro occorrente a seconda dei casi. In genere 3/4 persone, magari qualche esperto tecnico. Tutta gente che concorre, ha concorso, in 22.300 casi alla formazione del convincimento del PM che il soggetto indagato ha commesso un reato. Questo insieme di documenti e pareri viene poi passato al GUP per la verifica ed eventuale convalida del convincimento. Ebbene, in 22.300 casi, nel periodo considerato, questo fritto misto di indagatori ha concorso al 
RINVIO A GIUDIZIO


QUI IL TEOREMA TROVA LA SUA CONFERMA

Perchè nel corso del dibattimento, in 22.300 casi, è arrivato un Collegio Giudicante, a volte monocratico a volte no, che decide per il proscioglimento. Vogliamo dire che, mediamente, sono coinvolte in ogni affare una decina di persone ?

Ebbene ..... 2/3 circa di costoro, se non 4/5 sono delle

PIPPE NON EMERITE, MA IN SERVIZIO EFFETTIVO !


Dulcis in fundo, e non poteva essere altrimenti, ora abbiamo anche il caso VERDINI, ovvero l'architrave portante del PDverdino , rimpolpare il palmaresse della categoria con la figura novella del

CONDANNATO A TEMPO DETERMINATO IN ATTESA DI PRESCRIZIONE

giovedì 17 marzo 2016

FIGURINE DEL PD al voto ad ITACSARF


DIVINA DANDA !


INCREDIBILE ! 

Eppure è accaduto a ITACSARF : DANDA ha concesso il bis !

Chi non avesse voluto credere alle reiterate affermazioni che vogliono gli ATTELLAPS INDIANS degli YES MEN agli ordini del Senatore Bruno Astorre oggi è servito !

Dopo la mitica ... " vincete le elezioni e fate come cazzo vi parrà ", 
oggi la consigliera Danda TAVANI ci stupisce con

" DIMMO TU COMME TENGO DA VOTA' "

Onori agli elettori del PDVerdino che ci hanno fatto dono di tanta capacità politica.



https://www.youtube.com/watch?v=F7f8X6sl3_8



http://www.youreporter.it/video_DIVINA_DANDA

mercoledì 16 marzo 2016

IL TRAPPOLONE PER IL M5S E' PRONTO


FANNO TUTTI DI TUTTO PER PERDERE E IL MOTIVO C'E'



Quando la Senatrice Paola TAVERNA parlò di un complotto per
far vincere il M5S a Roma furono in tanti a criticarla.
Chissà cosa diranno ora i tanti " esperti " di cose politiche nell' assistere al circo di questi giorni.

A Napoli Bassolino, il NUOVO CHE AVANZA, medita di candidarsi in proprio


Primarie Pd a Napoli, respinto il ricorso di Bassolino. Bersani: grave intervento vertici








A ROMA E' CAOS TOTALE

Dopo la diaspora del PALTITO DEMOCLATICO Massimo 
D' Alema vuole in campo Massimo BRAY, brava persona che in mezzo al PD verdino non vedo cosa ci azzecchi. Ed infatti BRAY rinuncia in attesa del lancio di

GNAZZZIO !




Se 2.860 schede fra bianche e nulle alle PLIMALIE, in quella inclemente giornata e con 2 euro da pagare, forse per raggiungere quota 30.000, sono indigeste ad uno stomaco normale, come ce lo avreste visto un signore di modi e di mitezza come l'ex ministro in quella banda di falsari ? Meglio attendere il ritorno in campo del rancoroso Gnazzzio e l'economista FASSINA.



Alfio Marchini lancia la candidatura. In platea anche gli ex giovani di Forza Italia, Manuela Di Centa e Michele Placido

Francesco STORACE scende in pista. Da vecchio marpione sta in finestra. Ma siamo già a due.

SILVIO gioca forse la partita della vita. Ci ha messo, dice, tre mesi per convincere il suo campione. Storace glielo stronca. E siamo a tre.

Destra, Storace contro Bertolaso «I gazebo? Accanimento terapeutico»



Poteva Matteo SALVINI restare a guardare ?


Roma: Salvini, Bertolaso? Prime uscite non rappresentano città


Per lui, per la LEGA Nord, c'è un candidato che può arrivare al ballottaggio e giocarsela poi con successo.

Arriviamo a questa mattina.


  • Roma, Giorgia Meloni si candida a sindaco. Salvini la sostiene. Bertolaso: 'Non mi ritiro'

Roma, Giorgia Meloni si candida a sindaco. Salvini la sostiene. Bertolaso: 'Non mi ritiro'

Meloni: "A tutto il centrodestra chiedo di aiutarmi a non lasciare Roma ai 5 stelle, vinciamo insieme: si può fare"



ARRIVA IL DUBBIO SE .........


Comunali, Berlusconi a Storace: "Non c'è nessun patto tra me e Renzi per perdere a Roma"


E per non farsi mancare nulla, il CAV ci ricama pure sopra : " La LEGA a Roma ? Tutti ex fascisti che stanno regolando i conti fra di loro "  e ancora " Il problema dei Rom lo vedo con la costruzione di quartieri o cittadelle dove farli risiedere e lavori pubblici da affidare loro "

Insomma, se non fosse servito l'esempio delle ultime elezioni comunali a ITACSARF, cosa inventare ancora per perdere la corsa al Campidoglio ?

A Roma come a Napoli la paura di governare, con quelle Bande Bassotti agguerritissime della burocrazia, fa 90 !

Vuoi vedere che la Senatrice  TAVERNA diceva la verità ?