sabato 30 aprile 2016

GROTTAFERRATA - CONSIGLIO COMUNALE SENZA BOTTI


FONTANA e  BOSSO  mettono in campo il "METODO PEDUTO "



Secondo i ben informati, il Sindaco Giampiero Fontana e il Presidente del Consiglio Comunale Marco Bosso avrebbero passato la mattina del 29 aprile dinanzi al computer. Oggetto della loro attenzione i filmati degli interventi di MESSER PEDUTO nei consigli comunali a ITACSARF. Naturalmente è mancata la velina di stima che IL MESSERE porta seco in molte fotocopie, ma , insomma, non è che se la potessero inviare da soli !

Inoltre, suggeriscono sempre i bene informati, prevedendo un'ampia platea, hanno visionato gli interventi del Cons. Carlini, onde evitare facili autogol.





Per il resto, tutto è andato nella norma se si estrapola il triplice licenziamento dell' Assessore De Sanctis richiesto dal Consigliere 
Maurizio Scardecchia.

Per velocità di comunicazione, posto i primi filmati senza titolazione e commenti







CIMITERO DI ITACSARF - SORPRESE alla visita di controllo


ITACSARF ....... IL PAESE DELLE MERAVIGLIE


Succede che, visitando il Cimitero e parlando con le persone, se ne vengano a sapere di cotte e di crude. 
SARANNO VERE ?
Accade dunque che il papà di un concittadino venga purtroppo a mancare. Acquistato un loculo nel nuovo cimitero a ITACSARF lì viene sepolto. Dopo alcuni mesi, purtroppo, il nostro concittadino perde anche la mamma, la cui salma viene cremata. Mi si dice che alla richiesta di depositarne i resti nel loculo del marito la risposta sia stata negativa. Secondo me è assurdo, ma ancora più assurdo è che si debba acquistare un nuovo loculo che, a questo punto, servirebbe a custodire soltanto un' urna cineraria e basta !
Il Sindaco e l' Assessore preposto, il Segretario Generale sono pregati di verificare la veridicità e la correttezza di questa procedura.
Io l'ho presa ovviamente con beneficio di inventario, la segnalo data la delicatezza e attendo, eventualmente, una eventuale smentita.


CIMITERO di ITACSARF 4 - Qualcuno smentisca

https://www.youtube.com/watch?v=F1n8dk4MzT0

Ma visti i problemi che intorno all' ampliamento cimiteriale si sono verificati, spero che i consiglieri comunali tutti si facciano parte diligente sull' argomento.

BERLUSCONI TIRA A PERDERE


NON E' LA PRIMA VOLTA PER 
FORZA ITALIA




Visto da un punto di osservazione strettamente mediatico, il CAV ha tirato fuori un vero coniglio dal cilindro. Stretto all'angolo dalla scelta su Bertolaso, forse in assoluto la migliore scelta, ha fatto dietro front scegliendo il candidato LIBERO DAI PARTITI. Con ciò tornando  al centro dell' attenzione politica secondo l'assunto " parlate di me, più se ne parla meglio è "

Se osserviamo i fatti, Bertolaso, capace di gestire situazioni complesse, era indubbiamente la scelta migliore. A L'AQUILA, possa piacere o meno, non abbiamo visto i baraccati del terremoto di Messina o dell' Irpinia. Se poi qualche imprenditore, in combutta con qualche delinquente politico o burocratico, ci ha fatto la cresta o ha ricostruito male io dico : c'è forse un'opera dove i politicanti non facciano la cresta ? Ma Bertolaso a Roma elettoralmente non 
" tirava " ! In verità non è facile " tirare " a Roma fuori dal PD. Dopo 30 anni di gestione piddina ( e che guai  volete possa aver combinato in 5 anni Alemanno ? ) c'è ancora chi vota le figurine di volta in volta riproposte per la serie " rifacciamoci una verginità "!

Ecco quindi che il nostro converge su una figura finalmente LIBERA DAI PARTITI
con sicura esperienza politica , vista la partecipazione a recenti PRIMARIE DEL PD.

E' lo stesso PD che ha ricevuto in magna pompa al Nazareno prima il CAV ed ora il suo Ambasciatore Denis VERDINI


MOSSA STRATEGICA o  RINCOGLIONIMENTO ?



Debbo dire che quando il Milan cedette Pirlo rimasi perplesso. La perplessità salì al livello di incredulità quando acquistò BALOTELLI

Le ultime mosse del CAV a Roma stanno provocando interrogativi non solo nel sottoscritto. Se anche Daniela LA PITONESSA, una passionaria del CAV, è pervenuta all' idea dell'abbandono, i miei dubbi non sono così peregrini. Neppure peregrina è la mia teoria di una CAMPAGNA ELETTORALE A PERDERE. Perchè, poi, il vincitore dovrà confrontarsi con quella burocrazia corrotta, non eletta e inamovibile, che fa da cornice agli ultimi 40 anni di degrado capitale. E allora, perchè no....... un bel trappolone per quella forza politica novella costituita dal 
M5S ?

FRASCATI LABORATORIO SPERIMENTALE

Già in tempi non sospetti, quando FRASCATI non era ancora stata investita dal NUOVO INIZIO , la cui più visibile novità sta nel cambiamento in ITACSARF, operazioni simili furono sperimentate con successo. Al tempo dei GATTOPARDI infatti, nel 2009  per la precisione, assistemmo alla   presentazione delle 
" LISTE A PERDERE "

Operazione preliminare alla TRANSUMANZA POLITICA che vide addirittura un ex capogruppo di Forza Italia migrare direttamente nella maggioranza a sostegno della 

SINDACATURA GATTOPARDO 3 

https://www.youtube.com/watch?v=clfdwQtD2q0

Di cosa ci si può più stupire dunque ?

A ROMA, come a ITACSARF, alla fine il ragionamento potrebbe essere lo stesso :

IL POPOLO BUE POI DIMENTICA !

Ed è proprio quel POI che deve essere l'orizzonte.

Data per persa ROMA TRAPPOLONA si guarda al POI !




venerdì 29 aprile 2016

RIORGANIZZAZIONE OSPEDALE DI ITACSARF : ANCORA ?


UN DISEGNO CHE PARTE DA LONTANO



La SANITA' rappresenta l' 80% del bilancio delle REGIONI.

Che su questo segmento si concentrassero gli appetiti della politica e l'attenzione della criminalità organizzata è deduzione ovvia. E' tuttavia sbalorditivo il fatto che le popolazioni italiche, nonostante i reiterati, quotidiani esempi di mala gestione sull'argomento, ancora prestino attenzione ai tanti discorsi che incantatori di serpenti in alternanza vengono a propinare.

Siamo all' ennesimo discorso di RIORGANIZZAZIONE dei resti di quello che fu un vanto, una eccellenza di questi luoghi , una ambita cattedra di lavoro da poter esibire nel proprio cursus honorum .


MA IL PADRONE DI CASA CHE DICE ?





Riorganizzare vuol dire generalmente " razionalizzare " per trarre maggiore efficienza dalla risorse impiegate.

In politichese vuol dire " SPENDERE " e credo già d'immaginare i discorsi che udirete. Si, che VOI udirete; perchè io, dopo averne sentite tante, reputo si di maggior interesse partecipare al Consiglio comunale di Grottaferrata.

Il destino dell' Ospedale San Sebastiano di ITACSARF fu deciso nel lontano 2006 da forze sovra-comunali, estranee al GENIUS LOCI che aveva nel tempo saputo dotarsi di una vera 
ECCELLENZA

Nel 2006 ascari locali non alzarono un dito in difesa degli interessi della cittadinanza; provate a pensare perchè e per quali contropartite !

Ma ora che si riparla di RIORGANIZZARE, il PADRONE di CASA che dice ? Chissà ..... potrebbe avere qualche diversa visione.








Se osservate le firme apposte su questi documenti, i nomi dei presenti, allora potrete anche comprendere le quotidiane FREQUENTAZIONI TUSCOLANE
di personaggi che qualcuno ricollegò anche all' affare

PIANI DI ZONA ANAGNINA 1

http://www.youreporter.it/video_Ospedale_a_ITACSARF_ma_il_padrone_verra_alla_conferenza

PER NON DIMENTICARE

https://www.youtube.com/watch?v=wwb2EFq2G6Y


https://www.youtube.com/watch?v=8i34qdZy88c

https://www.youtube.com/watch?v=v-6qrAYqOII

https://www.youtube.com/watch?v=NMLZYtzFEVY


DAJEEEEEE .... si riorganizza .... ASCOLTATE !

https://www.youtube.com/watch?v=MWcJ01GEm2Y

giovedì 28 aprile 2016

LE DIMISSIONI CONSILIARI TENGONO BANCO A GROTTAFERRATA


SUI PROFILI FACEBOOK DI TUTTO E DI PIU'

" Qualunque diventa principe o d' una città o d' uno stato, e tanto più quanto i fondamentali suoi fussono deboli, il miglior rimedio che egli abbia a tenere quel principato è, sendo egli nuovo principe, fare ogni cosa in quello stato di nuovo "


E' una vera onda d'urto, uno tsunami quello che si è abbattuto su Grottaferrata con le dimissioni del consigliere Riccardo TOCCI
E  s'era appena accesa la discussione quando una seconda onda, quella di ritorno, ha trascinato nella mischia Luigi SPALLETTA per poi tornare ad abbattersi nel dibattito con quelle annunciate di Chiara STIRPE.

Per capirci qualcosa sono andato a visionare il filmato dell' annuncio dato dal consigliere TOCCI ( oltre 2.200 visualizzazioni ) e ho fatto un giro sul web. I commenti al filmato sulla pagina dell' ex-consigliere sono esaurienti, come pure quanto pubblicato e commentato sul profilo del consigliere pentastellato Maurizio SCARDECCHIA e i messaggi intermittenti lanciati da Gigi LUCATELLI. Commenti ed asserzioni ovviamente di parte, che solo minimamente consentono di capire, anche perchè limitati in una angusta angolazione locale.


IL PROGRAMMA E LE PROMESSE ELETTORALI

Se partiamo dal detto di un vecchio frequentatore della politica


" Sì PIù BUCJARDO DE 'NPOLITICO 'N CAMPAGNA ELETTORALE "
concetto non ancora digerito dai più, resta la novità di questo tsunami. E scusate se, frequentatore come sono dei lavori di Consiglio comunale sia a Grottaferrata che a ITACSARF, penso di poter valutare da un punto d'osservazione  più elevato.

Nel tempo ho assistito a passaggi di campo più o meno eclatanti, dentro e fuori delle aule consiliari , durante le consiliature o precedenti le consultazioni elettorali, ma generalmente escludenti motivazioni programmatiche. La forza di attrazione, o se preferite la merce di scambio, è stata la partecipazione al " potere " o lo scambio di " benefici e pennacchi ". Ho visto personaggi di grande caratura politica affacciarsi su un palco elettorale, per poi consegnarsi all' impennacchiamento dell' altra sponda. Ho visto altri sempre scendere da un palco per prepararsi a salire su un altro. Ho visto " i cavalli di ritorno ", forse vedrò anche qualche comiziante di una fazione sedere sugli scranni dell' altra.

Quello che non avevo mai visto erano le

DIMISSIONI PER PROGRAMMA NON ATTUATO

Indisponibile al momento il consigliere Riccardo TOCCI, lontana da Grottaferrata per lavoro la consigliera  Chiara STIRPE, non è rimasto altro che seguire le orme dell' ormai ex Luigi SPALLETTA per cercare di capire.

Un commando de 'A TELEVISIONE è riuscito a catturarlo ed è ancora sul campo alla ricerca del Sindaco Giampiero FONTANA.


ESTOTE PARATI !


DIMISSIONI a GROTTAFERRATA 6 : per capire ho intervistato Spalletta

https://www.youtube.com/watch?v=CC9pJRFN4Fg



P.S. - Informazioni d'intelligence, da fonti solitamente bene informate, riferiscono che il Sindaco Fontana riserva rispettosamente al Consiglio Comunale le sue valutazioni sui fatti di questi giorni

mercoledì 27 aprile 2016

A GROTTAFERRATA E' UNA VERA VALANGA !


DOPO TOCCI E SPALLETTA  SI DIMETTE ANCHE STIRPE


Sicuramente ci sarà modo d'ascoltare anche le ragioni del Sindaco

Giampiero Fontana

Sta di fatto tuttavia che , al momento, a Grottaferrata si sta assistendo ad un fatto inedito ai Castelli Romani, generalmente , e da decenni, in mano alla sinistra. Ci sono politici che, a torto o a ragione secondo le fazioni che osservano, ritenendo che il patto con gli elettori non sia in corso di rispetto .......

SI  DIMETTONO !

COMUNICATO STAMPA - DIMISSIONI CHIARA STIRPE



Annuncio le mie dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale di Grottaferrata.

Ho partecipato ieri sera ad una riunione di maggioranza nella quale, dopo le inaspettate e significative dimissioni del Consigliere Tocci prima e del Consigliere Spalletta poi, mi sarei aspettata da parte del sindaco l’ovvio annuncio della fine di questa esperienza amministrativa. Così non è stato, ne prendo atto e faccio un doveroso passo indietro.

Mi sento oggi di dire, condividendo le valutazioni del Consigliere Tocci, che questa amministrazione non sta realizzando né il programma elettorale né il patto di governo e non ritengo che nel prossimo futuro ci siano spazi per fare meglio di quanto fatto finora. Nonostante il tentativo di una maggiore tecnicità in Giunta, poco significativi sono i risultati per il verde, per la sicurezza, per la valorizzazione del patrimonio immobiliare, per l’abbattimento delle barriere architettoniche, per rendere migliore la qualità della vita dei cittadini e per rendere il nostro un Comune efficiente e vicino alle persone.

Per questi motivi non sostengo ulteriormente il sindaco Fontana, dunque non sono mie le dichiarazioni che ieri sera ha fatto “Il Faro”. E’ doveroso per me ringraziare “Il Faro” che nella primavera del 2014 mi cercò per propormi la candidatura al Consiglio Comunale e senza il cui sostegno non avrei potuto intraprendere questa esperienza. Non per questo sono disposta a venir meno a ciò in cui credo per seguire “ordini di scuderia” che non condivido. Questa mattina dunque ho anticipato le mie dimissioni via Pec agli uffici comunali. Dimissioni che potrò rendere operative, protocollandole personalmente, il 9 maggio p.v, essendo attualmente fuori Roma per motivi lavorativi.

Ho portato avanti questa esperienza con passione e dedizione, anche se la politica non è il mio mondo, anche quando ho cercato di conciliare questo ruolo con le esigenze lavorative che mi hanno portato fuori Grottaferrata, cercando sempre di rappresentare quel cambiamento, quella capacità e quella lucidità che ci si aspetta dalle nuove generazioni. 

martedì 26 aprile 2016

CHE TRISTEZZA OGGI A ITACSARF !


DA VICOLO GROTTE MARIA IL MIO INVITO ALL' ASSESSORE


Che tristezza questa mattina nel vedere due donne rovistare in mezzo a questo scempio novello. Perchè un conto è sentirselo raccontare, un conto è vederlo in foto, altro è vederlo di persona.

" Cerchiamo qualcosa di utile, non ce la passiamo bene "
hanno risposto alla mia domanda su cosa stessero facendo lì in mezzo. Tranquille , non pubblicherò le vostre foto. Ma se non fosse uno stato di necessità ....... sappiate che ci sono ! Il mio unico interesse è vedere la città pulita. E allora ho lanciato il mio 

invito

direttamente all' ASSESSORE : provedi tu o ci penso io ? 
Perchè non me ne fotte un tubo se la convenzione è scaduta ..... quell' aggeggio  va rimosso subito perchè 
" inquinante " e " altamente infiammabile ".




ITACSARF - A VILLA SCIARRA SIAMO PROSSIMI ALLE COMICHE


COMPETENTI LATITANTI .... 
MA DI SPRECHI NE FANNO TANTI !


Può darsi che io sbagli, ma per come conosco i miei polli sono del parere che se vai a chiedere a qualcuno di questi signori della motorizzazione del cancello che immette al piazzale di Villa Sciarra avete buone probabilità di sentirvi rispondere che non ne sanno nulla.


Non v'è dubbio che il lasciare incustodito un bene pubblico, peraltro oggetto di una congrua spesa al tempo dei GATTOPARDI, implica una responsabilità oggettiva di culpa in non facendi, tanto più grave per le sollecitazioni in tal senso ricevute.

Ora c'è da capire come la " motorizzazione " s'incardini nel punto 11 all' odg del Consiglio comunale del 7 aprile scorso.



NUOVI SINDACI: POTERI E RESPONSABILITÀ 


PARTE II - LE COMPETENZE DEL SINDACO 
7. Sindaco come organo dello Stato 
8. Il Sindaco come rappresentante legale del Comune 
9. Il Sindaco come capo dell’Amministrazione comunale 
10. Nomina e Revoca degli assessori 
11. Gli incarichi dirigenziali 
12. Nomine negli enti e società 


9. Il Sindaco come capo dell’amministrazione comunale 
La norma di riferimento è sempre l’art. 50 del testo unico degli enti locali. Come più volte accennato tale articolo descrive il Sindaco come “[…] l’organo responsabile dell’amministrazione del Comune”. Nell’ambito di tale responsabilità, come già visto, si distinguono una responsabilità politica, in ottemperanza della quale il Sindaco deve provvedere all’attuazione del programma e una 
responsabilità amministrativa e giuridica, di cui abbiamo trattato poch’anzi. Ciò detto occorre sottolineare come la figura del Sindaco così come delineata dal T.U.E.L. è una figura che, seppur dotata di una autonomia funzionale e gestionale, dovrà essere comunque confrontata con altre figure dell’amministrazione. 

In primo luogo il Sindaco dovrà saper distinguere di volta in volta il suo ruolo di sovrintendente” da quello di gestore, dovrà in un ambito tutt’altro che preciso saper distinguere le proprie funzioni da quelle dirigenziali facendo di volta in volta far valere anche le 
responsabilità altrui; tutto ciò sul presupposto che egli non è il solo e unico titolare dei poteri di indirizzo e di controllo
Per far questo, come emerge implicitamente da quanto detto finora, sarà necessario che il Sindaco si “circondi” di uno staff adeguato, preparato ed efficiente. A sottolineare il ruolo del Sindaco quale capo dell’amministrazione comunale ci ha pensato la Corte dei Conti la quale ha chiarito che: “La funzione di vigilanza spettante al Sindaco sul comportamento degli organi burocratici del Comune, quale autorità di vertice dell’amministrazione, ai sensi dell’art. 151 del vigente T.U.L.C.P. n. 148 del 1915, di intervenire sollecitando gli organi comunali competenti all’adozione dei necessari adempimenti 
preliminari, era certamente ben più ampia ed incisiva di quella ora spettante al medesimo organo a seguito della riforma di cui alla legge n. 142 del 1990, che ha introdotto la netta separazione 
tra le responsabilità degli organi politici e la responsabilità degli organi amministrativi. Sussiste la responsabilità amministrativa di un Sindaco per non essersi attivato per portare a termine 
l’iter di una transazione già approvata ( ndr - penso agli Orti sociali per dirne una ), tra l’altro, rimasto in carica per un tempo sufficiente per concretare l’iniziativa transattiva”. 



Allora con questa MOTORIZZAZIONE a VILLA SCIARRA che si fa ? 






ITACSARF - Villa INNOCENTI : aperta con cancello elettrico 

C'è un dirigente " illuminato " al Comune di ITACSARF, per capirci  LO STIPENDIFICIO MARCONI, che ha avuto una idea geniale per risolvere il problema della chiusura dei cancelli. Spenderà 9.000 € per  MOTORIZZARE il cancello di VILLA SCIARRA...... come quello di  VILLA INNOCENTI,  facendo passare un elefante sotto il naso della GIUNTA INDIANA e del Sindaco travicello.


Ssu fregna  è un genio da  PREMIO NOBEL !

https://www.youtube.com/watch?v=FcjFlPgaFnI




http://www.youreporter.it/video_ITACSARF_-_Villa_INNOCENTI_aperta_con_cancello_elettrico

lunedì 25 aprile 2016

ACQUA PUBBLICA - Con l' On. Federica DAGA ( M5S ) facciamo il punto nave


ECCO COME SI ESPROPRIA UN POPOLO





" Io giudico ch' egli era necessario o che i Re si estinguessero in Roma o che Roma in brevissimo tempo divenisse debole e di nessun valore : perchè considerando a quanta corruzione erano venuti quelli Re, se fossero seguitati così due o tre successioni, e che quella corruzione che era in loro si fosse cominciata ad istendere per le membra, come le membra fossero corrotte era impossibile mai più riformarla. "



E' tempo di comizi elettorali. Non fatevi fregare da quello che dicono, perchè poi a parlare sono i fatti.

La gestione delle acque è a questo proposito illuminante di come un governo nelle mani dei poteri forti possa piegare e stravolgere il volere espresso dai cittadini con un referendum agli interessi di pochi privati. 

Sono bastati tre governi voluti dal TRADITORE EMERITO per consegnare il paese agli estensori di occulti progetti.


UN PAESE CORROTTO IN VENDITA

Ci dissero, agli inizi del millennio, che si doveva procedere alle privatizzazioni per recuperare quella efficienza che lo Stato non era in grado di assicurare. Abbiamo visto i risultati. Dai carrozzoni politici creati con le Società Comunali di diritto privato alla cessione di risorse e servizi primari agli amici degli amici. Penso all' acqua, ma anche al petrolio ceduto con royalties e modalità estrattive da ridere, alle autostrade, agli aeroporti e chi più ne ha ne metta. Ci dicono poi che siamo in Europa, ma  abbiamo le Assicurazioni con i premi più cari, la benzina e le tasse ai livelli più alti, i magistrati ed i politici più pagati, la corruzione più alta.
Ma come funziona questo euro-giochino ?

Di questo ho parlato con l' Onorevole Federica DAGA, parlamentare del M5S, per chiarire agli ITAglioni col paraocchi cosa sta accadendo.

L'intervista telefonica presenta qualche problema di audio, ma è sufficientemente chiara per capire a cosa stiamo andando incontro.

E non sfuggano il vero motivo della visita di OBAMA ai camerieri europei : il TTIP


Acqua Pubblica - L'On Federica DAGA al telefono


domenica 24 aprile 2016

RICCARDO TOCCI lascia la carica di consigliere comunale a Grottaferrata


IN UNA GIORNATA PIOVOSA DI PER SE ARRIVA IL FULMINE TOCCI


In tempi di attaccamento alle poltrone a tutti i costi, la decisione merita il dovuto rispetto. 


Cari Amici,

questa mattina ho rassegnato le dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale inviandole via Pec agli Uffici Comunali e, all’inizio della prossima settimana, le presenterò di persona.

Ho preso questa difficile decisione perché sono convinto che, oggi ancor meno di prima, non vi siano più le condizioni, in questa Amministrazione, di realizzare il programma elettorale per il quale è stata eletta e sulla base del quale, dopo un anno di deludenti risultati, a novembre del 2015 si è costruito il cambio di giunta e si è firmato il patto di governo. Un patto che è stato firmato da tutta l'amministrazione per dare quel vigore all'azione di governo di cui la città ha bisogno. Per citare solo alcuni punti: il rifacimento delle strade e la sicurezza stradale, la manutenzione del patrimonio pubblico immobiliare e degli edifici scolastici, l'efficientamento energetico, la gestione degli impianti sportivi, la digitalizzazione dei servizi per i cittadini.
A sei mesi dalla sua firma e a due anni dalle elezioni il programma elettorale è stato quasi totalmente disatteso. Lo dicono i risultati.

Quando nel giugno del 2014 sono stato eletto Consigliere Comunale, risultando il più votato della Città, mi ripromisi di rimanere coerente con i miei valori e i miei ideali e di non diventare mai un ulteriore elemento di sfiducia nei confronti della politica. Mi ripromisi di contribuire con tutto l’impegno necessario a cambiare la nostra cittadina, aprendo una stagione di buon governo. Non sono stato eletto per fare cambi di partito, non sono stato eletto per fare i soliti giochi della politica. Sono stato eletto unicamente per realizzare il programma elettorale e oggi, non essendoci più le condizioni per farlo, mi congedo da questo ruolo.

Io amo la Politica e amo la mia Città, ma sono anche convinto che chi fa politica debba essere in grado di fare scelte dirompenti anche quando sono scomode, anche quando non ci piacciono. Di questi due anni rivendico tutte le scelte perché dirette sempre a usare il mio ruolo per fare il bene di Grottaferrata, per renderla una città più vivibile, moderna, vicina ai cittadini nei servizi e nelle opportunità.

Ringrazio tutti i cittadini e le associazioni con le quali mi sono confrontato in questo percorso e ringrazio chi mi ha criticato, anche ferocemente, perché sempre spunto di riflessione e crescita personale. 

(QUI trovate il video nel quale spiego le motivazioni delle mie dimissioni).

Saluti,
Riccardo Tocci


Ecco spiegato il " SISTEMA ITACSARF "


ALCUNI FILMATI E QUALCHE CONSIDERAZIONE  SVELANO L'ARCANO


Quello che  rappresento è un " SISTEMA " comprensibile a tutti.

Ammesso che abbia ancora oggi senso parlare di destra, centro, sinistra e di ali estreme, il punto di vista personale è irrilevante nell' analisi. Sia che tu abbia il paraocchi o meno, l'evidenza dei fatti è talmente invasiva che il più rosso dei rossi o il più nero dei neri 
( per chi ancora descrive la realtà a colori )
non potrà sottrarsi ai risultati dell' analisi.



LA RADIOGRAFIA SOCIALE

Il centro del SISTEMA ITACSARF ha sede nello

STIPENDIFICIO MARCONI

E' in questo sito che chi vince le elezioni insedia le sue figurine per fare, come disse la consigliera Danda Tavani in forza della vittoria,

" COME CAZZO VI PARRA' "


E questo è ovvio perchè, in forza della riforma voluta dalla sinistra del Capitolo V della Costituzione, il potere decisionale è passato dalla politica alla burocrazia.

Questo insieme strutturale, le figurine politiche e i burocrati, costituiscono il vertice della piramide che governa sulla popolazione locale, ovvero sulla base della piramide. Una TAC poi rivela che questo segmento maggioritario dell' insieme è composto da due sub-segmenti: il POPOLO BUE e i  VORREI MA NON POSSO.

La prima componente, stramaggioritaria, è formata da coloro che proprio se ne fregano. Credono che ciò che avviene a loro intorno non debba interessarli ed allacciano, se li allacciano, con le figurine politiche rapporti dettati più dalla convenienza personale che da altro. Votano e conferiscono le preferenze per conoscenza delle figurine , non per valutazione delle capacità necessarie a svolgere un ruolo amministrativo e gestionale o di controllo.

La seconda componente, più ristretta, è formata da coloro che oggettivamente hanno poco tempo da dedicare all' informazione locale. Anche l'abbondanza di trasmettitori mediatici, infatti, necessita di tempo da dedicarvi. Tempo da sottrarre alla famiglia, alle relazioni sociali, all' aggiornamento professionale. VORREBBERO,  ma  NON POSSONO più di tanto.


IL MONDO DI MEZZO 

Fra queste due stratificazioni, le  FIGURINE POLITICHE e la BASE DELLA PIRAMIDE operano i trasmettitori dell' informazione, a loro volta suddivisi in VELINARI e RICERCATORI.

I VELINARI li vedi raramente sul pezzo. Li incontri raramente  nel corso dello svolgimento degli eventi, ma sono sempre in prima fila nella pubblicazione delle news recepite, tramite veline, dalla cima della piramide. Raramente operano in discrasia con la stessa, a meno che non siano embedded con una delle BANDE del sistema.



I RICERCATORI, al contrario, svolgono quel ruolo che è funzionale nell' informazione : sono I MASTINI a salvaguardia del sistema democratico, sempre pronti a denunciare i sopprusi del POTERE.

La premessa,  forse tediosa, era necessaria per comprendere quello su cui alcuni filmati metteranno il timbro.


L' ULTIMO CONSIGLIO COMUNALE e il PARTY ANTIFASSISTA


Accade che nell' ultima assise comunale abbia giganteggiato l'ignoranza dell' AMMINISTRAZIONE ATTELLAPS e della stragrande maggioranza dei consiglieri comunali.

Sulla scoperta di un Centro di Igiene Mentale all' interno di una scuola il consigliere Mirko Fiasco ha rilasciato dichiarazioni esaustive. Per carità, nella logica perversa del chiacchiericcio, ha impiegato oltre 5 minuti per dire : " Abbiamo scoperto per caso dell' esistenza di questo Centro e il Dirigente comunale ha detto che " io non debbo comunicare nulla a nessuno ". PUNTO.
Non c'era da aggiungere altro.

Non si può partire dalla Polis dell' Antica Grecia per dire che i dirigenti " fanno come cazzo gli parrà ".



A conferma di quanto precede, la risibile MOTORIZZAZIONE del cancello di VILLA SCIARRA, che vedrete chiuso a mano da due concittadini, supplenti della Amministrazione Indiana del Sindaco ATTELLAPS, disposta da un Dirigente che evidentemente ignora che questo sistema è già presente, inutilmente, a Villa INNOCENTI



Se non fossimo a ITACSARF, dove è noto al mondo che non si pagano mazzette, verrebbe da interrogarsi sull ' intendimento di questo Digerente che vuole proporre una soluzione già altrove fallita.





" Chi è questo dirigente " illuminato " al Comune di ITACSARF, per capirci  LO STIPENDIFICIO MARCONI, che ha avuto una idea geniale per risolvere il problema della chiusura dei cancelli. Spenderà 9.000 € per  MOTORIZZARE il cancello di VILLA SCIARRA...... come quello di  VILLA INNOCENTI,  facendo passare un elefante sotto il naso della GIUNTA INDIANA e del Sindaco travicello.

Ssu fregna  è un genio da  PREMIO NOBEL !."


Di questo la GIUNTA INDIANA non sa nulla. Neppure S.E. Vincenzo Casagrande, all' uopo interrogato, ne era al corrente !



Era del pari all'oscuro del PARTY ANTIFASSISTA Sua Eccellenza, come anche il  Presidente del Consiglio Comunale Ercole ZANGRILLI e ...... udite udite ..... l' Assessore all' Ambiente e ai Parchi Pubblici Simone CARBONI !

VILLA SCIARRA a ITACSARF1 - E' qui la festa antifassista !



Naturalmente, a tutela del pubblico patrimonio e ad evidenza delle responsabilità di chi ha autorizzato l' evento per eventuali danni, io
ho provveduto ad inventariare lo STATUS QUO.





 UN EVENTO STORICO


Ho visto qualcosa che i Frascatoni non vedevano da almeno 17 anni. Ora un PREMIO NOBEL " motorizzerà " questo cancello per renderlo funzionale come quello di VILLA INNOCENTI !

FANTASTICO !

sabato 23 aprile 2016

GRULLACCIONI DI ITACSARF SIETE TUTTI INVITATI !



DAJEEEEEEEEEEE  !!







ANTIFA’ Conflictual PARTY 2016


Siamo felici di invitarvi alla terza edizione dell'Antifa Conflictual Party! Anche quest'anno nel cuore di Villa Sciarra a Frascati, anche quest'anno il 24 aprile, anche quest'anno insieme per una giornata contro vecchi e nuovi fascismi! 


------- PRANZO SOCIALE A PARTIRE DALLE 13.00 e SERVIZIO BAR attivo per tutta la giornata.

Panini, primi (anche vegan), birra, vino e bevande analcoliche a prezzi popolari.


------- MUSICA LIVE A PARTIRE DALLE 15.00 con la partecipazione di:

Lab Hip Hop Meticcio (Stay Real) 

Corto Circuito Sound (reggae/punk)

The Ruins of Rome (Hard Rock Post-Demenziale)

Motherline (Funk Rock)

+ Dj set ALL DAY LONG hosted by Sensi Tree Sound & Grow Roots Sound(reggae)



----- ATTIVITA’ CHE AVRANNO LUOGO NEL CORSO DELLA GIORNATA:

+ TORNEO DI CALCIO ANTIRAZZISTA CON I MIGRANTI

+ FREE ACTION WRITING 

+ AZIONE DI GUERRILLA GARDENING che faremo assieme ai/le compagn* de Il Libero Orto di Latina (https://www.facebook.com/Il-Cencio-Aperiodico-libertario-di-Latina-632649390203125/)

+ GIOCOLERIA

+ FREE BILIARDINO (AMA il calcio balilla, ODIA i Balilla)

+ LIBERA SERIGRAFIA DI ADESIVI A TEMA (gratis!!)

Mostra "Testa per dente" crimini fascisti in Jugoslavia 1941/1945





----- BANCHETTI A CURA E GESTITI DA:


Karalo' Roma Sartoria Migrante di Communia

+ Libero Orto di Latina, Il Cencio - Aperiodico libertario di Latina (materiale informativo)

+ OPS (Occupazioni Precari Studenti) di Genzano

+ Aula Studio Autogestita Sharewood, l'Università è di tutti/e (San Lorenzo) con Materiale del 14 Dicembre 2010

Edizioni Alegre

ACAD Associazione Contro gli Abusi in Divisa - Onlus 

+ Senzaconfine - Luogo d'incontro multicolore ( http://www.senzaconfine.org/ ) ( https://www.facebook.com/associazionesenzaconfine/?fref=ts )

Laboratorio Sociale Adelante di Velletri (materiale informativo)



La ragione che ci porta anche quest’anno ad organizzare un evento del genere è la voglia, la necessità, il bisogno politico di affermare come, oggi tanto quanto ieri, sia importantissimo praticare sane forme di antifascismo proprio perché, oggi come ieri, il fascismo è molto presente a vario titolo nella vita culturale e politica di tutti i giorni.






Abbiamo rilevato 3 fra le varie forme di fascismo nel mondo odierno, ovvero quelle che ci sono sembrate più attuali e di dominio ormai dell’’opinione pubblica nostrana. Tratteremo e ci confronteremo anche con altre realtà politiche di tutti i Castelli e romane sul tema dell’emigrazione e dei flussi migratori; parleremo della violenza di genere, dell’importanza del sostenere la lotta femminista volta alla vera parità di genere e la necessità di sostenere i soggetti lgbtqi nella rivendicazione dei loro diritti fondamentali; parlaremo di repressione, intesa a livello generale come un annientamento di tutto ciò che è volto a stravolgere lo ‘’status quo’’ dominante, e a livello particolare, di abusi in divisa e mancanza di rispetto dei diritti fondamentali delle persone con 
ACAD Associazione Contro gli Abusi in Divisa - Onlus, nonché della repressione sotto forma di sfratti e sgomberi contro gli spazi sociali e mutualistici romani attuata con maggiore crudeltà e ingiustificatezza questi ultimi tempi col DUP (Documento Unico di Programmazione) del commissario prefettizio Tronca, contro il quale è stato creato il grande percorso di #RomaNonSiVende (pagina fb: Roma Comune)

--- Liberiamoci dal RAZZISMO che emargina, distingue, allontana, sfrutta i milioni di migranti in arrivo. Scappare da una guerra o dalla fame é comunque scappare da una persecuzione. Solo un'accoglienza priva di chiusure e preclusioni é degna di un mondo antirazzista. 
--- Liberiamoci dal SESSISMO che opprime e cancella i diritti di lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer e intersessuali: contro la famiglia tradizionale, perché la donna non é solo moglie e madre. 
--- Liberiamoci dalla REPRESSIONE fascista dei luoghi di aggregazione sociale, dei luoghi in cui vivono forme di democrazia dal basso che lottano contro chi si fa spazio cancellando diritti, sfrattando famiglie, privatizzando luoghi e servizi, servendosi di polizia e metodi fascisti.

Liberiamocene e ogni giorno resistiamo, ogni giorno é il 25 aprile.. Anche il 24! 

Discutiamoci, balliamoci e beviamoci su!





[[[ Ringraziamo per il sostanziale contributo alla costruzione pratica e soprattutto politica dell’evento i compagni e le compagne genzanesi di OPS, Occupazioni Precari Studenti e di Communia. Ringraziamo inoltre il CSOA IPO’ di Marino per l’aiuto pratico e materiale per l’organizzazione della giornata.
Siamo grati con tutte le realtà, infine, che si sono mosse con gioia di starci e volontà di partecipare nella costruzione di questo importantissimo evento! Uniamo le lotte! Daje! ]]] 


Collettivo Antifascista di Frascati