lunedì 22 maggio 2017

LA CACJARATA : Commedia in 10 atti al Teatro SCUOLE PIE - SECONDO TEMPO


E C'E' ANCHE L' 11° ATTO : IL BOTTO FINALE !




Continua la rappresentazione di quell' evento accaduto a ITACSARF 200 anni fa. Come ci tramanda più di qualche  libro di storia locale, una brutta crisi colpì la scuola calasanziana. La carenza di vocazioni sacerdotali aveva costretto all' utilizzo di docenti laici. Contrariamente a ciò che avveniva in tutta l' EUROPA, che la si richiama solo quando fa comodo, lo STATO, dovendo mantenere tanti politici, non si faceva carico degli insegnanti nelle scuole paritarie. Questo fece si che la scuola frascatana manifestò un profondo disavanzo economico.
Questo lo sappiamo perchè fu detto in un altro libro di storia :


SCUOLE PIE A ITACSARF - C' è voluta PORTA A PORTA de NOJATRI per capire


http://angelocristofanelli.blogspot.it/2017/05/scuole-pie-itacsarf-c-e-voluta-porta.html

Ma quando il destino della scuola sembrava segnato, nella notte fra il 20 edi 21 maggio 2017, accadde un fatto strano.
Qualcuno dice ci sia stata un' apparizione; altri dicono ci sia stato un sogno !

Ma questa è una storia che vi racconterò in seguito.



SCUOLE PIE 12 -  Padre BARANI ci riprova

https://www.youtube.com/watch?v=XlPYJF7m_bw



SCUOLE PIE 13 - DAJE UGO ..... provaci ancora !

https://www.youtube.com/watch?v=FK1m_pS7yO8



SCUOLE PIE 14 - Parliamo d' investimenti ..., parliamo ... si fa per dire !

https://www.youtube.com/watch?v=WNdxlLXxjBc



SCUOLE PIE 15 -  NICOLA ZINGARETTI ...... te vonno !

https://www.youtube.com/watch?v=0ixc1fGL9e0


SCUOLE PIE 16 - " PORCA PUTTANA " stetive zitti !

https://www.youtube.com/watch?v=rOD05zSxjF4

Finisce a questo punto la commedia e come di prammatica si sparano i BOTTI finali



SCUOLE PIE 17 - Il finale col botto !

http://www.youreporter.it/video_SCUOLE_PIE_17_-_Il_finale_col_botto


domenica 21 maggio 2017

SE OGNI MARCIATORE ADOTTASSE UN MIGRANTE !


FRA IL MARCIARE E IL FARE C'E' DI MEZZO IL MARE



C'è una specie di migranti che non vedo mai sbarcare dai barconi.
Contrariamente a quello che osservo dai reportage, migranti spesso ben pasciuti, in questi i segni della sofferenza sono evidenti. Questo non offusca minimamente il mio sentimento verso persone come GINO STRADA
o verso Organizzazioni come 
MEDICIENS SANS FRONTIRES 

Quello che mi colpisce è la mancanza di interrogativi in persone come PIETRO GRASSO o come la  PRESIDENTESSA della CAMERESSA, sempre prodighi di parole che discendono verso la plebe italica dai loro pingui scranni.


L' INTELLIGENZA SOTTO LE SUOLE

Che differenza fra le due foto !

Ho sentito affermare che sono 65.000.000 i migranti nel mondo.
Pensate se tutti decidessero di prendere il largo in mare per raggiungere l' ITALIA ! Ma pensate se solo una piccola parte di loro decidessero di farlo : cosa direbbero LORSIGNORI  a frittata già fatta ?

Perchè poi, alla fine, tutti mirano alle terre del benessere. E l' ITALIA, oltre che apparentemente terra del benessere, è anche terra di coglioni. Qui il migrante ha più diritti del cittadino, a meno che non cada nelle mani della criminalità.


Quei potentoni blateranti e marcianti, con fasce tricolori a tracolla,   pennacchi di tutti i tipi al vento e belle fette di



 prosciutto sugli occhi, si sono mai chiesti quanti bambini spariti sul suolo italico da loro ( male ) amministrato siano caduti nelle mani dei pedofili e dei commercianti di organi umani ? 

Quante donne illegalmente pervenute sul suolo italico da loro fetentemente amministrato cadono nella rete dei papponi ?

Perchè dunque non danno un seguito alle marce e alle parole ?

Adottassero un migrante, lo portassero nelle loro case per quella che sicuramente sarebbe una eccellente integrazione sotto tutti i punti di vista.






LUCIANO ANDREOTTI A GROTTAFERRATA : E' STATA UNA FESTA NON UN COMIZIO


DUE ORE E MEZZA DI FREDDO, MA NE E' VALSA LA PENA


Debbo dire che all' inizio mi ero anche un pò incazzato, ma avevo letto male il manifesto. Dalle 18,00 alle 20,00 solo musica, ma c'era scritto; poi una intervista sui generis, inusuale. Quindi un filmato programmatico : il DEGRADO DI GROTTAFERRATA da sistemare subito.

Lui non lo sa, ma quel filmato, ove Luciano risultasse eletto SINDACO NOVELLO
sarà l'incubo che lo perseguiterà. HOMO avvisato .... mezzo salvato.




ANDREOTTI a GROTTAFERRATA 4 - SUPERCAZZOLA di un grande politico




ANDREOTTI a GROTTAFERRATA 5 - Salvatore presenta Luciano

https://www.youtube.com/watch?v=duL8X7nHKiU



ANDREOTTI a GROTTAFERRATA 7 - L'AVVENTURA di  Luciano 


https://www.youtube.com/watch?v=SsYe1ibWJUU




ANDREOTTI a GROTTAFERRATA 8 - INIZIO  con sorpresa





ANDREOTTI a GROTTAFERRATA 9 - Il degrado da sistemare

https://www.youtube.com/watch?v=gRVvqsBeRy0&t=25s





sabato 20 maggio 2017

ULTIM' ORA : DA ITACSARF LE ULTIME NOTIZIE


E' NOTTE FONDA SU STS IN LIQUIDAZIONE E ASILI NIDO



Mancano notizie ufficiali sul 
BUONGOVERNO DEL COMMISSARIO  
succeduto al 
BUONGOVERNO DEL MESSERE


Solo qualche notizia sul " si farà " rilasciata tramite la stampa locale, fra una pubblicità elettorale e l'altra. Nel frattempo qualche scampolo di storia civica riemerge dagli archivi storici ad uso dei 
CANDIDATI " FIGURINE " e dei  CANDIDATI " ASCARI "
mai visti in Consiglio Comunale, ma affidatari del compito di portare voti.

Un ex consigliere ci dice che .......

ULTIM'ORA A ITACSARF - Con Sandro su RES NOVA




Ma anche un CANDIDATIO SINDACO NOVELLO ci racconta. 







LE NEWS DAL PALAZZO

TUTTO IN AUMEMTO : E' LA RIPRESA !

Record di ANTICIPAZIONE DI CASSA
Record di RESIDUI ATTIVI
Record di DISAVANZO D'AMMINISTRAZIONE
Record di BUFFI






Mi viene un dubbio : siccome di " manici " ne abbiamo visti tanti all' opera .....anche se tutti del PD ......... ma non sarà che ..

venerdì 19 maggio 2017

CONTINUA SUGLI ASILO NIDO IL FLOP A ITACSARF DEL BRAVO COMMISSARIO STRATI


I BUROCRATI NON FINISCONO MAI DI STUPIRE !



Verrà ricordato il Dott. Bruno STRATI come il 
COMMISSARIO STRAORDINARIO
che riaccese le luminarie a ITACSARF; bastò questo e la militarizzazione di Piazza Roma e Piazza Marconi per far gridare al miracolo più di qualcuno. Vi ricordate nel mese di settembre, appena tornato dalle vacanze, gli automezzi della STS ad ogni angolo della piazza ? E vai con gli applausi ...... !

ABBIAMO TROVATO UN SINDACO NOVELLO ", " NUN TE NE TENGHI DA I' PIU' 
scrisse qualcuno. Passarono i mesi e il sacro impeto iniziale si affievolì. Ci vollero 6 mesi dalla segnalazione per rimettere U TAPPU al quadro delle prese 



della elettricità a Villa Torlonia, e qualche giorno ancora per sistemare il muro di Via REGINA MARGHERITA



Frascati - A via BORGO SAN ROCCO con l'incazzo




VOLARE ALTO E' BELLO .... MA VENNE IL BOTTO



Il bravo COMMISSARIO, probabilmente mal consigliato, mi va ad aumentare le rette degli asili nido  e si prende una sacrosanta denuncia.


Tariffe asili nido, 114 famiglie portano in tribunale il Commissario di Frascati




E la denuncia è sacrosanta perchè le famiglie non possono rispondere della cattiva gestione delle risorse pubbliche. Come dimostrato dal calcolo sottostante la prima foto, le entrate coprono già al 90% quello che AVREBBE dovuto essere un oggettivo costo del servizio reso. Ovvio che strapagando il gestore del servizio, ancorchè vincitore di gara d'appalto del servizio ( ma di questo si parlerà prossimamente ), la percentuale di copertura dei costi scenda. Ma fino a quando CATILINA abuserà della nostra pazienza ?

LA STORIA INIZIA IL 24 GENNAIO 2014

giovedì 18 maggio 2017

CARABINIERI E GUARDIA DI FINANZA RACCOLGONO I PRIMI " TULIPANI "




OPERAZIONE “TULIPANO”. 
ROMA: CONFISCATI BENI PER OLTRE 16 MILIONI DI EURO NEI CONFRONTI DI UN SODALIZIO CRIMINALE DEDITO ALL’ESTORSIONE, AL RICICLAGGIO, ALLO SPACCIO ED AL TRAFFICO DI SOSTANZE STUPEFACENTI. ROMA


 Maxi confisca. I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma ed i Finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo un decreto di confisca emesso a carico di una pluralità di soggetti, già coinvolti in pregresse operazioni di polizia nonché destinatari di misure cautelari. In particolare, risulta coinvolto un gruppo di personaggi tratti in arresto nel febbraio del 2015, unitamente ad altre 49 persone, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere, poiché ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, estorsione, reimpiego di capitali di illecita provenienza, fittizia intestazione di beni, illecita detenzione di armi e riciclaggio. Il decreto di confisca dei beni, ex artt. 24 D.Lgs. 159/2011, emesso dal Tribunale di Roma – Sezione Misure di Prevenzione, è arrivato a seguito del sequestro anticipato dei beni eseguito, nel febbraio 2015, unitamente alle misure cautelari in carcere. Nel dettaglio, le indagini patrimoniali eseguite nell’ambito del procedimento di prevenzione avevano consentito di rilevare come i 10 soggetti [CALI’ Antonino, CASTELLI Adamo, CELANO Claudio, COLAGRANDE Massimiliano, COSTANTINO Andrea, LIVI Danilo, MONTALI Emiliano, PITTACCIO Marco, SCATENA Mariano e SILENTI Ferdinando,], destinatari del provvedimento di sequestro, disponessero di beni del valore del tutto sproporzionato rispetto al reddito percepito e dichiarato da loro e dalle persone rientranti nel loro nucleo familiare, tanto da far ritenere che tali risorse economiche costituissero provento o reimpiego di attività delittuose. Il provvedimento è stato adottato su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma che, nel valutare la perdurante pericolosità sociale dei 10 destinatari, aveva recepito la proposta di applicazione della misura di prevenzione patrimoniale avanzata dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma, basata sulla mancata dimostrazione della legittima provenienza dei beni nella disponibilità dei proposti e la manifesta sproporzione tra il patrimonio accumulato dagli stessi e dai propri nuclei familiari negli ultimi 20 anni, rispetto al reddito dichiarato al fisco. Il provvedimento di confisca riguarda 6 esercizi commerciali ubicati a Roma, 12 società, 32 immobili, di cui 31 a Roma e provincia e uno a Isola di Capo Rizzuto, 74 rapporti finanziari/bancari e 16 veicoli, il tutto per un valore complessivo stimato di circa 10 milioni di euro. Nell’ambito della stessa operazione e sulla scorta dei medesimi presupposti (pericolosità sociale e acclarata sproporzione tra patrimonio accumulato e redditi dichiarati), i militari del G.I.C.O. del Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Roma stanno eseguendo la confisca di beni nei confronti di un ulteriore soggetto, CRISCUOLO Giuseppe, pregiudicato napoletano, già appartenente al clan di camorra “MARIANO”, ma da lungo tempo domiciliato nella Capitale ed in contatto con esponenti di spicco della criminalità romana. In tale contesto, la confisca ha ad oggetto un patrimonio già sottoposto a sequestro nel gennaio 2016, costituito da 6 fabbricati ubicati a Roma, 1 società a responsabilità limitata (esercente, in Roma, l’attività di “affittacamere, case vacanze, bed and breakfast, residence”), 3 autovetture e due rapporti finanziari/bancari, per un valore complessivo stimato in circa 6.200.000 euro. Con l’operazione odierna, il Tribunale di Roma, la D.D.A. di Roma, L’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza di Roma hanno recuperato un ampio spazio di legalità, restituendolo alla collettività onesta.

mercoledì 17 maggio 2017

IL COMMISSARIO STRATI FLOPPA ANCHE SULLA COMUNICAZIONE


LA CITTADINANZA ALL' OSCURO  DI UN EVENTO IMPORTANTISSIMO


Da mesi una sentenza non irrilevante è occultata nei cassetti del

COMUNE DI ITACSARF


E' la sentenza 3393/2016 emessa presso il TRIBUNALE di VELLETRI in data 6/10/2016 e depositata, con le relative motivazioni, in data 6 gennaio 2017

Questa sentenza relativa alle  BOLLE DI SAPONE sollevate dagli allora consiglieri comunali Giuseppe PRIVITERA, Vincenzo CONTE e Sandro D'ORAZIO riporta nella disponibilità piena del nostro Comune un qualcosa che frettolosamente era stato alienato.

COSA C'E' CHE NON SI PUO' LEGGERE DI QUELLA SENTENZA ?


martedì 16 maggio 2017

COSI' PARLO' LUIGI DI MAIO A GROTTAFERRATA


IN 36 MINUTI SPIEGATO IL 
 " METODO M5S "


" ARRIVIAMO SEMPRE DOPO LE TRAGEDIE LASCIATE DAGLI ALTRI. MA SONO LE NOSTRE OPPORTUNITA' "

36 minuti a tutto campo; dai debiti lasciati da quelli bravi alla corruzione, dai programmi elettorali farlocchi alle tristi realtà di fine mandato. E poi i prenditori locali che finanziano le campagne elettorali e poi si presentano all' incasso.  La preoccupazione per dove vadano a finire i soldi che entrano in Comune ( lui parla ..... io penso agli asili nido comunali di ITACSARF che costano il doppio, a bambino, degli asili nido comunali di Scandicci ), l'apertura dei bilanci come primo atto e poi le regole del MoVimento. E ancora ..... le opportunità , gli appalti pubblici, la LEGGE FORNERO, i vaccini, le elezioni, i danni dei CAPISCIONI di BRUXELLES. Ma anche tutte le eccellenze che ha incontrato sul nostro territorio nazionale e la dimostrazione che volendo si può cambiare il Paese.


UN FIUME IN PIENA SENZA PAUSE

" A ROMA ho visto cose che neppure a NAPOLI è dato di vedere "

Ma perchè elencare tutto ciò che ha detto se potete ascoltarlo, anche in più riprese, dalla viva voce dell' autore ?

E allora .............. DAJEEEEE ..... trovate 36 minuti e ascoltate !


M5S a  GROTTAFERRATA 7 LUIGI DI MAIO " da Harvard a Grottaferrata "






M5S a  GROTTAFERRATA 8 - LUIGI DI MAIO : " si può fare "






M5S a  GROTTAFERRATA 9 - DI MAIO  e le urgenze farlocche




M5S a  GROTTAFERRATA 10 -  LUIGI DI MAIO sui danni di QUELLI BRAVI




M5S a  GROTTAFERRATA 11 - LUIGI DI MAIO e le donazioni dei 5 STELLE




M5S a  GROTTAFERRATA 12 - LUIGI DI MAIO, la road map e le  PERCULERATE



M5S a  GROTTAFERRATA 13 - Un consiglio finale da LUIGI DI MAIO

https://www.youtube.com/watch?v=IfV6U89nYrU



M5S a  GROTTAFERRATA 14 - I ringraziamenti di Maurizio Scardecchia

https://www.youtube.com/watch?v=kzhyrai27mo





LEGGI ANCHE : 
 http://angelocristofanelli.blogspot.it/2017/05/m5s-in-grande-spolvero-presenta.html

lunedì 15 maggio 2017

LA CACJARATA : Commedia in 10 atti al Teatro SCUOLE PIE - PRIMO TEMPO


LA RAPPRESENTAZIONE HA AVUTO GRANDE ECO IN CITTA'


Nel seicentesco teatro frascatano una rappresentazione dei costumi dei nostri avi dei primi anni 2000

Nella parte di Padre UGO BARANI il PREMIO OSCAR italo-americano

Artur Pazienza

A circa 200 anni dallo svolgimento di quei fatti i bravissimi attori hanno riproposto i concetti basilari di ciò che i nostri avi intendevano per

DEMOCRAZIA !




SCUOLE PIE 6 - Assemblea dei genitori : si comincia !



SCUOLE PIE 7 - L'inversione dei ruoli



SCUOLE PIE 8 - Contestata anche Laura



SCUOLE PIE 9 -  La squadra degli Scolopi



SCUOLE PIE 11 - E fu a questo punto che Padre BARANI sbroccò

https://www.youtube.com/watch?v=2Q3WwkB_Tuc



Il  SECONDO TEMPO lunedi 22 maggio sulla pagina

LA GAZZETTA DEL POPOLO BUE







VIA VITTORIO VENETO a ITACSARF : L'AGGIUDICAZIONE C'E'


LA GRANDE STAMPA LOCALE AVEVA RIPORTATO : SISTEMATA AD APRILE !


Frascati, rifacimento via Vittorio Veneto: i lavori dopo la metà di aprile


Così si leggeva il 21 marzo fra una pubblicità elettorale ed una commerciale. Già ...... perchè " il commissario prefettizio aveva provveduto ad approvare il progetto definitivo a fine dicembre 2016 per un totale di 159.000 euro dei quali 128.396,89 per lavori a base d’asta ". 

Base d'asta come sempre generosa visto che il vincitore dell' appalto se l'è aggiudicato per euro 88.022,80 oltre oneri di sicurezza in data 9.5.2017 con un ribasso del 27,936%

Delle due l' una : o siamo noi di manica larga o alla
EDO COSTRUZIONI Srl sono dei draghi !


Ma il problema che mi angustia ora è un altro. Visto che l'aggiudicazione dell' appalto per il rifacimento della Piazza delle Scuole Pie se non erro fu intorno a settembre   

"13-09-2016 - 
DI SEGUITO L'AVVISO DI APPALTO AGGIUDICATO PER LAVORI DI "SISTEMAZIONE PIAZZA SCUOLE PIE"

Ma se i lavori a Piazza delle Scuole Pie ( prossimamente Piazza del MESSERE ) sono iniziati il 1 marzo, quando vedremo i lavori in Via Vittorio Veneto ? A Novembre ?

sabato 13 maggio 2017

M5S IN GRANDE SPOLVERO PRESENTA A GROTTAFERRATA LA GIUNTA


QUESTA DICESI TRASPARENZA


C'era Piazza CAVOUR strapiena. E anche chi non c'entrava nulla, in termini elettorali, ha detto che si trovava lì per un appuntamento.

Di fatto tutti volevano ammirare la nuova auto uscita dalla fabbrica grottaferratese del MoVimento. In effetti non capita tutti i giorni; almeno per me è stata la prima volta di avere comunicazione dei componenti di Giunta prima del voto.

E' stato come andare da un concessionario auto; vai , guardi, chiedi e ti informi. Ora la cittadinaza di Grottaferrata sa cosa potrebbe comprare l' 11 giugno ed, eventualmente, il 25 giugno.

Dopo gli interventi dei vari Sindaci pentastellati dei dintorni, favoloso l' invito del Sindaco di Marino Carlo COLIZZA 
" ADOTTA UN INDECISO "
il CANDIDATO SINDACO NOVELLO Maurizio Scardecchia ha tirato via il telo dalla nuova vettura.

CILINDRATA, CONSUMI, GOMME, PRESTAZIONI POSSIBILI

Ripeto, ora a Grottaferrata i cittadini sanno cosa comprano; per evitare che poi, all' improvviso come altrove accade, ti ritrovi in giunta qualche indesiderato.

Prima però c'era stato l' intervento di

LUIGI  DI MAIO

Ma questa è un'altra storia; merita un capitolo a parte !


M5S a  GROTTAFERRATA 3 - Il Sindaco di Genzano di Roma





M5S a  GROTTAFERRATA 4 -  La Senatrice Elena FATTORI




M5S a  GROTTAFERRATA 5 - Carlo COLIZZA Sindaco di MARINO

https://www.youtube.com/watch?v=75jTo-jvpDI



M5S a  GROTTAFERRATA 6 - Silvana Denicolò e l'ambiente

M5S a  GROTTAFERRATA 15 -  Presentata la GIUNTA a 5 STELLE



venerdì 12 maggio 2017

SCUOLE PIE A ITACSARF - C' è voluta PORTA A PORTA de NOJATRI per capire


DOPO L'INCREDIBILE GAZZARRA PADRE UGO BARANI ESPONE E RISPONDE


DEMOCRAZIA è una bella parola con la quale riempirsi pienamente la bocca. Come lo sono POPULISMO, DEMAGOGIA e tante altre belle espressioni d'uso quando non si hanno argomenti per controbattere. Poi sul terreno restano

I FATTI !

E i fatti dicono che ieri, nel corso della 
CONVOCAZIONE
delle famiglie degli alunni dello
ISTITUTO CALASANZIO DI FRASCATI


con oggetto  comunicazioni sulla paventata chiusura della scuola che da 400 anni rappresenta una ISTITUZIONE a ITACSARF
al Padre Provinciale non è stato dato modo di esprimere le sue ragioni, esatte o errate che fossero.

Non sono invece mancati spiacevoli momenti :

" Tu da qui non esci, qui nessuno di voi se ne va " ovviamente proferiti senza alcuna volontà di minaccia, ma dovuti alla concitazione del momento o chiare minacce politiche sul diniego a qualsiasi variazione d'uso dell' immobile nell' ipotesi di volontà di trasformazione ad uso albergo o casa d'accoglienza per anziani.

PORTA A PORTA DE NOJATRI

In realtà Padre Ugo BARANI aveva da subito aderito alla richiesta di  videoriprese dell' evento ed aveva acconsentito ad una successiva intervista di 5 minuti per rispondere alle mie domande.

Al precipitare degli eventi ho dovuto faticare molto, coadiuvato da una gentile signora che non conosco, per indurre il Provinciale ad un confronto riservato, civile ed educato. Con me altri 4 genitori, due dei quali ex studenti dell' ISTITUTO, hanno posto domande.

Molti i chiarimenti e sul finale ...............

Ma questo lo scoprirete solo ascoltando !


 Per la CACJARA c'è tempo.

MAJORA PREMUNT !



SCUOLE PIE 18 - Padre Ugo BARANI a PORTA A PORTA DE NOJATRI

https://www.youtube.com/watch?v=PReQaUIqnJg



 SCUOLE PIE 19 - Padre BARANI, i vincoli economici, la POLITICA e S.E. il Vescovo



SCUOLE PIE 20 - Padre Barani : non abbiamo ALBERGHI in prospettiva


SCUOLE PIE 21 - Padre UGO BARANI risponde sugli investimenti

https://www.youtube.com/watch?v=1ZkDbaUD8Lc



SCUOLE PIE 22 - Gianluca GUERRINI e il significato delle SCUOLE PIE 

https://www.youtube.com/watch?v=fedcuUO9l_U



Scuole Pie 23 - 800.000 Euro Inutilmente Investiti

http://www.youreporter.it/video_SCUOLE_PIE_23_-_800_000_EURO_INUTILMENTE_INVESTITI

SCUOLE PIE 24 - Un progetto professionale impegnerebbe l' Ordine ? 

https://www.youtube.com/watch?v=l7czWV-GuNg



SCUOLE PIE 27 - Le impressioni dell' ultimo arrivato. 

https://www.youtube.com/watch?v=I58iUMjXisE



ASILI NIDO : CHE DIFFERENZA FRA SCANDICCI e ITACSARF !

MA COME SI SPIEGANO I 

SILENZI 

AD ITACSARF ?



A Scandicci 2.203.371,37 euro/anno per 321 bambini, a ITACSARF 1.239.000 euro/anno
per 120 !












Approvato il Bilancio, le motivazioni 

dei voti dei gruppi consiliari






Stanziamenti di 6.354.846,48 euro per l’istruzione, di 4.433.325,75 euro per il sociale, di 2.203.371,37 euro per gli asili nido  ( " i posti disponibili nei servizi educativi 0-3 anni nel comune di Scandicci sono 315 " dice nell' articolo l' Assessore DIYE NDIAYE - ndr - , di 1.721.202 euro per il trasporto pubblico, di 1.139.097,49 euro per la cultura. Il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di previsione 2015 con i voti favorevoli di Pd e Fare Comune e quelli contrari di M5S e di Alleanza per Scandicci-Ncd-FdI. “Nelle prossime settimane pubblichiamo on line cosa viene fatto esattamente con ogni euro di fiscalità versato al Comune dai cittadini – dice l’assessore al Bilancio e Vicesindaco Andrea Giorgi – la chiarezza e la trasparenza stanno alla base del patto tra chi vive la città e l’Amministrazione Comunale. Quest’anno confermiamo tutti gli stanziamenti per la scuola, per le politiche sociali e per la cultura nonostante minori entrate per 2 milioni 966 mila e 684 euro, dovute per 1,557 milioni di euro a mancati trasferimenti statali” Non aumentano Imu e Tasi rispetto allo scorso anno, ma per compensare le minori entrate sono previsti tagli alla spesa corrente per un milione 454 mila e 765 euro, ed è fissata allo 0,8 percento l’aliquota per l’addizionale Irpef.
“Oltre agli stanziamenti per tutti i servizi alla persona – aggiunge Giorgi – confermiamo anche tutti i fondi aggiuntivi come quello anticrisi, il fondo per la non autosufficienza, il fondo integrativo per i contributi agli affitti, lo stanziamento per le ore di sostegno scolastico per l’handicap, i trasferimenti alla Società della Salute per i servizi di loro competenza e i trasferimenti a Scandicci Cultura”.
Nei settori sociale, educativo e della cultura sono fissati anche investimenti, con gli stanziamenti in conto capitale per gli arredi della nuova scuola Turri, per gli arredi del Centro diurno di via Pacini, per il miglioramento delle dotazioni della Biblioteca Comunale e per l’avvio del piano di abbattimento per le barriere architettoniche.
Per quanto riguarda la Tari, a causa dell’obbligo di legge di costituire un “fondo crediti di dubbia esigibilità”, l’ammontare complessivo della tariffa passerà da 9,450 milioni di euro a 10 milioni e 77 mila euro.

Le motivazioni dei voti dei gruppi consiliari
Il bilancio approvato è un bilancio notevole sotto tanti punti di vista, ne siamo consapevoli. In esso è contenuto un rialzo della pressione fiscale locale che certo non ci divertiamo a varare. Purtroppo le risorse degli enti locali sono ogni anno più scarse a causa di politiche nazionali che certo non ci favoriscono. Dinanzi a questo scenario veramente pesante abbiamo voluto proseguire sulla strada fin qui intrapresa dalle amministrazioni precedenti, la strada degli investimenti e della tutela, attraverso i servizi alla persona, nei confronti dei soggetti più svantaggiati dalla attuale crisi economica. Se lo Stato taglia, noi proviamo a non farlo, assumendoci la responsabilità delle nostre scelte in materia fiscale. Ci confermiamo in prima linea sui fronti dell’istruzione, del sociale e della cultura dove manteniamo gli stessi impegni del 2014, nonostante oltre 2 milioni di minori entrate rispetto all’anno scorso. Auspichiamo inoltre che le entrate straordinarie dovute all’attesa approvazione del decreto sugli enti locali vengano impiegate a favore di famiglie numerose, giovani che escono dal nucleo familiare e realtà associative impegnate nella promozione culturale.
Alessio Babazzi, capogruppo Partito democratico

Il bilancio di previsione 2015 contiene alcune importanti, e negative, novità per i cittadini: l'aumento della tassazione. L'addizionale Irpef passa da 3,3 mil a 5,6 mil con un incremento procapite di oltre 50 euro e la Tari passa da 9,3 milioni ad oltre 10 con un aumento di circa l'8%. Inoltre, a livello metropolitano, aumenta la tassa provinciale sui rifiuti e la tassa sulle Rc auto che sale, quest'ultima, dal 10,5 al 16,5%. Con questi aumenti siamo al massimo livello di tassazione consentito dalla Legge. A fronte di questi sacrifici richiesti sarebbe doveroso un controllo capillare di contenimento delle spese che non viene effettuato. Ad esempio il conto non negoziabile che ci presenta ogni anno Quadrifoglio contiene una quota per il servizio di esazione del tributo. Scandicci paga 360 mila euro, Firenze 2,3 milioni: solo Scandicci e Firenze pagano 2,7 milioni per l'esazione della Tari e considerando tutti gli altri Comuni serviti possiamo stimare che il servizio costi oltre 4 milioni. Quanto personale e quanta struttura si paga con questa cifra annua? Ci pare, francamente, eccessivo. E questo è solo un esempio delle motivazioni al nostro voto contrario.
Valerio Bencini, capogruppo Movimento 5 stelle

Apprezziamo l’impegno dell’Amministrazione per la salvaguardia di settori che riteniamo molto significativi: la scuola, la cultura, il sociale, e lo stanziamento triennale per l’abbattimento delle barriere architettoniche, che sottolinea l’attenzione e la sensibilità dell’Amministrazione verso questa problematica. L’impegno a mantenere alti i livelli di erogazione dei servizi nell’ambito culturale e socio-educativo avviene attraverso scelte obbligate, come quella di una fiscalità elevata, ma ci auguriamo anche che sia una scelta non irreversibile, perché legata alla difficile congiuntura economica che il Paese sta attraversando.
Riponiamo la nostra fiducia sul fatto che i vantaggi, in ultima analisi, saranno maggiori dei sacrifici che i cittadini dovranno sopportare. D’altra parte ci sono anche degli spiragli: come anticipato dall’Assessore Giorgi, in base al Decreto Legge 78/2015, il cd Decreto degli Enti Locali, ci saranno presumibili maggiori disponibilità, che potranno essere impegnate per andare incontro alle fasce più deboli realizzando segnali significativi di alleggerimento fiscale.
Andrea Pacini e Ilaria Pecorini, Fare Comune

Siamo al paradosso, il Comune di Scandicci aumenta le tasse per 2,5 milioni di euro dando la colpa al Governo (sempre PD) che avrebbe tagliato i fondi. Una presa di giro per i cittadini che vedranno aumentare l’addizionale Irpef dello 0,3%. Ho proposto di non far pagare addizionale ai redditi inferiori a 25.000 euro ma il PD era contrario.
Raddoppiano le multe messe a bilancio, si prevede di incassare 911.000 euro in più rispetto al 2014. Intanto chi ha problemi di disabilità rimane solo, chi ha anziani con handicap in casa è costretto a rinunciare alle vacanze perché è stato tagliato il fondo per i ricoveri di sollievo.
Le scuole di Scandicci non sono a norma di legge, alla Marconi è transennata una parte di cortile, alla Spinelli è caduto un pezzo di intonaco che per fortuna non ha colpito nessuno. La messa in sicurezza di questi edifici deve avere priorità assoluta, piuttosto tagliamo i 110.000 euro dati al Teatro Studio o i soldi dati ad associazioni delle quali fanno parte molti consiglieri PD. Il Sindaco Fallani dimentica i problemi reali e pensa invece ad assumere altri due dirigenti, un portavoce ed una segretaria del suo staff per un costo totale di circa 260.000 euro annui.
Leonardo Batistini, capogruppo Alleanza per Scandicci-Ncd-FdI

E A PROPOSITO DI SERVIZI .....

Un taglio alla Tassa rifiuti Tari dell’8,6% per i cittadini di Scandicci (con riduzioni fino al 41% per particolari categorie economiche), mantenimento ai livelli del 2016 di Imu, addizionale Irpef e tariffe, 16,5 milioni di euro da investire in opere pubbliche di cui 7,5 mln per edilizia scolastica, 14,6 mln di euro come impegno economico complessivo per i settori sociale, educativo e culturale (+2,98% sul 2016), 2,147 milioni di euro per la sicurezza in città (+3.3% rispetto all’anno scorso), 500 mila euro in più di trasferimenti statali grazie all’efficienza nella gestione della spesa. Sono questi gli elementi del Bilancio di previsione 2017 approvato dal Consiglio comunale nella seduta di venerdì 31 marzo 2017, con i voti favorevoli di Pd e Fare Comune e quelli contrari di Erica Franchi di Forza Italia e di Valerio Bencini di M5s, mentre Fabiana Fulici e Massimiliano Tognetti di M5s non hanno partecipato al voto.