sabato 24 giugno 2017

CARO LELLO, CARO ROBERTO è un mese che attendo !


LUNEDI PROTOCOLLERO' LA RICHIESTA NOVELLA



E per conoscenza la inoltrero' anche al  SINDACO NOVELLO.

E' incredibile che dopo 30 giorni da una richiesta d' incontro, tesa a dirimere un'assurda pretesa, la DIRIGENTE della Polizia Locale ancora non risponda.

Ma la storia di questa pretesa di pagamento della tassa di passo carrabile assume oggi una rilevanza ancor più pregnante.


Oggi che con 1 euro ci si può addirittura comprare 

DUE BANCHE VENETE

capirete bene cosa si può fare ogni anno con ben

90 EURO !


CARO LELLO, CARO ROBERTO

ESTOTE PARATI ...... C'E' GIA' LAVORO PER VOI !

venerdì 23 giugno 2017

BREAKING NEWS - Vogliamo parlare della STS in liquidazione ?


C' E' DA CAPIRE CHI E' A CUMMANNARI A ITACSARF




Passano i giorni, passano i mesi, si alternano un Sindaco ed un Commissario Straordinario; fra pochi giorni avremo un
SINDACO NOVELLO

In questi ultimi 6 mesi abbiamo avuto notizia del PIL 2016 a Stelle e Strisce, del PIL 2016 verde bianco e rosso; abbiamo anche avuto notizie del 1Q 2017 ed il tendenziale 2017 USA, italiano ed europeo.

MA DELLA LIQUIDAZIONE STS NADA DE NADA !

Sicuramente si tratta di una mio deficit informativo, ma nessuno ha saputo colmarlo.

Neppure il bravissimo Commissario Straordinario Bruno STRATI ha saputo diradare la nebbia. Almeno così mi riferisce chi alla Conferenza stampa di FINE MANDATO ha partecipato.

La mie domande sono ora due :

1 - MA CHI E' A CUMMANNARI A ITACSARF ?

2 - ANCHE IL SINDACO NOVELLO SARA' TRAVICELLO ?







giovedì 22 giugno 2017

CHIUDE A ITACSARF IL MERCATO COPERTO


ALL' IMPROVVISO CI SI ACCORGE CHE ERA FATISCENTE E NECESSITAVA 
D' INTERVENTI



Magica burocrazia comunale di ITACSARF !

Dopo aver speso qualcosa come 200.000 per il rifacimento di Piazza delle Scuole Pie, che se fosse rimasta com'era non avrebbe causato alcun danno; dopo aver provveduto alla ristrutturazione  del piano superiore del  MERCATO COPERTO, per creare la nuova STRUTTURA KULTURALE generalmente chiusa
30 giorni su 31 al mese, ci si accorge dell' insalubrità del piano inferiore, questo si utile alla cittadinanza ed aperto al pubblico 
26 giorni al mese !

E così ..... dall' oggi al domani ........

BAMBOLE FRA 10 GIORNI SI CHIUDE !



Che aquile ragazzi !

In pratica hanno acconsentito a che i cittadini frequentassero un luogo insalubre per anni ....... poi si sono svegliati accorgendosi di avere una mani davanti e una dietro !

Dice ....... ma non era forse il caso di mettervi d'accordo su chi ci deve mettere le mani e magari trovare anche i soldi per i lavori che s'hanno da fare ?


MA DE CHE ........ Signora LANDI veda di alzare i tacchi entro 10 giorni ; quanto ai frascatani ........  
I SUPERMERCATI SARANNO FELICI DI RICEVERVI !

Il fatto, tuttavia, non può non prestarsi ad un qualcosa di dejà vu !

Ricordate lo sfratto di un asilo d'infanzia presso lo stabile delle
MAESTRE FILIPPINI ?

Immobile pericolante si disse ...... poi per anni continuò a starci la

MITICA STS MULTISERVIZI  !



CHIUDE IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO A ITACSARF

BREAKING NEWS - Dall'ex covo di MARIO sulla conferenza di FINE MANDATO


ANCORA CONFESSIONI DA PARTE DI SANDRO D'ORAZIO



Vuota il sacco Sandro D' ORAZIO. La narrazione avviene in un luogo storico della Frascati amministrativa : l'ex tinello di 
Mario TAMBURRANO.
In questo luogo transitarono tutti i Sindaci degli anni in cui Frascati era la PERLA DEI CASTELLI ROMANI; qui i Sindaci delle città gemellate fecero tappa. Qui, dove negli anni 80 fra amici si festeggiavano le vittorie del VOLLEY FRASCATI, parliamo di un atto relativo al decadimento della nostra città :

LA RELAZIONE DI FINE MANDATO DEL COMMISSARIO
STRAORDINARIO BRUNO STRATI

Abbiamo quindi parlato delle BOLLE DI SAPONE afferenti i terreni di proprietà dei cittadini di Frascati, le incapacità dei sempre proni GATTOPARDI 
alle volontà del partito romano. Ma non solo delle BOLLE di SAPONE s'è parlato..........



BREAKING NEWS -  Dall'ex covo di MARIO sulla conferenza di FINE MANDATO 




mercoledì 21 giugno 2017

SENTENZA ASTRAOTTO - TERZA PUNTATA


CONTINUA LA NARRAZIONE DEI FATTI OGGETTO DI GIUDIZIO

THE MISSION IMPOSSIBLE !



Siamo nell' anno 2002, in vigenza di leggi che solo nel 2005 vedranno delle variazioni ad opera della REGIONE LAZIO con l'emanazione della LR 27/1/2005 n. 6

Io non sono un esperto di queste cose, ma immagino che i contenuti del BANDO per l' ASTA PUBBLICA emanato con Determinazione 2166 del 9/12/2002  siano stati immaginati da un veggente.


ALIENARE : trasferire ad altri la titolarità di un bene; vendere, cedere.
( GARZANTI - pag. 71 )

Per inciso, MAI COMPARE IL TERMINE DIRITTO DI SUPERFICIE se non per una casistica particolare : per chi ha già costruito qualcosa sul sito oggetto dell' ALIENAZIONE

REGIONE LAZIO
LEGGE REGIONALE 27 Gennaio 2005 , n. 6
Modifiche alla legge regionale 3 gennaio 1986, n. 1 (Regime
urbanistico dei terreni di uso civico e relative norme transitorie) e
successive modifiche ed alla legge regionale 6 agosto 1999, n. 14
(Organizzazione delle funzioni a livello regionale e locale per la
realizzazione del decentramento amministrativo) e successive
modifiche. 


L.R. 3 gennaio 1986, n. 1 
(Pubblicata nel B.U. Lazio 20 gennaio 1986, n. 2.
Regime urbanistico dei terreni di uso civico e relative norme transitorie.

Art 6
L'ente titolare può, prima di procedere alla pubblica asta, attribuire la proprietà di singoli lotti agli utenti che detengano gli stessi a qualsiasi titolo e che ne facciano domanda sulla base del prezzo di stima, sempreché l'assegnatario si obblighi a destinare il lotto all'edificazione della prima casa per sé e per la propria famiglia ovvero alla edificazione di manufatti artigianali necessari per lo svolgimento della propria attività. "

Art. 7
Concessione del diritto ad edificare.
[In luogo dell'alienazione di cui al precedente articolo 5, la Giunta regionale può autorizzare l'ente titolare ad effettuare la concessione del diritto ad edificare in favore degli utenti aventi diritto, singoli o riuniti in cooperativa, con i limiti di cui al precedente articolo 6, secondo comma, sempre che le quote in tal modo attribuite costituiscano un unico comparto senza soluzione di continuità. Il canone di concessione deve essere commisurato ad un ventesimo del prezzo di stima. La concessione è data per un termine massimo di trentanove anni ed è riscattabile alle condizioni stabilite dall'ente concedente.

Senza prolungarmi oltre nella narrazione, voglio solo rappresentare qualcosa che nella sentenza non c'è : ovvero la difficoltà, sostenuta in udienza, di una presunta difficoltà dell' amministrazione tuscolana nel tramutare in investimenti ( come previsto per legge ) il corrispettivo della vendita pari a 41.861.627 euro ( base d'asta ) maggiorata del 36% , ovvero valore di base aumentato della percentuale che ha determinato l'aggiudicazione dell' asta.
( qualcuno dice su originari 150.000 METRI CUBI edificabili che poi diventeranno  5/600.000 e da qui la stima di 100.000.000 di euro di valore dei terreni. L' asserzione è in corso di verifica e quindi, per ora, accettata con beneficio d' inventario ) 





UN CAPITOLATO OLTRE OGNI RAGIONEVOLE CAPACITA'


In quel 22 dicembre 2008, quando il Dirigente del II Settore del Comune di Frascati Renato BONOMO ed il legale rappresentante della ASTRAOTTO Ettore ROSBOCH  sottoscrissero la Convenzione, la situazione delle finanze comunali era già nota. La capacità dell' Amministrazione d' incassare i più elementari e TARGATI tributi mostrava tutte le carenze del caso. Se oggi i residui attivi del Comune di Grottaferrata girano intorno ai 16/17 milioni di euro ( pressochè identica dimensione della popolazione ) e Frascati ancora naviga in area 66 milioni un motivo soggettivo ci sarà. O NO ?

NEPPURE QUESTI SEPPERO PORTARE A CASA !


Ma questo i magistrati estensori della sentenza non potevano saperlo ! Dirò di più :  NESSUNO GLIELO HA DETTO !

Neppure chi da questa storia si dichiarava DANNEGGIATO !

Chissà, forse avendolo saputo il verdetto sarebbe stato diverso !



LARGO PENTINI A ITACSARF IMMAGINE DELL' ITALIETTA DEI NOSTRI TEMPI


SU SEGNALAZIONE DI UN RESIDENTE 'A TELEVISIONE E' ANDATA A RACCOGLIERE UNA TESTIMONIANZA


Non voglio entrare più di tanto nella questione. Credo che le attività commerciali vadano favorite pur contemperandone gli orari di esercizio alle esigenze dei residenti. Il resto, il chiasso, i rumori, il lasciare per le strade i resti della movida è questione di civiltà. E l' Italia sta scivolando nel terzo mondo in fatto di civiltà. Il fatto che dopo 5 giorni l' ENEL non sia intervenuta nella riparazione del guasto è tutto dire : in questa Italietta non funziona più nulla !


Anonimo19.6.17
Caro Angelo non so sei venuto a conoscenza del furgone che da 5 giorni staziona in fondo a viale regina margherita con all intermo un grosso gruppo elettrogeno alimentato a gasolio acceso H24 per alimentare il bar di largo pentini che non si sa per quale ragione è rimasto senza corrente.Per noi abitanti della zona sono giornate infernali: rumore insopportabile specie di notte e secondo come tira il vento abitazioni invase da gas di scarico.PRIMA ABBIAMO CHIESTO AL GESTORE DI SPEGNERE IL MOTORE MA CI HA RISPOSTO BRUSCAMENTE evocando fantomatici lavori in corso.Poi abbiamo chiesto l'intervento dei vigili urbani che arrivati hanno guardato e sono andati via Dopo ulteriore richiesta siamo riusciti a far spostare il furgone da largo pentini all'agolo di viale regina margherita ma il disagio è rimassto.Poi abbiamo chiamato i carabinieri la prima volta sono intervenuti sabato mattina hanno redatto un verbale e sono andati via la seconda volta sono intervenuti dietro ns. sollecito ieri intorno alle 12 hanno parlato con il proprietario poi si sono allontanati con lo stesso e intanto il motore continuava a girare .Dopo ho chiesto lumi ai vigili intervenuti a fare viabilità in largo pentini per la festa della musica e mi hanno parlato di competenze dell 'ARPA e della ASL.Ora mi domando è più importante la salute dei cittadini o l'interesse di un privato? Ma le norme antinquinamento ambientale e acustico che impongono anche a un autobus di linea di spegnere il motore oltre i tre minuti di sosta a frascati non valgono? é consentito a un macchinario cosi' grande di operare all'interno di un furgone? Non potrebbe prendere fuoco? Sono presenti all'interno del furgone estintori sufficienti a spegnere un eventuale incendio? Quella vasta area bianca presente fuori dal furgone da cosa è prodotta? D'altronde stiamo parlando di un bar del quale se ne potrebbe benissimo fare a meno e non di una farmacia o di uno studio medico! Scusa lo sfogo ma intanto il motore continua a girare....

E 'A TELEVISIONE è andata a testimoniare !




BREAKING NEWS - MA GLI ASSESSORI A ITACSARF QUANDO CE LI PRESENTATE ?


SOTTO PRESSANTE INTERROGATORIO SANDRO    
D' ORAZIO QUALCOSA DICE

Tutti condannati a 9 mesi. Finisce così uno dei processi nati dall’inchiesta sugli appalti per i cosiddetti Grandi eventi.



Hanno criticato il M5S da destra e da manca
ma sulla TRASPARENZA siamo ad anno zero !

Dopo essersi presentati i CANDIDATI SINDACO perchè i due contendenti non ci annunciano la loro squadra ?

Ho rivolto questa domanda a Sandro D' ORAZIO nel corso dell' interrogatorio e la risposta avuta non è che mi convinca assai.

Troppe volte dietro la voce competenza, alto profilo e alta qualità abbiamo visto rifilare qualche " sòla " come mai prima della

GATTOPARDI AGE

s'era visto da queste parti. Distrattori di fondi, esperti in allegra gestione, banchieri di clara fama titolari di encomi presso la Banca d' Italia, mogli indagate a San Marino, suonatori di fanfare alla prima sentenza ( a prescrizione maturata o maturanda ) a Itacsarf non ci siamo fatti mancare nulla.

E DULCIS IN FUNDO.....


 .
 È stato gentiluomo di sua santità e consultore della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli della Santa sede dal 1995 sino al 4 marzo 2010.


Restano confinati nel silenzio il  
LAVORI DI RIPRISTINO DEI LOCALI DEL VALADIER
per i quali 46 revisioni di prezzo non sono bastate a smuovere le lingue di una classe di sedicenti politici.

Angelo Balducci News - Il Fatto Quotidiano
Appalti G8, Cassazione conferma condanne a Balducci, De Santis, Fusi e Piscicelli per la scuola Marescialli



Ora capirete perchè conoscere prima la squadra non sia una pinzellacchera di poco conto. Ti mette al riparo da possibili intrusione di import dall' estero.






BREAKING NEWS 4 - Ma gli assessori chi sono ?




https://www.youtube.com/watch?v=dKRPfruyNwU












Dal PAGNOZZI un primo, parzialissimo assaggio è pervenuto; ma il resto della squadra e quella di MASTROSANTI quando ce la faranno conoscere ?





http://sna.gov.it/fileadmin/files/docenti_TEMP/CV/CV_15/CV_Conte.pdf

martedì 20 giugno 2017

SENTENZA ASTRAOTTO - SECONDA PUNTATA


TENERE BENE A MENTE LE DATE : LI' C'E' IL LEPROTTO


Per non sbagliare me le sono appuntate su un foglio ! In seguito saranno utilissime. 

Tutte le date che costituiscono le tappe dello svolgimento dei fatti.


2003 : le deliberazioni del Consiglio comunale e la richiesta di sdemanializzazione avanzata alla REGIONE LAZIO per VENDERE !

2008: la sottoscrizione della Convenzione fra Bonomo ( Comune di Frascati ) e Rosboch ( Astraotto )

2010 : esposto al Prefetto e p.c. alla Procura da parte di diversi consiglieri comunali





2011 : sequestro preventivo dei beni
2014 : udienza e rinvio a giudizio
2014 : costituzione parte civile da parte del Comune
2015 - 2016 : udienze varie, audizione testi


Le varie imprecisioni presenti nella sentenza : il Capitano Girardi ..... è un Carabiniere, non è della Guardia di Finanza.

Il valore di perizia depositato nel 2003 in Comune dal perito demaniale geom. Romolo CAMPAGNA : non è di 41 milioni di lire..... dal 2001 c'è l'euro !

La capitalizzazione dei 41 milioni  che come dichiarato da Giuseppe Privitera  diventano 250 milioni se investiti in titoli di Stato, ( perchè qualcuno ha sostenuto che a Frascati non si sapesse come investirli e che era quindi meglio una rendita annua, ovvero un affitto): sono 250 milioni di euro non lire !


BUONA VISIONE E BUON ASCOLTO











PRECEDENTE PUNTATAhttp://angelocristofanelli.blogspot.it/2017/06/sentenza-astraotto-prima-puntata.html

lunedì 19 giugno 2017

ALLORA LO FACCIAMO QUESTO DIBATTITO FRA POSSIBILI CONSIGLIERI NOVELLI ?


PRESENTAZIONE ALLA CITTADINANZA DEL FUTURO CONSIGLIO COMUNALE


A parte la solita definizione che vede il

CONSIGLIO COMUNALE

come l'assise massima della democrazia locale, definizione buona per chi non c'è mai stato in quell' assise ........


io l'ho sempre considerato, mutatis mutandis, il  Consiglio di Amministrazione della città. E, come in un consiglio di amministrazione che si rispetti, ad esso affluiscono i problemi e le soluzioni degli stessi sottoposte dal Presidente del Consiglio di Amministrazione ( il Sindaco ) e dal suo Staff  ( la Giunta ) al vaglio dei Consiglieri.

Nell' attesa di conoscere chi sarà il Presidente / Sindaco e tutto l'ambaradan al suo seguito, conoscere i possibili consiglieri sarebbe di sicuro interesse per la cittadinanza.

Saranno semplici marionette manovrate alla bisogna o avranno stoffa, mordente, capacità di verifica, controllo e  quant'altro occorrente a svolgere il loro mandato nell' interesse della collettività ?

E se chi ha frequentato qualche consiglio comunale già conosce Franco D'Uffizi, Mirko Fiasco, Francesca Sbardella, Matteo Filipponi, Paola Gizzi, Sergio Carlini, Claudio Cerroni e Antonella Ratini ( in verità silente assai ! ) , cosa sappiamo dei novelli ?

Gianluca  TRAVAGLINI, Chiara D'ORAZIO, Arianna GORI, Stefano BACCANI, Gelindo FORLINI, Roberto GHERARDI DE CANDEI, Marco LONZI, Matteo ANGELANTONI, Damiano CIMMINO, Mattia AMBROSIO, Marco MAGLIOCCHETTI

chi sono costoro ? Hanno il dono dell' udito e della parola ?
Saranno i rincalzi, le sostituzione da panchina delle precedenti 
" figurine di maggioranza "
o avranno stoffa e animo per il ruolo che andranno a ricoprire ?

Io credo che la cittadinanza sarebbe interessata a conoscerli.

Coraggio, il palco è ancora lì; dimostrino  autonomamente e da subito che non saranno 

CONSIGLIERI   BUOI    !

Sentenza Astraotto - Prima Puntata


TANTI NE PARLANO, TANTI SENTENZIANO, QUALCUNO L' HA LETTA. 
IO L'HO " STUDIATA " !


Non è così semplice ragazzi ! Ci sono passaggi che nessuno conosce, perchè non sono riportati nella sentenza. Solo chi era presente alle udienze sa ...... e IO LO FUI !
Solo un preambolo : okkio alle date ...... il lepre sta nelle date !
Ci sono poi tanti errori, tante imprecisioni e tanti passaggi contorti che dopo averli letti e riletti viene da chiedersi : ma come parlano , ma come scrivono ?
In questo primo filmato colpisce la " celerita' " della giustizia italiana.
Colpisce anche una considerazione, che in altra occasione rappresentai al Procuratore Capo di Velletri : non necessariamente tutti gli accusati debbano essere colpevoli.



 Purtuttavia se la Polizia Giudiziaria indaga , un PM si convince che le prove acquisite siano sufficienti per un rinvio a giudizio, se un GUP, dopo averle esaminate concorda e lo concede ........ ma di cosa hanno parlato, su cosa hanno indagato, che prove hanno raccolto se poi ...........

 IL FATTO NON SUSSISTE ?




sabato 17 giugno 2017

9 MILIONI DI EURO CERCANO UN PROPRIETARIO


STORIA RIDICOLA DEGLI ULTIMI 18 ANNI A ITACSARF


E' risaputo che ITACSARF ha sempre potuto contare su una macchina amministrativa di sicura eccellenza.

Si dirà che con Amministratori capaci come quelli che hanno gestito la cosa pubblica dal 1999 in poi anche un somaro potrebbe fare il professore. E' VERO ! Quando la guida è di qualità, quando l' indirizzo politico è chiaro, il lavoro amministrativo raggiunge vette ineguagliabili !


La narrazione ha inizio nel 2012, quando scesi dalle ridenti colline frascatane verso la BORGATA ROMANINA, allora sotto il 
X MUNICIPIO

E' la storia di uno dei tanti casi di munificenza di cui il generoso Comune di Frascati s'è reso protagonista.



 " RIMETTI A NOI I NOSTRI DEBITI,  COME NOI LI RIMETTIAMO AI NOSTRI DEBITORI "

Non so chi l'abbia detto, ma sicuramente questa massima ha trovato a FRASCATI prima e a ITACSARF poi i suoi Apostoli.

Ora qualche buon samaritano si dice che abbia , dopo quasi 20 anni, stabilito con i debitori un qualcosa ...... un papello di intendimento su come, quando, quanto ........

Lasciamo stare ....... godetevi il racconto !

9 milioni di euro  cercano  un proprietario

Questa è una storia che induce alla meditazione.
MEDITATE GENTES ...... MEDITATE !





ADDIO SOGNI DI GLORIA


L'AMARO DAY AFTER DEI CANDIDATI SINDACO NOVELLO ESCLUSI


Manca ancora una pagina, ma il grosso è stato scritto.

Roberto MASTROSANTI e Lello PAGNOZZI
si contenderanno a giorni la massima cadegra; lunedi 26 giugno uno dei due vedrà aprirsi le porte della OPPOSIZIONE in Consiglio comunale.

Alessandro SPALLETTA è già out


Debbo dire che di questa esclusione sono dispiaciuto; Alessandro aveva il dente avvelenato al punto giusto per fare luce, forse, su uno dei punti più oscuri della storia amministrativa dell' ultimo decennio : la STS in versione LIQUIDAZIONE ed in assetto AZIENDA SPECIALE

E dico " forse " perchè ho visto posti in banca, consulenze e quant'altro calare dalla solita manina addomesticatrice.

Due testimonianze al riguardo :






MIRKO FIASCO


Dei tanti Candidati Sindaco Novello è stato quello che indubbiamente ha marcato la maggiore, costante  presenza sul territorio. In verità la possibilità di far parte di una maggioranza la ebbe, forse, nella tornata elettorale del 2014. A mio avviso sbagliò i tempi; non c'erano ancora le condizioni per vederlo candidarsi a Primo Cittadino con successo. Oggi come allora l' obiettivo è stato fallito. Lo ricordo per due battaglie vinte : gli ORTI SOCIALI e i GIARDINI SENSORIALI. Entrambi sono ancora allo stato di 
" fuffa " !


LUCIA SANTORO


E' stata la front - runner del M5S. Amministrativamente tutta da scoprire, gode di ottima stima come persona e come professionista.
E' rimasta vittima della debacle del MoVimento , ma può sperare in una nuova chance. Non ritengo infatti che questo stop sia definitivo per il M5S. Certo è che il MoVimento dovrà darsi una svegliata e , con le attuali leggi elettorali, uscire dai concetti naif di cui è intriso senza per questo perdere quei principi che ne hanno favorito l'ascesa. Premesso che, con gli attuali livelli di astensionismo e con la possibilità di schierare liste a gogò, raggiungere il 51 % è pura utopia, continuare la conta su 16 candidati contro multipli che partendo da 32 e arrivano anche a 80 è impresa irrealizzabile.

Può tuttavia dare ancora un senso di progressione all' azione fino ad oggi espletata: la vittoria del PAGNOZZI porterebbe i consiglieri del M5S da una a due unità.


PAGNOZZI e MASTROSANTI 



L'uno o l'altro per me quasi pari sono. La mia aspettativa era per il ritorno in consiglio del CATERPILLAR : vinca chiunque CATERPILLAR ci sarà !



Le 5 liste che hanno supportato ognuna delle due " CORAZZATE " sono direttamente o indirettamente farcite di AVVOLTOI BARBUTI, MASSI SEMOVENTI e ROTTAMI SPAZIALI...... ovvero attivi o silenti spettatori concorsuali del DISASTRO FRASCATANO. E se, amministrativamente, PAGNOZZI è un oggetto tutto da scoprire, per MASTROSANTI parla il passato recente che lo ha visto SUPER ASSESSORE in Comune e PRESIDENTE nell' oggetto misterioso STS.

La differenza sostanziale sta nella ostensione di qualche GATTOPARDO
autore delle disgrazie del passato quinDUCEnnio.



Premesso ciò, la polemica di queste ore gira sul confronto mancato.

Io, contrariamente, riterrei più interessante un confronto fra i consiglieri comunali presunti
che vedremo effettivi a seconda del fatto che vinca l' uno o l'altro dei contendenti.

PERCHE' SERVIREBBE IL CONFRONTO FRA CONSIGLIERI

A parte l'affermazione del buon Pellicciari 
" un politico in campagna elettorale è bucjardo come un cimitero "
dove notoriamente riposano solo brave persone,  madri specchiate, mogli fedeli e mariti di esemplare onestà ( ma i ladri, le zoccole e i delinquenti dove vengono sepolti ? ), sarebbe interessante conoscere in anticipo quanti dei papabili consiglieri sono sordi, muti, sordomuti o autistici. Perchè in chi è stato assiduo frequentatore dei consigli comunali è infatti rimasto il mistero sulla essenza di molti consiglieri comunali. 
E L' ETA' NON DISCRIMINA ! 
Ho visto maturi e giovani rappresentanti silenti il cui solo apprezzabile titolo, aldilà di DOTT. AVV. PROF. RAG. è stato .....

" FIGURINA "

venerdì 16 giugno 2017

GdF - COMANDO PROVINCIALE DI ROMA : OPERAZIONE LUNA NERA


COMUNICATO STAMPA Roma, 16 giugno 2017


GUARDIA DI FINANZA. ROMA: SGOMINATA UN’ASSOCIAZIONE A DELINQUERE DEDITA ALLA COMMISSIONE DI GRAVI REATI DI USURA, ESTORSIONE E RICICLAGGIO, AGGRAVATI DALLE MODALITÀ MAFIOSE. 17 ARRESTI. 



Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 17 soggetti, per i reati di associazione a delinquere, usura, estorsione, abusivismo finanziario, reimpiego di capitali illeciti, trasferimento fraudolento di valori e accesso abusivo a sistemi informatici; per molte condotte è stata contestata l’aggravante del c.d. “metodo mafioso”. I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della capitale stanno procedendo anche al sequestro di beni per oltre 16,5 milioni di euro. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà, alle ore 11.00 odierne, alla presenza del Procuratore Aggiunto della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, Dott. Michele Prestipino Giarritta, presso la sede del citato Nucleo, in via dell’Olmata n. 45.


Operazione “LUNA NERA”

 Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale capitolino su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di 17 soggetti, per i reati di associazione a delinquere, usura, estorsione, abusivismo finanziario, reimpiego di capitali illeciti, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e accesso abusivo a sistemi informatici. In molti casi le condotte risultano aggravate dal c.d. metodo mafioso, considerata la forza intimidatrice esercitata e lo stato di assoggettamento (spesso degenerato in terrore) provocato nelle vittime. Le indagini, condotte dagli specialisti del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria della Capitale, hanno avuto inizio nel 2013, a seguito della denuncia sporta dalla vittima di reiterate estorsioni, connesse a prestiti usurari. In tale contesto, emergeva - sin da subito - l’illecito rapporto tra un affermato imprenditore romano e due pluripregiudicati di origine campana, da tempo trasferitisi a Roma: un vero e proprio sodalizio criminale contiguo con ambienti malavitosi di stampo camorristico e ‘ndraghetista. In particolare, i soggetti campani Francesco SIRICA detto “FRANCO O’ PAZZ” e Luigi BUONOCORE, nonché l’imprenditore romano Alessandro PRESUTTI - attivamente coadiuvati da Alessandro DE PALMA, Carmine BUONOCORE (fratello di Luigi), Domenico SIRICA (padre di Francesco), Mirko CALÌ e Ilenia TEMPESTA (ex moglie del PRESUTTI) - nello sviluppo di dinamiche “commerciali criminali”, applicavano bieche logiche mafiose, anche con il ricorso a metodi assai violenti: “...CI DEVONO PAGARE LO STROZZO....omissis…STO ASPETTANDO …omissis… MI METTO SULLA MOTO E LO BUTTO DI SOTTO! ....omissis…TOCCA AMMAZZARLO!”””. Le intercettazioni hanno consentito di documentare, infatti, che il PRESUTTI si rivolgeva a soggetti dall’elevato spessore criminale per il recupero dei crediti vantati ed ancora non riscossi, tra cui il boss Maurizio RANGO, reggente della cosca di ‘ndrangheta RANGO - ZINGARI di Cosenza ed attualmente in carcere per associazione mafiosa, attraverso cui reclutare anche un presunto killer di ‘ndrangheta, sicuramente più “convincente” in ipotesi di ulteriori ritardi nei pagamenti.  Decine le vittime delle asfissianti condotte di usura stroncate dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria. I malcapitati, a fronte di ingenti prestiti di denaro contante erano costretti a corrispondere tassi di interesse mensili fino al 20 %, subendo, in caso di inadempimento, gravi minacce, intimidazioni e ritorsioni anche con il ricorso alla violenza (le indagini hanno documentato, tra l’altro, un caso di accoltellamento). Il sodalizio criminale aveva la capacità di reclutare noti pregiudicati, tra i quali un importante esponente della famiglia CORDARO del quartiere Tor Bella Monaca, Giuseppe CORDARO, già detenuto dal luglio 2016 e oggi nuovamente destinatario di ordinanza di custodia cautelare in carcere, ampiamente conosciuto alle cronache per gli ingenti traffici di droga e per i numerosi fatti di sangue verificatisi nella zona, connessi a “regolamenti di conti”, funzionali al “dominio” sulle lucrose piazze di spaccio. A tal proposito, nel corso delle investigazioni, si acquisiva un vero e proprio “libro mastro della droga”, riferibile alla famiglia FABIETTI - altra organizzazione narcotrafficante romana operante a Tor Bella Monaca – nel quale erano documentati debiti per un controvalore di circa 6 milioni di euro, corrispondenti a cessioni di droga per almeno 120 kg. Nel corso delle investigazioni esperite dalle Fiamme Gialle del G.I.C.O., coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, sono emerse: (a) da un lato, la colleganza e fidelizzazione al notissimo boss Michele SENESE, la cui fama criminale veniva sovente evocata per gestire le dinamiche relazionali con altre organizzazioni malavitose ovvero per intimorire le vittime di usura o, ancora, per garantire la raccolta periodica di “oboli” necessari al sostentamento dei membri del gruppo campano nonché alle loro ingenti spese legali connesse a processi in corso. A tal fine appaiono emblematiche le parole di Alessandro PRESUTTI e di Gino BUONOCORE che, onorati di contribuire al mantenimento del gruppo SENESE, si premuravano di indicare i loro nomi sulle buste consegnate, affinché i SENESE sapessero su chi effettivamente fare affidamento: “...CHE LO MANDIAMO NOI C'È SCRITTO SUL BIGLIETTINO...!!”. Inoltre, il PRESUTTI così ha definito, in una conversazione intercettata, Michele SENESE: “CIOÈ QUI STIAMO PARLANDO DE...CHE È IL CAPO DI ROMA! NO IL CAPO DI ROMA, IL CAPO...IL BOSS DELLA CAMORRA ROMANA!!! COMANDA!! COMANDA TUTTO LUI!!”; (b) dall’altro, la partecipazione al gruppo criminale di un’ampia “area grigia”, costituta da soggetti appartenenti alla società civile – tra cui l’avvocato Marco MARASCA del Foro di Roma e il consulente del lavoro Stefano PAGANI – che ponevano a disposizione dell’organizzazione il proprio know how professionale e contribuivano alla soluzione di ogni problema tecnico e/o giuridico. Ancora, al fine di schermare gli illeciti proventi dei numerosi fatti di usura, emergeva come il sodalizio investigato avesse elaborato un articolato schema societario, formalmente intestato a prestanome – tra cui Simona PICCIONI, oggi tratta in arresto - ma di fatto riferibile ad Alessandro PRESUTTI ed a Francesco SIRICA, costituito da tre società con sede nella Capitale, operanti nel settore del commercio di autovetture e nella compravendita immobiliare, nonché da un’ulteriore società svizzera, da considerarsi la “cassaforte” del gruppo, alla quale attribuivano la titolarità di immobili ubicati a Roma, già offerti in garanzia per i prestiti a tassi usurari e successivamente acquisiti. 3 Sulla scorta dei pregnanti elementi probatori raccolti, in data odierna, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, le Fiamme Gialle del G.I.C.O. della Capitale hanno dato esecuzione alla misura cautelare emessa dal G.I.P. nei confronti delle seguenti persone: 

(a) in carcere: (1) SIRICA Francesco detto “FRANCO O’ PAZZ”, cl. 68; (2) BUONOCORE Luigi detto “GINO”, cl.77; (3) PRESUTTI Alessandro, cl.73; (4) CORDARO Giuseppe detto “CHICCO”, cl.87; (5) DE PALMA Alessandro detto “ER COLLANA”, cl.79; (6) SIRICA Domenico detto “ZI MIMÌ”, cl.43; (7) BUONOCORE Carmine, cl.85; (8) CALÌ Mirko, cl.76; (9) PAGANI Stefano, cl.66; (10) MARASCA Marco, cl.70; (11) PICCIONI Simona, cl.76; (12) PIROMALLI Francesco, cl.67; (13) VINCENTI Massimo, cl.67. 

(b) agli arresti domiciliari: (14) FABIETTI Sergio detto “PAPONE”, cl.39; (15) DI BLASIO Giuseppe, cl.58; (16) DI MARCO Alessandro, cl.64; (17) TEMPESTA Ilenia, cl.74; 

nonché sottoposto a sequestro preventivo i seguenti beni, strumento e/o profitto delle condotte criminali poste in essere:  ROMA NICE S.r.l., con sede a Roma, esercente l’attività di “commercio all'ingrosso e al dettaglio di autovetture e di autoveicoli leggeri”;  TOP GEAR S.r.l., con sede a Roma, esercente attività di “commercio di autovetture ed autoveicoli leggeri”;  FEDIL IMMOBILI S.r.l., con sede a Roma, esercente l’attività di “locazione immobiliare di beni propri”;  MAFE S.A., con sede a Lugano (Svizzera), esercente l’attività di “compera, vendita e gestione di immobili, l'amministrazione e la costruzione di stabili commerciali”,  quote sociali pari al 50% della NEW ECORENTAL S.r.l.s., con sede a Roma, esercente l’attività di “commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri”;  quote sociali pari al 50% della SU DI GIRI S.r.l., con sede a Roma, esercente l’attività di “commercio di autovetture e di autoveicoli leggeri”;  immobile sito a Roma, via Cassia nr. 1818;  unità da diporto NAVAR (della NAVAR CANTIERI di Fiumicino), denominata “CANGRANDE”, della lunghezza di metri 22,12;  unità da diporto ADMIRAL denominata “FRAC”, della lunghezza di metri 26, per un valore complessivo di stima pari ad oltre 16,5 milioni di euro. Contestualmente all’esecuzione delle citate misure cautelari personali e reali, sono in corso di esecuzione 75 perquisizioni, con l’impiego di oltre 300 Finanzieri a Roma, Napoli, Milano e Potenza.