giovedì 23 novembre 2017

BOLLE LA PENTOLA DELLE PERIFERIE A ITACSARF


IN CAMPAGNA ELETTORALE SE NE SONO TUTTI RIEMPITI LA BOCCA
DELLE PERIFERIE



Sulla situazione delle periferie a ITACSARF non c'è chi abbia lesinato attenzione in campagna elettorale. In questa ultima, ma anche nelle precedenti. Il motivo è semplice : tutti i candidati Sindaco sapevano di poter contare su una efficiente macchina amministrativa che al solo scoccar delle dita sindacali avrebbero sanato ogni situazione. E' nota infatti l'attenzione ed il pronto intervento sulle segnalazioni che le occhiute maestranze comunali pongono sul problema ben guidate come sono da vertici dirigenziali fra i migliori nell' area castellana.

Impegno questo riconosciuto dai residenti periferici, le famose a ITACSARF RISERVE dei  CITTADINI di SERIE B, di cui si dirà in un articolo dedicato.






CONFRONTO CANDIDATI SINDACO 10 -  MASTROSANTI  e le periferie





ITACSARF : ITNASOR TSAM prepara il GIOMBETTA bollito






Ma sulla macchina amministrativa .... non c'è possibilità di parlare !

CONFRONTO CANDIDATI SINDACO 19 - 'A TELEVISIONE pone una domanda


VILLA DONATI A ITACSARF : FINALMENTE LA SOLUZIONE C'E'


GARA PUBBLICA INTERNAZIONALE : VINCE LA DITTA TEDESCA




Per sopperire alla carenza d'organico che affanna i servizi cimiteriali, frutto negli anni della continua diminuzione di personale alla 
STS AZIENDA SPECIALE 
nel giro di pochi giorni è stata bandita una gara internazionale per l'affidamento di tali incombenze.

Ha vinto la

mit uns
unter der Erde A.G.

mercoledì 22 novembre 2017

ITACSARF : ITNASOR TSAM prepara il GIOMBETTA bollito

 

IL PENTOLONE E' STATO GIA' ORDINATO


Guardiamo ai fatti : la periferia di ITACSARF versa in condizioni penose. E' uno spettacolo INDECOROSO , segno evidente della profonda inciviltà che regna fra i residenti della città, ma al quale nessuno degli attori deputati pone fine.

Non interviene il Sindaco ITNASOR - TSAM, nelle cui mani ha trattenuto  la delega alla NETTEZZA URBANA e che, probabilmente, appagato dal raggiungimento del " sogno della sua vita " non ha capito che la nomina a Sindaco è solo una assunzione di responsabilità e non una meta.

Non interviene l' ASSESSORE all' AMBIENTE GIOMBETTA che, salvo errori imputabili a mia disattenzione, viene segnalato per la presentazione dell' ALBERO di NATALE e il riposizionamento centimetrico di qualche fioriera a Piazza San Pietro; oltre ovviamente all' attività di ritiro dello stipendiuccio. 








martedì 21 novembre 2017

CASA, SANTORI (FDI) “ALLOGGI ATER E EDIFICI COMUNALI AL GELO PER PENALIZZARE I MOROSI”


ATER CARROZZONE PER  POLITICI TROMBATI

Torno ad occuparmi del carrozzone dell' ATER dopo aver ricevuto questa notizia dal Consigliere della Regione Lazio
Fabrizio SANTORI

Il fatto non è sicuramente imputabile al Sindaco RAGGI o al Presidente ZINGARETTI, ma i provvedimenti o i non provvedimenti verso i responsabili SI



Riscaldamenti spenti e residenti al gelo in alcune case popolari e palazzine del Comune. E la colpa è di trovarsi negli stessi stabili in cui ci sono inquilini indietro con i pagamenti. Così a pagare per i morosi sono proprio quelli che invece versano regolarmente affitti e oneri all’ ente. E’ questa la denuncia che ci arriva da diversi edifici di Ater e di Roma Capitale, dove anziani e disabili devono fare i conti anche con il freddo che inizia a farsi sentire, soprattutto di notte e nelle prime ore del mattino. Una situazione insostenibile che penalizza i tanti inquilini in regola con tutti i pagamenti. Infatti, nell’ assurda ottica adottata dai vertici di Ater, si vorrebbe colpire i morosi lasciando i riscaldamenti spenti, ma non si tiene conto che a fare le spese di queste scelte scellerate sono soprattutto le tantissime persone puntuali con i versamenti. Una vicenda veramente inqualificabile che denota l’approssimazione e l’incapacità di programmare sia da parte del comune di Roma sia da parte dell’Ater Roma su cui pretendiamo chiarezza da parte di Zingaretti che della Raggi ”.

E’ quanto dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia

LA BOMBARDA DELL' EX SINDACO FONTANA APRE IL FUOCO


SUGLI  IMMIGRATI  GIUNTA  E OPPOSIZIONE  SOTTO  IL  FUOCO


E' tornato il bolscevismo oscurantista a Grottaferrata ?

Nella più  completa assenza di trasparenza lamentata dall' ex Sindaco Giampiero FONTANA
giungeranno 76 richiedenti asilo nella cittadina grottense.

E, salvo qualche tweet o qualche breve agenzia, la cittadinanza e le forze politiche sono all' oscuro dell' evento.

La bombarda dell' ex Sindaco entra in azione per tuonare sui tanti problemi che avrebbero bisogno di una ampia trattazione e pubblicità.


" OPPOSIZIONE SE CI SEI BATTI UN COLPO "

I colpi di Fontana non risparmiano nessuno nel ripercorrere la storia attuale e passata di Grottaferrata e , soprattutto, la latitanza di una opposizione  definita " alla carta ".


Il Commissario che si adegua e aderisce al dictat del Prefetto, le videoriprese dei lavori di Consiglio comunale, i locali del CAVALLINO
ancora chiusi e ...... e ....... e.........

Sembra un programma elettorale quello che recita Fontana nel mettere in fila tutte le problematiche sulle quali è scesa una cortina di silenzio. Un programma sul quale chiede alla OPPOSIZIONE di battere un colpo se c'è.

E SUI PREMI A DIRIGENTI E UFFICI

" Su questo mi hanno mandato a casa " dice Giampiero al quale chiedo come si determini la remunerazione premiale della

BUROCRAZIA COMUNALE

Già ........ perchè a ITACSARF ........ che è stata portata sul bordo
del precipizio dai GATTOPARDI e dalla BUROCRAZIA NON VEDENTE .......  la neve non si vede, ma i premi si !


SPRAR : FONTANA AZIONA LA BOMBARDA 1 - Arrivano i migranti

SPRAR : FONTANA AZIONA LA BOMBARDA 3 - I silenzi della ROCCI
https://www.youtube.com/watch?v=Y71dqboF06w



SPRAR : FONTANA AZIONA LA BOMBARDA 4 - 



SPRAR : FONTANA AZIONA LA BOMBARDA 5 - 
" Opposizione se ci sei batti un colpo "


PREMI AGLI UFFICI -  GIAMPIERO CHE ME DICHI ? 

ITALIA " NO BONO " PER EMA - ITALIA " BONO " PER IMMIGRATI E MISSIONI MILITARI


L'EUROPA CHE NON C' E' 
NON E' CAPACE DI  UNA SCELTA


Un Governo che si rispetti avrebbe posto sul tavolo argomenti
DEFINITIVI

Visto che una struttura già definita al 90% non è bastata, a fronte di un progetto tutto da costruire ad Amsterdam.

Visto che non è bastato l'essere stati lasciati soli a gestire il problema della migrazione.

Visto che non sono bastati le presenze dei nostri militari e i relativi costi per presidiare la pace nel mondo.

Per confermare questi impegni, che non mi risulta trovino altrettanta presenza nei competitori per EMA, il Governo 
AVREBBE DOVUTO PRETENDERE
non solo la sede per l' EMA, ma anche quella dell' EBA

Ed invece abbiamo dovuto subire le BUSTE che , per altro, sembrerebbe siano state aperte in una stanza riservata.!


" Non ci sarebbe stato bisogno delle due buste utilizzate per il sorteggio se i votanti fossero stati 27 ma c'è stata un'astensione, forse da parte della Slovacchia, che con Bratislava era considerata uno dei candidati più forti prima dell'inizio delle votazioni.
Milano era arrivata in testa alla votazione finale. Aveva infatti superato il secondo turno con 12 voti, davanti ai 9 di Amsterdam e ai 5 di Copenhagen, che è stata eliminata. Alla prima tornata di votazioni Milano era sempre prima con 25 voti contro i 20 delle due città nord europee. "


SOMARI !

lunedì 20 novembre 2017

OSTIA CONFERMA : SIAMO FINITI IN UN CUL DE SAC


GLI ASTENUTI DI OSTIA ENNESIMA CONFERMA DEL FALLIMENTO


 TUTTI AL MARE !

Nel chiacchiericcio post-elettorale, come sempre, si perde di vista l'elefante che passa.


Come sempre, quando dal chiacchiericcio si passa alla razionalità dei numeri, l'assunzione di tesi di routine dettate dalla pancia di appartenenza induce i sostenitori a figure barbine.


Aldilà del fatto di chi abbia contribuito al successo del vincitore, i tanti afficionados degli sconfitti dovrebbero, a mio modesto parere, analizzare  perchè solo 62.381 elettori su 185.661 si siano recati alle urne. E questo vale ancor più per i tanti veggenti che già hanno certificato la vittoria della 
Giuliana DI PILLO 
in forza  della convergenza del voto di CASAPOUND. A costoro, dotati del potere di scrutare all'interno delle cabine elettorali, faccio sommessamente notare che i 5.944 voti riportati al primo turno dal MAZZELLA , qualora integralmente conferiti al ballottaggio, nulla avrebbero cambiato nel risultato finale della competizione. E' dunque altro il problema da analizzare. E questo è tanto più vero quando assistiamo alla notizia che ci perviene dalla stampa :

IL CROLLO
Un fiasco perfino peggiore di quello del 5 novembre, quando infilò la scheda negli scatoloni del Viminale solo il 36% degli elettori potenziali. Lo sconforto degli scrutatori diventa grottesco in una sezione di Tor de' Cenci, in via Santi Savarino, dove hanno votato appena in 2 su 998 aventi diritto. Qualche raffronto: alle comunali del 2016, a Ostia la partecipazione aveva superato il 56%. E nel 2013, alle ultime municipali, l'affluenza aveva sfiorato il 53%; significa che in quattro anni si sono persi oltre 20 punti percentuali.



E CI STAVANO ANCHE LE PREFERENZE !


A breve andremo a votare con una legge elettorale novella; una legge che del passato conserva l' illegalità per quanto attiene al divieto europeo di variare lo strumento di voto nell' ultimo anno della legislatura. L'elemento che la caratterizza, la truffa novella, è l'assenza delle preferenze. La minestra è bella che preconfezionata; mancano soltanto gli odori e le spezie per insaporire il brodo. Mancano solo i collegi elettorali che i MALVIVENTI ( poetica definizione del Senatore Antonio RAZZI che ben li conosce ! ) acconceranno alla bisogna per il salvataggio delle poltrone sulle quali posare le guance della  loro faccia.

Ecco, OSTIA ci dice che neppure la possibilità d' indicare il proprio consigliere comunale desiderato ha stanato il 64% al primo turno. 

Resta comunque invariata la struttura sottostante alla neo Presidente del X Municipio; ovvero la BUROCRAZIA che nei passati decenni ha dato prova della inefficienza nel controllo del territorio e del patrimonio comunale.




Questa è la vera fotografia del voto ostiense che ha portato alle mie riflessioni sul pontile !






domenica 19 novembre 2017

OSTIA al ballottaggio : che aria tira ?


'A TELEVISIONE IN CAMPO


Una città di mare è bella già di per se. Ostia poi ti accoglie con un lungomare bellissimo, sul quale si affacciano anche molti palazzi di bella fattura. Una spiaggia lunghissima fa da giardino ai molti stabilimenti balneari di pregevole fattura.

La giro un pò prima di fermarmi in quella Piazza Anco Marzio dove due giorni prima s'è alzata l' indignazione della stampa e di tanti cittadini contro i fatti che hanno portato al disonore della cronaca questa bella parte del litorale.

Nella trasmissione PIAZZA PULITA è stato mostrato il degrado di una parte della città. Case pubbliche in avanzato stato di degrado;
 balconi dai quali cadono gli intonaci; recinzioni dei marciapiedi per evitare il pericolo.



A PIAZZA LORENZO GASPARRI  NON E' CAMBIATO NULLA

Immagino che almeno quelli, i calcinacci, siano stati rimossi.

MA DE CHE !


Stanno ancora lì, a certificare il completo abbandono dei luoghi.

E, alla faccia di chi strombazza la ripresa, ecco cosa mi appare mentre sto per recarmi verso Piazza ANCO MARZIO

OSTIA al ballottaggio 9 - Allegri la crisi è finita !


CHE ARIA TIRA ?

Io, girando su quella stessa piazza che ha visto la protesta di molti, provo a chiedere la disponibilità a parlare.

Difficile trovare qualcuno che ci metta la faccia.

Anche assicurando che l' intervista andrà in rete dopo la chiusura delle urne; anche rassicurando che per mia scelta non inquadrerò i volti non si schioda un ragno dal buco.

Gli anziani non parlano; coloro che di questa città conoscono la storia, magari nei dettagli, ne parlano nei capannelli, fra di loro.

Miglior fortuna  la riservano i giovani. Incoscienti ? Forse, o forse con maggior coraggio ?




OSTIA al ballottaggio 11 - Il SENTIMENT di due minorenni

MA LA MAFIA C'E' ?



Finalmente trovo chi è disposto a d uno scambio d'idee. Ed allora il discorso si sviluppa in modo interessante.

OSTIA al ballottaggio 12 - Intervista ad un non votante


Torno sui miei passi e m'imbatto in chi sembra saperne qualcosa. 

" La MAFIA non c'è, mi dicono out of record; la MAFIA non può esserci dove risiede o ha risieduto qualche papavero di elevato spessore " mi confermano. " Come fa ad esserci la MAFIA se qui le forze dell' ordine hanno visto al comando gente che ha fatto poi carriera ?

Ho capito !

Un giro sul pontile è utile ed induce a qualche riflessione. Qui c'è tutto quello che sarebbe utile ad uno sviluppo commerciale, occupazionale, turistico. C'è il mare, ci sono stabilimenti balneari di eccezionale qualità; roba che, nella maggior parte dei casi, viene da famiglie storiche del luogo. Una consuetudine di gestione balneare che si tramanda da generazioni di stimatissimi ed integerrimi imprenditori. Solo una pecca : forse pagano poco alla collettività in termini di concessioni amministrative. Ma da chi dipende ? Chi è che non ha controllato in mano di chi siano finete le case dell' ATER ?

Gira che ti rigira il cetriolo cade sempre lì. Sulla burocrazia comunale inefficiente se non corrotta. Sui politici incapaci se non collusi. In fondo  la precedente amministrazione di questo Comune non è stata commissariata per infiltrazione mafiosa ?

In fin dei conti il Partito Democratico non è stato commissariato ?

Ed allora ..... che domande ci si fanno ?

OSTIA al ballottaggio 13 - Riflessioni sul pontile

https://www.youtube.com/watch?v=XDr4pTbJ7WE

sabato 18 novembre 2017

GUARDIA DI FINANZA - COMUNICATO STAMPA Roma, 18 Novembre 2017


GUARDIA DI FINANZA, ROMA: LOCALI DELLA PISCINA COMUNALE DI ANZIO ADIBITI PER ANNI A DISCOTECA. SEQUESTRATI BENI PER 170.000 EURO AI RESPONSABILI DEL DANNO ERARIALE. 




I beni personali appartenenti al presidente dell’associazione “El Deportivo”, nonché i crediti vantati nei confronti di terzi fino a concorrenza di 172.115 euro, sono stati sottoposti a sequestro conservativo dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, autorizzato dalla Sezione Giurisdizionale per il Lazio della Corte dei Conti, a garanzia del credito relativo al danno procurato all’Erario. Nei mesi scorsi, gli accertamenti delle Fiamme Gialle della Compagnia di Nettuno avevano portato alla luce l’utilizzo, per finalità commerciali, dei locali, di una delle piscine e degli spazi facenti parte del complesso sportivo della piscina comunale di Anzio, da parte dell’associazione culturale “El Deportivo”. Infatti, questi spazi erano stati adibiti a discoteca e impiegati per cene a bordo piscina, feste private e banchetti; i militari hanno poi quantificato in 172.115 euro l’importo dei canoni di locazione non versati all’ente locale negli anni di gestione della struttura. In dettaglio, la piscina comunale era stata concessa, dal 2007, all’A.S.D. “Anzio Nuoto e Pallanuoto” che ha esercitato, nel rispetto dello scopo istituzionale, la pratica sportiva del nuoto, ma, sin dall’inizio, ne ha ceduto la gestione nel periodo estivo a “El Deportivo” che, a sua volta, fruiva di un’area di circa 1250 metri quadrati dotata di pista da ballo, zona privé, oltre ad un’ampia area adibita a parcheggio di proprietà del Comune. Trattandosi di un bene pubblico indisponibile, gli impianti sportivi però non potevano (e non possono) essere destinati a finalità differenti e la loro concessione non poteva essere ceduta a terzi. Tale indebita situazione è stata determinata dall’adozione di atti amministrativi illegittimi da parte dei responsabili delle due associazioni coinvolte, agevolati dagli incarichi ricoperti nel tempo all’interno del Comune di Anzio, e dalle omissioni di due funzionari dello stesso Ente locale. Così, nel luglio scorso, su disposizione del Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale di Velletri, è stato eseguito il sequestro preventivo dell’area di proprietà pubblica e contestato il reato di abuso d’ufficio. I Finanzieri hanno infine segnalato la sussistenza di un danno all’Erario, individuato proprio nell’omesso versamento dei predetti canoni di locazione a favore del Comune di Anzio, alla Procura Regionale Lazio della Corte dei Conti. Sulla scorta di tale comunicazione, la Corte dei Conti, a tutela del credito erariale, ha così disposto il Sequestro Conservativo dei beni personali appartenenti al Presidente dell’Associazione culturale “El Deportivo”, nonché delle somme dovute a quest’ultimo da terzi debitori, fino a concorrenza dell’importo contestato.

FRA 24 ORE APRONO I SEGGI A OSTIA


SOLO 48 ORE FA PRESIDIO DELLA STAMPA E ATTI CRIMINALI


La FNSI, LIBERA, giornalisti sotto scorta, politici, il Sindaco di Roma e la Presidente della Camera a Piazza ANCO MARZIO a manifestare, la criminalità mafiosa in periferia a bucare gomme e a dar fuoco ad un Circolo PD.

E dire che la  MAGISTRATURA aveva affermato che ad OSTIA la mafia non c'è !

C'è da rimanere basiti !


Di certo, a parte le opinioni personali e di parte , a OSTIA lo STATO è abbastanza latitante. E questo, oltrechè nei fatti accaduti, sta scritto nella constatazione che al primo turno votò soltanto il 36% degli aventi diritto; a conferma di quanto si siano squalificati gli eventi con in quali le istituzioni dello Stato chiedono consenso ai cittadini . Viene da chiedersi, nel caso il nuovo Consiglio Comunale venga eletto da una percentuale di votanti ancora inferiore, quale rappresentatività possa esprimere.

Per rendersi conto della realtà del luogo basta ascoltare gli interventi registrati nel corso dell' evento.

OSTIA 16 - Questa verità girava fra i presenti all' evento

OSTIA 1 - Presidio dei giornalisti




OSTIA 2 - Paolo BORROMETI : " 1.000 teste più forti di una testata "


OSTIA 3 -  MARILENA NATALE e SANDRO RUOTOLO : vite sotto scorta



OSTIA 5 - LUCIANA ESPOSITO una giornalista coraggiosa



OSTIA 7 - Ecco cosa fa lo " STATO "



OSTIA 8 - DANIELE PIERVINCENZI .... l'aggredito da SPADA


OSTIA 9 - Una " Partigiana " ..... sob !
Ma nel 1944 quanti anni aveva ?
1/2 anni ....... e già combatteva !  Ovvero di quando non ci si rende conto del ridicolo !


OSTIA 10 -  Hanno tagliato le gomme all' auto de LA7



OSTIA 12 - La parola a DON CIOTTI




ODE in onore dell' ASSESSORE ALL' AMBIENTE



QUELL'ARTE DIFFICILE DI SQUALIFICARE CHI TI HA NOMINATO


Non c'è dubbio che l' ASSESSORE all' AMBIENTE sia in ciò maestro.

Basta girare per le strade di periferia ad ITACSARF per rendersi conto che l' interrogativo non è peregrino :

A ROBBE' ..... MA NDO' U SI PJATO ?














Ancora una eccellente performance al Comune di ITACSARF



RIUSCIRA' ANTANI A RISOLVERE IL PROBLEMA ?


Mi scopro spesso a chiedermi dove sarebbe finito questo Comune se non avesse avuto una burocrazia comunale così eccellente.



venerdì 17 novembre 2017

A GERUSALEMME LE VERITA' APPRESE DAL RABBINO


 INASPETTATO " VALORE AGGIUNTO " AD UN VIAGGIO GIA' DI PER SE INTERESSANTISSIMO


Il RABBINO Pierpaolo Pinhas PUNTURELLO

Frà Simone questa volta ha proprio messo la ciliegina sulla torta.
Questo incontro in effetti non c'era sul programma del viaggio ed è stato un vero " valore aggiunto " almeno per il sottoscritto. Nei 13 filmati prodotti, una durata complessiva di circa 80 minuti, c'è una radiografia storica dell' ebraismo dalle origini ad oggi. Una rappresentazione della religione, dello Stato e della società passata ed attuale che si snoda morbida e affatto pesante. E' il film di 3000 anni di storia di questo popolo, con verità lette dal di dentro da un MAESTRO della religione ebraica, senza sconti e senza reticenze. Un incontro  che ha fatto da preparazione al privilegio di poter assistere nel successivo sabato al precetto dello SHABBAT presso la Sinagoga della comunità israelitica italiana a Gerusalemme. Di questo evento non posso purtroppo produrre testimonianza a motivo del tassativo divieto di scattare foto o effettuare riprese video. Proverò quindi a descrivere con le parole l'emozionante momento della benedizione, circostanza nella quale i figli vengono accolti sotto il TALLIT ( mantello della preghiera ) del padre. E se nella Sinagoga è presente anche il nonno, allora vedi il valore e la potenza di questa fede che si tramanda nel tempo. Questo avviene ogni sabato ! E' impossibile non fare riferimento al nostro costume blando e al lassismo che permea la nostra società, credenti o non credenti che si sia.



" ISRAELE NON E' UNO STATO RELIGIOSO " 

Ha detto proprio così il Rabbino. E' un mito da sfatare quello della religiosità, perchè Israele è uno Stato tradizionalista con una forte presenza laica. Altro mito da sfatare è la stagnazione dei rapporti fra le comunità religiose. In realtà le varie comunità religiose si parlano più di quanto si creda. Semmai il vero problema è la presenza dei partiti religiosi e il loro pressing sul Governo. C'è poi il ROMA CLUB di Gerusalemme la cui frequentazione è multi confessionale e momento importante, come altri, di aggregazione..


Una testimonianza di come ci si può sentire più italiani di chi vive in Italia; una testimonianza di come tante nostre credenze, sicuramente le mie , siano poco profonde.

Un ringraziamento particolare a Frà Simone e al Rabbino Pierpaolo PUNTURELLO che questa opportunità ci hanno offerto.





GERUSALEMME 2017 119 - Un incontro " speciale "

https://www.youtube.com/watch?v=epu5uzZ2dlA


GERUSALEMME 2017 120 - Pierpaolo Punturello si presenta


GERUSALEMME 2017 121 - Sulla comunità italiana in Israele


GERUSALEMME 2017 122 -  Il silenzio del mondo cattolico



GERUSALEMME 2017 124 - " La razza ebraica non esiste "

https://www.youtube.com/watch?v=_gGkhsjUVLg



GERUSALEMME 2017 125 -  Le origini storiche dell' antisemitismo

http://www.youreporter.it/video_GERUSALEMME_125_-_Le_origini_storiche_dell_antisemitismo

GERUSALEMME 2017 126 - Quando Teresa parlò della BRIGATA EBRAICA


GERUSALEMME 2017 127 - " ISRAELE non è uno Stato religioso "

GERUSALEMME 2017 128 - La figura del RABBINO

https://www.youtube.com/watch?v=GgI7n8VAj4k



GERUSALEMME 2017 129 - Altri particolari dell' ebraismo: la preghiera

https://www.youtube.com/watch?v=QiGGkiBDoM4



GERUSALEMME 2017 130 - Il problema degli ORTODOSSI ASCHENAZITI

https://www.youtube.com/watch?v=jvEJyss7vF8&t=100s


GERUSALEMME 2017 131 - Istruzioni per la visita alla  SINAGOGA

https://www.youtube.com/watch?v=CxuvSHS0LJU


giovedì 16 novembre 2017

OGGI LA RONDA E' TORNATA A VIA VIGNE di XXII RUBBIA a ITACSARF


ANCORA UN ESEMPIO DI INCIVILTA'


Lo sapete..... io non mollo la presa. Chi invece dovrebbe fare questo lavoro di controllo è altri ...... ma pensa solo alle fioriere di Piazza San Pietro. 
Sono venuto il 23 agosto, poi ripetutamente a settembre, poi il 14 NOVEMBRE  invocando l'intervento di Gelindo Forlini​ ( nel filmato ho erroneamente detto settembre ). Il 15 Novembre è stato ripulito, ma oggi ci risiamo !  
Intanto l' ASSESSORE all' AMBIENTE cura le fioriere del CENTRO di ITACSARF 
lasciando abbandonate le strade della periferia ! Ma c'è una cosa che non riesco a capire; poco più giù di questo luogo ci sono altri esempi di inciviltà segnalati e, comunque, impossibili a non vedersi. Come mai mi chiedo il lavoro si fa sempre a meta ?




http://www.youreporter.it/video_L_INCIVILTA_REGNA_SOVRANA_a_Via_Vigne_di_XXII_RUBBIA

GIOMBETTA ..... GIOMBETTAAAA .... ma come funziona ?

http://www.youreporter.it/video_GIOMBETTA_GIOMBETTAAAA_ma_come_funziona

https://www.youtube.com/watch?v=7jn1sIwrfro

FARMACIA DI VILLA MUTI A ITACSARF : chiesto l'intervento di SUPER GELINDO


L'EFFICIENTE GESTIONE DELLA STS AZIENDA SPECIALE

Va bene il fatto che prima  l'azienda speciale del Comune fosse gestita da un  grande banchiere tutto teso al raggiungimento di eccellenti numeri di bilancio, ma l'impressione è che anche il nuovo CDA ciocchi !

Ancora una volta è stato necessario invocare

GELINDO FORLINI


FARMACIA DI VILLA MUTI  a ITACSARF : una storia da raccontare !

https://www.youtube.com/watch?v=yC-U6CW5qj0


VISTO .... VISTO ..... VISTO ...... MA I RESIDUI ATTIVI ROBBE' LI HAI VISTI ?


DECRETO DEL SINDACO
N. 38 del 02-11-2017
OGGETTO: PROROGA INCARICO DIRIGENTE DEL SECONDO SETTORE



IL SINDACO

VISTO il Testo Unico degli Enti Locali approvato con D.lgs n 267 del 18 agosto 2000, ed in particolare art. 50;

VISTO lo Statuto comunale vigente;

VISTI il Regolamento sull’ordinamento degli Uffici e dei Servizi, approvato con deliberazione di Giunta n. 81 del 7.6.2005 e lo Schema Organizzativo vigente, approvato con deliberazione di Giunta n. 68 del 12.3.2015;

VISTA la Deliberazione di Giunta Comunale n. 15 dell’11.2.2016 con la quale è stata definita la macro struttura dell'Ente, organizzata in cinque settori in capo ad ognuno dei quali è preposto un dirigente;

VISTO il decreto n. 2 del 05.07.2017 del Sindaco “Proroga incarico dirigente del settore 2°”;

DATO ATTO che la direzione del 2° settore al quale sono associati i seguenti servizi:
“Bilancio e Patrimonio” è affidata alla Dott.ssa Eleonora Magnanimi, oltre alla direzione dei Servizi del I Settore: “Servizio personale trattamento giuridico ed economico, procedimenti
disciplinari, sorveglianza sanitaria, formazione, supporto al Nucleo di Valutazione, procedimenti avanti alla Direzione Provinciale del Lavoro” e l’incarico di Presidente della Delegazione Trattante per il personale dipendente;

DATO ATTO che al Segretario Generale Smargiassi Michele oltre alla direzione degli uffici segreteria generale, contratti, archivio, protocollo, notifiche, staff ed avvocatura comunale, compete la sostituzione di tutti i dirigenti ove impediti o assenti per breve periodi;

RITENUTO di dover assicurare continuità amministrativa alla struttura, e pertanto prorogare, fino al 31.12.2017, l’incarico sopra evidenziato;

Sentito il Segretario generale;

VISTI gli art. 49 e 97 del D.Lgs. 267/2000;

VISTI gli art. 14 del vigente Regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi;

VISTO il decreto del Presidente n. 4/2016 recante "Individuazione del Datore di Lavoro ai sensi dell'art. 2 del D. Lgs. 81/2008;

DECRETA

Di prorogare con decorrenza immediata e fino al 31.12.2017, il 1. seguente incarico dirigenziale alla Dott.ssa Eleonora Magnanimi, nelle more della prossimariorganizzazione dei settori e dei servizi:
Settore II “Bilancio e Patrimonio” oltre alla direzione dei Servizi del I Settore: “Servizio personale trattamento giuridico ed economico, procedimenti disciplinari, sorveglianza sanitaria, formazione, supporto al Nucleo di Valutazione, procedimenti avanti alla Direzione Provinciale del Lavoro”, fatta eccezione dell’incarico di Presidente della Delegazione Trattante per il personale dipendente.

Il segretario generale continuerà a espletare le funzioni dirigenziali  di sostituzioni brevi, descritte in premessa, fino al 31.12.2017;
di inoltrare agli interessati copia del presente provvedimento.

IL SINDACO
(Roberto MASTROSANTI )